Paolo Hendel legge Italo Calvino alla Scuola Fenysia. Il reading giovedì 21 febbraio alle 20.45

Firenze, Libri & Fumetti

“Colui che leggerissimo era” Paolo Hendel legge Italo Calvino giovedì 21 febbraio 2019 alle ore 20.45 a Scuola Fenysia (Palazzo Pucci, via de’ Pucci 4, Firenze, ingresso 10 euro). Lo scrittore e poeta argentino Luis Borges ha detto: “La letteratura è una delle forme della felicità. Chi non legge è masochista.”
Mettere in scena un reading di testi di Italo Calvino è un modo per condividere questa felicità. Leggere e commentare in pubblico le più belle e divertenti pagine del Barone Rampante e del Cavaliere Inesistente, con la meravigliosa leggerezza, la straordinaria ironia che tocca punte di squisita comicità e la commovente intensità di cui sono pervase, è una esperienza collettiva che coinvolge e amplifica gli effetti di quelle pagine. La lettura di alcuni brani dalle Cosmicomiche è l’occasione per una riflessione giocosa sui misteri dell’Universo e sui nostri limiti, nel tentativo di comprenderli, illudendoci a volte di poterli in qualche modo governare.

Non mancano commenti e riferimenti all’attualità…


La lettura è accompagnata da brani musicali eseguiti dal vivo dal musicista polistrumentista Alessandro Bruno.

Info e prenotazioni  / Scuola Fenysia tel. 055 2052548

info@scuolafenysia.it – biglietto 10 euro

Fenysia – Scuola di Linguaggi della Cultura / Nata da un’idea di Alba Donati, poetessa e presidente del Gabinetto Vieusseux, e diretta con Pierpaolo Orlando, Scuola Fenysia è la prima scuola di linguaggi dedicata alla cultura. Scuola Fenysia, fondata a Firenze nel 2017, con sede in Palazzo Pucci, organizza corsi bimestrali e trimestrali sui linguaggi delle diverse discipline culturali: arte, cinema, narrazione, musica, giornalismo culturale, editoria e comunicazione, traduzione di testi letterari. Scuola Fenysia si avvale del patrocinio del MiBact, del Comune di Firenze, del Gabinetto Vieusseux e di Montedomini e dell’importante contributo della Fondazione CR Firenze finalizzato ad offrire borse di studio per studenti meritevoli e in difficoltà economiche.

 

Lascia un commento