Livorno e il “suo” presidente. Due convegni e un docu-film (tutto online) a cento anni dalla nascita di Carlo Azeglio Ciampi. Organizzano Spi Cgil e Fondazione Di Vittorio con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune labronico e della Scuola Normale Superiore di Pisa

Da non perdere, Livorno

Per ricordare il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi a cento anni dalla sua nascita avvenuta a Livorno il 9 dicembre 1920, lo Spi Cgil nazionale e della Toscana e la Fondazione Di Vittorio, con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Livorno e della Scuola Normale Superiore, hanno in programma due convegni, il primo mercoledì 25 novembre 2020 e il secondo il 9 dicembre 2020 e la proiezione di un docufilm. Gli appuntamenti vogliono rappresentare un momento di riflessione sull’Europa di oggi, travolta da una inedita crisi sanitaria e sociale alla quale per la prima volta si tenta di dare una risposta in termini solidali.

Per l’emergenza Covid gli appuntamenti si terranno in diretta streaming sul sito web (http://spi.cgil.it) e sulla pagina facebook dello Spi Cgil e dello Spi Cgil Toscana. (Sopra il titolo Carlo Azeglio Ciampi durante il suo settennato da presidente della Repubblica, in basso il busto dedicato a Ciampi scoperto durante la visita del gennaio 2020 dal presidente Sergio Mattarella, nella foto con il sindaco di Livorno Luca Salvetti).

Il primo degli eventi dal titolo “Lavoro e partecipazione. Il metodo Ciampi” si terrà mercoledì 25 novembre alle 10. Organizzato da Spi Cgil nazionale e della Toscana e Fondazione Di Vittorio, il convegno, che vedrà in apertura il saluto del presidente della Regione Toscano Eugenio Giani, del direttore della Scuola Normale Superiore Luigi Ambrosio e del segretario generale Spi Cgil Pisa Paolo Graziani, ripercorrerà la stagione della concertazione e il rapporto di Ciampi con le parti sociali attraverso gli incarichi istituzionali ricoperti nel corso della sua vita pubblica, tema su cui la Fondazione Di Vittorio ha curato un saggio di lettura storica che sarà presentato da Francesco Palaia. Alla tavola rotonda, coordinata dal vicedirettore del Sole 24 Ore Alberto Orioli, parteciperanno esperti e protagonisti dell’epoca: il giudice della Corte costituzionale Silvana Sciarra, l’ex segretario generale della Cgil Sergio Cofferati, l’ex segretario generale Uil Giorgio Benvenuto, l’ex segretario generale aggiunto Cisl Raffaele Morese, l’ex presidente di Confindustria Luigi Abete. Le conclusioni saranno affidate a Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi Cgil nazionale.

Ciampi e l’Europa saranno invece al centro del secondo convegno, quello del 9 dicembre “A cento anni dalla nascita di Carlo Azegio Cimpi” organizzato da Spi Cgil nazionale e della Toscana e Fondazione Di Vittorio con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Livorno. Dopo i saluti del sindaco Luca Salvetti e del segretario generale Spi Cgil Livorno Giuseppe Bartoletti, in programma alle ore 10, si svolgerà la tavola rotonda coordinata da Bruno Manfellotto, editorialista dell’Espresso, a cui interverranno la scrittrice Dacia Maraini, l’economista e europarlamentare Irene Tinagli, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini e il segretario generale Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti.

Nel pomeriggio, alle 17.30, sarà proiettato in prima visione il docufilm “Ciampi. Bella la mi’ Livorno” firmato da Marco Guelfi e prodotto da Spi Cgil Toscana, Rai Teche e Solaria film, dedicato al rapporto tra l’ex presidente della Repubblica e Livorno, la sua città natale. Nel documentario, il cui titolo prende spunto dalla canzone di Bobo Rondelli ”Bella Livorno” presente nella colonna sonora del film, la figura di Ciampi è raccontata attraverso le voci di chi lo conobbe da vicino. Ci sono le interviste al figlio Claudio, al direttore del Vernacoliere Mario Cardinali, a sindaci del passato e del presente. Al termine della proiezione ne parleranno il regista Marco Guelfi e il segretario generale di Spi Cgil Toscana Alessio Gramolati.

—–

Lascia un commento