Una statua dedicata al cane Snoopy, ucciso sul terrazzo di casa con un colpo di carabina

Livorno

Domenica 4 febbraio 2018 sarà inaugurata a Villa Fabbricotti, a Livorno, la statua in bronzo dedicata a Snoopy, il cane ucciso sul terrazzo di casa, senza un motivo, il 4 agosto del 2015 da un colpo esploso da una carabina. Si conclude così il percorso portato avanti dai proprietari di Snoopy, in accordo con il Comune di Livorno, per installare la scultura in un luogo, tra l’altro frequentatissimo da mamme e bambini, per sensibilizzare al tema del rispetto e dell’amore verso gli animali.
La statua in bronzo che ritrae Snoopy, realizzata grazie al crowdfunding dall’artista Alessandro Di Cola (già autore di un’altra statua dedicata al cane Angelo, altra vittima di animalicidio) è stata donata dai proprietari al Comune.
L’opera troverà posto all’interno della grotta del parco per diventare non solamente un monito contro la violenza su gli animali, ma della violenza in generale. Sulla base sarà infatti riportata una frase di Publio Ovidio Nasone che recita “La crudeltà verso gli animali è tirocinio della crudeltà contro gli uomini”.
La cerimonia d’inaugurazione della statua è prevista per le ore 12.30, al termine del dibattito “La violenza sugli animali, propedeutica alla violenza sugli umani”.
Organizzato dall’associazione Animalisti Italiani Onlus e dal Comune di Livorno l’incontro si svolgerà nella Biblioteca Labronica Guerrazzi, sempre a Villa Fabbricotti, a partire dalle ore 10 con l’intervento della dottoressa Francesca Sorcinelli dell’associazione “Link-Italia “Definizione del fenomeno LINK; Maltrattamento di animali e violenza interpersonale su donne e minori; implicazioni dell’esposizione di minori alla violenza su animali”
Seguirà l’intervento della dottoresa Laura Adorni Pallini, responsabile dell’Ufficio Servizi Sociali, non autosufficienza e disabilità USL Nord Ovest sul tema “La violenza contro gli animali nella valutazione del rischio per donne e minori – le esperienze territoriali del Progetto “Codice Rosa”.
Alla giornata di domenica 4 febbraio prenderanno parte varie associazioni animaliste e la SICS, Scuola Italiana Cani di Salvataggio Tirreno di Roma e di Firenze che saranno presenti con alcuni esemplari di “cani bagnino”.

Lascia un commento