“Uomini al lavoro”, tre xilografie degli anni Cinquanta donate al Comune di Fiesole. L’artista Marcello Guasti lo aveva deciso prima della recente scomparsa

Arte, Firenze

Poco prima della sua recente scomparsa, Marcello Guasti (1924-2019) aveva deciso di donare al Comune di Fiesole tre xilografie della sua celebre serie degli anni Cinquanta “Uomini al Lavoro”. Venerdì 29 marzo 2018 alle 18, nella Sala del Basolato del Palazzo Comunale, un membro della famiglia Guasti consegnerà ufficialmente al sindaco le tre opere. Si tratta del primo degli eventi collaterali alla mostra “Marcello Guasti, Giovanni Michelucci e il Monumento ai Tre Carabinieri”, in corso a Fiesole sino al 30 settembre. Dopo la cerimonia, Lino Pertile, studioso di letteratura italiana e grande esperto di Dante (Harvard University) terrà la conferenza dal titolo “Morire per gli altri”. Per l’occasione la mostra sarà aperta, in Sala Costantini, a partire dalle ore 17.

Marcello Guasti, Uomo che lavora, xilografia, 1954-55  

Nelle xilografie Guasti, con un pizzico di humor tipicamente toscano, univa la potenza dell’arte antica all’osservazione del quotidiano dei Renaioli dell’Arno. Queste opere rievocano le parole che il poeta Mario Luzi scrisse del suo amico Guasti: “la cifra e l’assoluto formale raggiunto dalla pittura egizia e da quella vascolare greca avevano affascinato, prime sirene, la sua giovinezza di pittore e avevano con la loro lezione di rigore stilistico assecondato il suo talento compositivo che subito si era rivelato esigente”.  

La mostra “Marcello Guasti, Giovanni Michelucci e il Monumento ai Tre Carabinieri” si articola in due parti, la prima intitolata “La genesi del Monumento: ‘Slancio verso l’infinito’”, a cura di Jonathan K. Nelson, è in corso in Sala Costantini, mentre la seconda, dal titolo “Guasti e gli artisti suoi contemporanei in dialogo con l’antico”, a cura di Mirella Branca, aprirà l’11 maggio nel Museo Civico Archeologico. 

I due curatori delle mostre terranno due diverse conferenze in Sala Costantini: mercoledì 17 aprile alle 18 sarà la volta di Jonathan K. Nelson; mercoledì 29 maggio, sempre alle 18, toccherà a Mirella Branca.

Infine si segnala mercoledì 22 maggio alle 21 nella Sala del Basolato Fiesole 1944: la scelta, una lettura teatralizzata di un nuovo testo letterario, ispirato alla vera storia dei Tre Carabinieri, di Emanuela Agostini, con la regia di Riccardo Massai e la partecipazione di Roberto Caccavo e Simone Rovida.

Marcello Guasti, Giovanni Michelucci e il Monumento ai Tre Carabinieri

Fiesole, Sala Costantini 

17 febbraio – 30 settembre 2019

a cura di Jonathan K. Nelson

sabato-domenica 10:00 – 18:00

ingresso libero

Guasti e gli artisti suoi contemporanei in dialogo con l’antico (1945-65)

Museo Civico Archeologico

11 maggio – 30 settembre 2019

a cura di Mirella Branca e Jonathan K. Nelson

tutti i giorni 10:00-18:00  

Si accede con il biglietto ordinario del museo

Informazioni

Ufficio Servizi Culturali Comune di Fiesole

Silvia Borsotti Tel. 055 5961276

e-mail: borsotti.silvia@comune.fiesole.fi.it 

 

Lascia un commento