The World in Florence: chiusura con il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Cracovia. Venerdì 18 novembre alle ore 21 presso il Cenacolo di Santa Croce

Sarà il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Cracovia a far calare il sipario sulla 2/a edizione del festival “The World in Florence”, l’iniziativa promossa da Fondazione Romualdo Del Bianco e organizzata da Movimento Life Beyond Tourism – Travel to Dialogue per ripensare il turismo in un’ottica inclusiva e sostenibile che ha catalizzato a Firenze un pool di oratori dalle più prestigiose organizzazioni internazionali, oltre a rappresentanti di istituzioni e università.

Venerdì 18 novembre 2022 alle 21.00 presso il Cenacolo di Santa Croce (foto sopra il titolo) verrà eseguito un repertorio dedicato alla musica classica tradizionale polacca per commemorare i 200 anni della morte del compositore Józef Rufin Wybicki, con la direzione del Maestro Mateusz Prendota. In programma “Dąbrowski’s Mazurka”, inno della Polonia; la Messa F-dur di Józef Michał Ksawery Poniatowski, Duca di Monterotondo; Gaude Mater Polonia; Karol Szymanowski – selezione di musiche tradizionali della regione di Kurpie (programma completo su: www.theworldinflorence.com).

 Le attività dell’ultimo giorno di festival si apriranno alle 9.00 in Santa Croce con lo storytelling da Estremo Oriente ed Europa: protagonisti Taiwan, Lituania, Kossovo, Slovacchia, Repubblica Ceca, Grecia e Romania. Alle ore 11.00 tornano le keynote lectures, incentrate stavolta sulla funzione del Patrimonio nel preservare l’ecosistema, con la moderazione di Joseph King e gli interventi di Chiara Arrighi, esperta di idrologia dell’Università di Firenze, Özden Coşkun Öner, architetta specializzata in ambiente storico e beni culturali, Chaterine Forbes, rappresentante di ICOMOS Australia. A seguire una sessione di keynote lectures sulla gestione del patrimonio culturale nelle zone di conflitto e del suo possibile ruolo come strumento di pace, con la moderazione di Aparna Tandon. In scaletta le ricercatrici Nathalie Paarlberg dall’Olanda, Marija Kamber dalla regione dei Balcani e Eva Ziedan dalla Siria. Alle ore 16.00 si torna sul cultural storytelling dei territori italiani, guidato dal giornalista Massimo Lucidi, direttore editoriale di The Map Report, per fare il punto sull’avanzamento del progetto “Luoghi Parlanti”®, innovativo concept di turismo tra tech e passaparola sviluppato proprio da Movimento Life Beyond Tourism – Travel to Dialogue.  Chiusura con la consegna dei premi e la call per l’edizione 2023, e alle 21.00 il concerto.

Ultima occasione per visitare la mostra fotografica interattiva di “The World in Florence”, che vede protagonisti i territori raccontati della manifestazione (ore 9.30 – 17.00, ingresso libero). Grazie a pannelli dotati di tecnologia NFC/QR code e al proprio smartphone i visitatori potranno aumentare l’esperienza della visita scoprendo curiosità e approfondimenti sui luoghi ritratti, sperimentando il concept dei “Luoghi Parlanti”®.

Ingresso libero su prenotazione tramite Eventbrite

Per maggiori informazioni: www.theworldinflorence.com e info@lifebeyondtourism.com

Lascia un commento