arancione

25 novembre 2017, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Tante iniziative in Toscana e luce arancione per i monumenti

Da non perdere, Firenze, Livorno, Lucca, Prato, Siena

Sabato 25 novembre 2017, si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per invitare governi, enti e associazioni a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema. La campagna 2017 dell’ONU contro la violenza sulle donne, che prenderà il via il 25, si protrarrà fino al 10 dicembre, Giornata dei Diritti Umani, per sottolineare come la violenza contro le donne sia una vera e propria violazione dei diritti umani.

LIVORNO – L’Amministrazione comunale di Livorno aderisce alla Giornata mondiale con le iniziative del Novembre Antiviolenza 2017, una serie di eventi promossi dal Centro Donna del Comune di Livorno in collaborazione con la Rete Antiviolenza Città di Livorno e con la Rete Alba Rosa. Dal pomeriggio di  sabato 25 novembre, il Cisternino di città (recentemente riaperto alla fruizione pubblica) sarà illuminato di arancione fino a mezzanotte. Il colore arancione è stato scelto dall’ONU quale colore ufficiale, per l’anno 2017, delle iniziative contro la violenza sulle donne.

Sempre sabato 25 novembre, alla Goldonetta (alle ore 21) è previsto uno spettacolo promosso dal Rotary Club Livorno. Sarà rappresentato “Il borghese gentiluomo”, a cura della compagnia teatrale Nuovo Spazio Teatro, per la regia di Simonetta Del Cittadino. È prevista una raccolta di fondi a favore del Centro Antiviolenza Ippogrifo.

Domenica 26 novembre alle ore 9 all’Andana degli Anelli si svolgerà la IV edizione del Trofeo Velico “Livorno spiega le vele contro la violenza sulle donne”. Lunedì 27 novembre (ore 9) al Centro Donna incontro seminariale dal titolo “Violenza, infanzia e adolescenza senza difesa”.

Per ulteriori informazioni sulle iniziative: Centro Donna del Comune di Livorno tel. 0586/890053 // Associazione Ippogrifo tel. 0586/889594.

FIRENZE – Arci Firenze ha organizzato per sabato 25 novembre 2017 un pullman per Roma, per partecipare alla manifestazione organizzata da Una di Meno che partirà alle 14.00 da piazza della Repubblica. Partenza il 25 alle ore 9 dal lungarno Moro, contributo 20 euro. Il rientro a Firenze è previsto attorno alle 21 circa.  Arci Firenze 055.26297218 o scrivere alla mail firenze@arci.it.

In città, a Firenze, si accenderà di luci arancioni – per l’Orange Day, lanciato da una decina di anni dall’Onu a Livello internazionale  – il complesso statuario del Ratto delle Sabine che si trova sotto la Loggia dei Lanzi in piazza della Signoria.

A Lastra a Signa alle 16 al Cinema Teatro delle Arti proiezione del film “L’Amore rubato” del regista livornese Irish Braschi.  Cinque storie di donne (fra gli interpreti Elena Sofia Ricci e Renato Raimo), storie legate al vissuto di un “amore malato”. Il film è tratto  dal romanzo di Dacia Maraini. Quindi alle 18,  fiaccolata fino al Centro sociale residenziale. L’Auser fornirà ai partecipanti un fiocco rosso.

SIENA – Una targa tra due piante di rose dedicate “Alle donne vittime di violenza”. Si è tenuta la mattina di venerdì 24 novembre 2017 nell’area verde limitrofa alla vasca dei giardini della Lizza, l’iniziativa simbolica per contrastare la violenza di genere, durante la quale l’assessora alle Pari Opportunità, Tiziana Tarquini, ha inaugurato la targa insieme ad Antonia Banfi del Coordinamento Donne pensionale SPI CGIL Lega di Siena.
Il programma di celebrazioni della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne prosegue sabato 25 novembre, con una serie di ulteriori appuntamenti promossi dall’Amministrazione comunale in collaborazione con varie realtà cittadine.
Su iniziativa dello stesso Coordinamento Donne pensionale SPI CGIL Lega di Siena e dei forni senesi, le panetterie della città incarteranno il pane in apposite buste, realizzate dagli studenti del liceo artistico “Duccio di Buoninsegna”, con i riferimenti dei numeri telefonici dei Centri antiviolenza.
Nell’aula magna del Liceo Scientifico “G. Galilei” (via C. Battisti, 13), alle 10.30, sarà presentato, su invito, il volume “Io voglio vivere – Testi emotivi contro il femminicidio: parole, riflessioni, creatività, sentimenti contro la violenza”, redatto dagli studenti della 2^ C. L’appuntamento è promosso da: Coordinamento donne pensionale SPI CGIL Lega di Siena, Liceo Scientifico, Centro culturale delle Donne “Mara Meoni” e associazione Donne di Carta.
Alle 11, invece, su iniziativa delle associazioni Archivio UDI della Provincia di Siena Comitato Siena 2, appuntamento intorno ad alcune panchine dipinte di rosso nelle aree verdi di San Miniato, Scacciapensieri e Vico Alto per ricordare le donne uccise dalla violenza di genere. Sarà presente l’assessora Tarquini.
Nel pomeriggio, alle 16.30, nella sala di Palazzo Patrizi (via di Città, 75) il sindaco Bruno Valentini e altri intervenuti leggeranno racconti in prima persona di donne che hanno subito violenze: azione promossa dalle associazioni Archivio UDI della Provincia di Siena, Auser, DonnachiamaDonna e Centro culturale delle Donne “Mara Meoni”, in collaborazione con Coordinamento Donne SPI CGIL di Siena e Comune di Siena.
Infine, con il calare del buio, un tocco suggestivo a suggello dell’intera Giornata: nell’ambito della campagna mondiale Unite to end violence against women promossadall’agenzia delle Nazioni Unite “Women”, l’Amministrazione comunale illuminerà di arancione la Cappella di Palazzo Pubblico in Piazza del Campo per auspicare un futuro senza violenza sulle donne.

