Paolo Hendel legge Italo Calvino alla Scuola Fenysia. Il reading giovedì 21 febbraio alle 20.45

“Colui che leggerissimo era” Paolo Hendel legge Italo Calvino giovedì 21 febbraio 2019 alle ore 20.45 a Scuola Fenysia (Palazzo Pucci, via de’ Pucci 4, Firenze, ingresso 10 euro). Lo scrittore e poeta argentino Luis Borges ha detto: “La letteratura è una delle forme della felicità. Chi non legge è masochista.”
Mettere in scena un reading di testi di Italo Calvino è un modo per condividere questa felicità. Leggere e commentare in pubblico le più belle e divertenti pagine del Barone Rampante e del Cavaliere Inesistente, con la meravigliosa leggerezza, la straordinaria ironia che tocca punte di squisita comicità e la commovente intensità di cui sono pervase, è una esperienza collettiva che coinvolge e amplifica gli effetti di quelle pagine. La lettura di alcuni brani dalle Cosmicomiche è l’occasione per una riflessione giocosa sui misteri dell’Universo e sui nostri limiti, nel tentativo di comprenderli, illudendoci a volte di poterli in qualche modo governare.

Non mancano commenti e riferimenti all’attualità…


La lettura è accompagnata da brani musicali eseguiti dal vivo dal musicista polistrumentista Alessandro Bruno.

Info e prenotazioni  / Scuola Fenysia tel. 055 2052548

info@scuolafenysia.it – biglietto 10 euro

Fenysia – Scuola di Linguaggi della Cultura / Nata da un’idea di Alba Donati, poetessa e presidente del Gabinetto Vieusseux, e diretta con Pierpaolo Orlando, Scuola Fenysia è la prima scuola di linguaggi dedicata alla cultura. Scuola Fenysia, fondata a Firenze nel 2017, con sede in Palazzo Pucci, organizza corsi bimestrali e trimestrali sui linguaggi delle diverse discipline culturali: arte, cinema, narrazione, musica, giornalismo culturale, editoria e comunicazione, traduzione di testi letterari. Scuola Fenysia si avvale del patrocinio del MiBact, del Comune di Firenze, del Gabinetto Vieusseux e di Montedomini e dell’importante contributo della Fondazione CR Firenze finalizzato ad offrire borse di studio per studenti meritevoli e in difficoltà economiche.

 

Lascia un commento