SUPER (Pitti Immagine) mette in mostra 140 marchi con molti talenti e tanti emergenti

Moda e Artigianato

SUPER è il salone di accessori e prêt-à-porter donna di Pitti Immagine in programma a Milano dal 23 al 25 settembre 2017 (nella foto sopra il titolo: Anastasia Klimt – More Desh). SUPER conferma il nuovo corso e il nuovo format avviati a settembre 2016, nella nuova location di The Mall in Porta Nuova, a due passi da Piazza della Repubblica, uno spazio unico per bellezza e centralità nel cuore del fashion district di Milano. In scena uno scouting internazionale di collezioni iperselezionate, di assoluta ricerca e affini al DNA di Pitti Immagine: Super è un concept di womenswear dedicato ai buyer internazionali più esigenti e si rivolge ai migliori multibrand e online store di tutto il mondo.

SUPER FORMAT
“Ricerca, selezione, talenti emergenti, e aggiungerei anche scenari futuri: sono queste le parole chiave di Super – dice Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – A ogni nuova edizione cerchiamo di spingere ulteriormente su ricerca e selezione nella moda donna contemporanea più innovativa, attraverso uno scouting a tutto campo sulla scena internazionale. Non solo lavorando sul network di contatti e brand che costruiamo con gli altri saloni, ma soprattutto grazie ai progetti con cui ci focalizziamo sui designer emergenti, sui nuovi mondi della moda contemporanea. Tante le novità in questo senso che presenteremo a The Mall: la speciale collaborazione con la Lagos Fashion & Design Week, per un focus su una selezione di brand e designer da Nigeria, Ghana e Costa d’Avorio; la partecipazione di tre progetti di creatività sostenibile basati in Medio Oriente, lanciati da giovani designer e comunità locali assieme a UNIDO, agenzia delle Nazioni Unite. Continuiamo l’esplorazione dei nuovi talenti da tutto il mondo con la piattaforma Super Talents. New Countries to watch, in collaborazione con Vogue Talents, e lo sguardo sulla scena creativa dall’Est Europa proposta assieme a More Dash: Eye on the East: per entrambi questi progetti proporremo ai nostri buyer una selezione di brand nuovissima, sempre più creativa e da paesi ancora inesplorati. E poi tante altre partecipazioni speciali, che si affiancano a una selezione di brand di riferimento della moda e a giovani designer italiani, con collezioni di altissimo profilo”.

IL CONTRIBUTO DI MISE E AGENZIA ICE
Questa edizione di SUPER beneficia del contributo straordinario di MiSE e Agenzia ICE, nell’ambito del Piano Triennale 2015-2017 promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno delle fiere italiane e del Made in Italy. Il contributo è dedicato al potenziamento del programma di incoming dei buyer internazionali e dai mercati più strategici, e ai progetti speciali.

I NUMERI
_ oltre 140 marchi a questa edizione, a presentare le loro nuove collezioni di accessori e prêt-à-porter donna SS18, di cui più del 50% nuovi.
_ oltre il 50% dei brand provengono dall’estero (74 i marchi internazionali)
_ 50% collezioni accessori, 50% marchi di prêt-à-porter.

BUYER
L’ultima edizione di SUPER si è conclusa raccogliendo risultati e giudizi unanimi molto positivi, che hanno registrato il nuovo corso avviato dalla manifestazione. Nei tre giorni del salone sono arrivati
circa 5.100 compratori, di cui quasi il 20% esteri, provenienti da più di 50 paesi esteri.

LozaMaléombho_Lagos Fashion Week_Super_1
Loza Maléombho – Lagos Fashion Week

I BRAND


Tra i nomi che partecipano a questa edizione vengono segnalati, fra gli altri,
10 x 10 ANITALIANTHEORY | AAKS handcrafted | ALAMA | ALESSANDRA GIANNETTI | ALESSANDRO ENRIQUEZ | ALTO MILANO | ANCIENT GREEK SANDALS | ANNALISA CARICATO | ANOIR BY AMAL KIRAN JANA | BOOKRAH | CALIBAN | CARAVANA | CARLA CAROLI | CARRIE FORBES| CASTANER | CHRISTOPHE SAUVAT | DON’T BELIEVE THE HYPE | GMG | IBELIV ecofashion | ISOLE & VULCANI | JATUAL | JO! | JOANA ALMAGRO | KUKHAREVA | L.A L.A TEX | LABRUYERE Paris | LAURA APARICIO | LEM LEM | L’IMPERMEABILE | LITTLE ROTTERS | MANEBI’ | MARCO PROIETTI DESIGN| MA’RY’YA | MICHELE CHIOCCIOLINI | MII | MYTHS| NICO GIANI | OKHTEIN | OLIVIER BERNOUX| PAULA CADEMARTORI # KARTELL | PEECH | POUPETTE ST BARTH | PUNTOVITA&ARSENICE | RICCARDO COMI | ROCCO P. | ROI DU LAC | SCAGLIONE | SEE ME | SWEDISH HASBEENS | TALITHA | TELAVELA | TEMPTATION POSITANO | TOOSHIE | URBAN SUN | WANNA MARIA FIORI | WHITE SAND.