LUCCA – Si chiama “Giù Le mani” l’iniziativa di sabato 25 novembre al Palazzo Ducale di Lucca nell’ambito del programma Fiocco Bianco 2017.  Alle 9.30 incontro con gli studenti  delle  scuole superiori promosso da varie associazioni. Interverranno l’atleta paralimpica Sara Morganti, Imma Gentile ex cestista azzurra che ora fa l’allenatrice di basket,   la giornalista Emanuela Lo Guzzo e Daniela Caselli presidente dell’Associazione Luna. Alle 11, in piazza S. Michele. al via le letture itineranti per le strade del centro storico. Alle 16.30, di nuovo al Palazzo Ducale, convegno tematico promosso dal Panathlon Club di Lucca.

Anche Lucca aderisce all’Orange Day con l’illuminazione in arancione ( o rosso) di monumenti del territorio, come Palazzo Ducale a Lucca, il Fortino di Forte dei Marmi, il Palazzo Mediceo di Seravezza e altri spesi nel territorio provinciale. 

UNA BAG SPECIALE CONTRO LA VIOLENZA

Per troppe donne la violenza è ancora pane quotidiano”: è lo slogan stampato sulle speciali bag contro la violenza sulle donne che panifici e mercati della Versilia distribuiranno in occasione della Giornata Internazionale in programma sabato 25 novembre 2017. La principale organizzazione agricola del territorio, da sempre molto sensibile al tema della violenza sulle donne, aderisce anche quest’anno alla Giornata Internazionale sostenendo le iniziative del Centro Antiviolenza “L’una per l’altra” – La Casa delle Donne. “Dal 2015 – spiega Elena Giannini, Delegata Donne Impresa Coldiretti – la nostra associazione lavora al fianco della Casa delle Donne. La violenza è purtroppo pane quotidiano per molte donne. Con queste speciali bag vogliamo lanciare un messaggio forte alle donne, che devono denunciare in caso di violenza, e agli uomini, che devono avere rispetto per la donna che gli sta accanto. Il nostro Presidente Mattarella ha colto il segno: dietro ogni aggressione o violenza nei confronti delle donne non c’è un alibi sentimentale, ma un istinto primitivo e vergognoso che distrugge la dignità della nostra comunità. La nostra organizzazione è impegnata e si impegnerà anche in futuro con campagne di sensibilizzazione a livello locale per favorire un cambiamento culturale della società. La giornata contro la violenza sulle donne è la giornata contro la violenza di genere: da donna e mamma credo che sia necessario lavorare ogni giorno, al fianco di chi difende e tutela chi ha subito una violenza, per migliorare la nostra società. Lo scorso anno lo abbiamo fatto con donando tulipani rossi, l’anno prima gerbere, due dei fiori prodotti dalle nostre aziende, quest’anno abbiamo scelto di continuare a marchiare la spesa per far arrivare nelle case un messaggio forte e chiaro. Sbricioliamo la violenza: tutti insieme”.
Per informazioni anche www.toscana.coldirett.it e pagina ufficiale Facebook e Twitter

A PRATO OMAGGIO A ROSA BALISTRIERI

 Un intenso omaggio alla musica popolare siciliana e alla sua figura di riferimento, Rosa Balistrieri, per dire di no con forza a ogni forma di violenza contro le donne. Domenica 26 novembre, alle 17, il Museo di Palazzo Pretorio a Prato ospita “A piedi nudi”, uno spettacolo forte e potente che il “Duo Ammatte” porta in scena per ricordare un’artista sicuramente particolare e fuori dalle regole. Lo spettacolo a cura di Mesotonica è promosso all’interno delle iniziative per la “Giornata contro la violenza sulle donne” ed è a ingresso libero.
Rosa Balistreri (1927-90) è stata la più grande interprete di musica popolare siciliana, donna libera e rivoluzionaria indomita fu scoperta da Dario Fo negli anni sessanta a Firenze. La sua non fu una vita facile, vittima di abusi e violenze trovò riscatto attraverso la voce e la sua musica. “A piedi nudi” è la prima esecuzione per voce e strumenti di canti popolari siciliani antichi, riportati a nuova luce da Balistreri, nonché delle canzoni dell’artista eseguite dal “Duo Ammatte” composto da Alessia Arena (voce) e Federica Bianchi (clavicembalo, pianoforte e percussioni). La piece teatral-musicale “A piedi nudi” è risultata vincitrice della selezione SuonareFolkest 2016 e ha ottenuto il terzo posto al Premio Rivelazione 2014_Festival Sete Sois Sete Luas. Tutte le donne partecipanti al concerto riceveranno un voucher che consentirà loro di visitare con ingresso ridotto (3 euro) a mostra “Legati da una Cintola” fino a sabato 2 dicembre 2017.

Lascia un commento