SUPER HIGHILIGHTS
Novità, progetti e partecipazioni speciali a questa edizione:

Gozel_Green_Lagos Fashion Week_Super
Gole Green, Lagos Fashion Week

_ Style on the rise // Africa: riflettori puntati sui talenti
della LAGOS FASHION & DESIGN WEEK
Spazio ai nuovi protagonisti della scena creativa africana grazie alla collaborazione con la Lagos Fashion & Design Week. Focus su Nigeria, Ghana e Costa d’Avorio, che nelle ultime stagioni si sono distinte come realtà tra le più interessanti della ricerca fashion. Lagos Fashion & Design Week (LFDW) nasce nel 2011 dall’impegno di Omoyemi Akerele, pioniera della scena più creativa nel panorama moda nigeriano. Piattaforma dinamica, LFDW punta i riflettori sulle collezioni dei principali fashion designer dall’intero continente africano, occupandosi anche di supportare e formare i talenti. I marchi coinvolti: AAKS (Ghana) \\ Gozel Green (Nigeria) \\ Grey (Nigeria) \\ Loza Maleombho (Costa d’Avorio).

_ In collaborazione con UNIDO, focus su tre brand di creatività sostenibile da Medio Oriente e Nord Africa
SUPER presenta in esclusiva le collezioni che partecipano al progetto Creative Mediterranean – iniziativa lanciata dall’Unione Europea e dall’Italia e implementata da UNIDO (Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale) – che supporta le aziende e il lavoro in ambito creativo coinvolgendo sette paesi del Mediterraneo del Sud. A seguire i tre brand di questa edizione:

_ JO! by Creative Jordan con la prima collezione ready-to-wear per la PE 2018
I ricami beduini e le antiche lavorazioni tradizionali della Giordania si sposano a un design chic e a un appeal contemporaneo nel ready-to-wear di JO!, brand ideato da Creative Jordan, collettivo di giovani donne designer basate ad Amman in Giordania. Con il loro lavoro, la creatività diventa uno strumento di resilienza, per reinventare il proprio ruolo e considerazione sociale, dando vita a un progetto dalle prospettive internazionali che possa allo stesso tempo portare avanti un’importante tradizione culturale.
_ Bookrah: la nuova linea di bijoux realizzata da sapienti artigiani libanesi 
Bookrah (“domani” in arabo) presenta in anteprima una collezione di 22 pezzi di altissima qualità, realizzati completamente a mano, in oro, argento, quarzo e diamanti. Un’ecletticità di materiali che rappresenta l’unione, e al tempo stesso la peculiare diversità, del popolo libanese. I bijoux nascono nella comunità di gioiellieri di Bourj Hammoud in collaborazione con i designer austriaci Nadja Zerunian e Peter Weisz del brand Zerunianandweisz. Ogni bracciale, anello e orecchino è ispirato alla topografia della città di Bourj Hammoud.
_ Okhtein: in anteprima la collezione di borse Made in Egypt
Le sorelle egiziane Aya and Mounaz Abdelraouf lanciano il loro brand Okhtein (“sorelle” in arabo) nel 2013, con l’intento di valorizzare la sapiente artigianalità locale – e il suo grande valore culturale – attraverso la creazione di borse luxury dall’anima artisanal, tra ricami realizzati a mano e paglia. Nei loro processi produttivi sono coinvolte diverse ONG locali a supporto delle donne lavoratrici più bisognose e di bambini che necessitano di un sostegno all’educazione.

_ Il designer Olivier Bernoux presenta a SUPER le sue “armi di seduzione di massa”: il designer francese Olivier Bernoux presenta a Super n.10 la sua collezione di ventagli e di borse dall’animo rock e seducente. Con un passato professionale all’interno di prestigiosi luxury brand, lo stilista ha dato vita ad accessori dall’eleganza senza tempo, arricchiti da dettagli preziosi e realizzati da sapienti mani artigiane, che hanno già conquistato il jet set internazionale.

_ il debutto di L.A L.A TEX, il nuovo brand di CIT e Alessandro Squarzi, con la collezione P/E 2018 ispirata allo stile western rock
CIT lancia il nuovo brand womenswear L.A L.A TEX insieme all’imprenditore Alessandro Squarzi, con il quale prosegue il sodalizio iniziato a gennaio 2017. L.A L.A TEX nasce da un grande classico americano come il ranchwear: una collezione innovativa e divertente dalle atmosfere western rock californiane e dal forte legame creativo e ispirazionale con Los Angeles, per vivere l’estate nei panni di una grintosa cowgirl.

_ ALAMA: a Super la collezione del jewelry brand creato da donne Maasai della Tanzania, accompagnata da una mostra degli scatti di Louis Philippe De Gagoue
Marchio culture-to-wear creato da un gruppo di donne artigiane, Alama promuove l’eredità culturale della tribù Maasai della Tanzania, dando vita a veri e propri pezzi unici, gioielli di perline realizzati a mano, grazie alla collaborazione con produttori di pellame locali e all’uso di vetro e plastica riciclata provenienti dai mercati. Supportato dalla ONG Africa Amini Alama, a Super la collezione Alama sarà presentata anche da una speciale mostra fotografica firmata da Louis Philippe De Gagoue, fotografo rappresentato da Artsphere, stylist e artistic director basato in Costa D’Avorio, collaboratore di prestigiosi magazine internazionali.

Patricia Padron_Super Talents
Patricia Padron, Super Talents

_ SUPER TALENTS, New Countries to Watch
SUPER si conferma una piattaforma dinamica di talent scouting anche con l’area speciale SUPER TALENTS new countries to watch, che accende i riflettori sui creativi più interessanti del panorama fashion e sui brand più promettenti. Selezionati in collaborazione con Sara Maino di Vogue Italia e Vogue Talents, i protagonisti di questa edizione sono designer che provengono anche da scenari fashion inconsueti ed emergenti, come Argentina, Filippine, Venezuela, Pakistan e Arabia Saudita. I nomi dei Talents di questa edizione sono: Carl Jan Cruz, Ched Studio, Ex Infinitas, Francesco Rasola, Juan Hernandez Daels, Nous Etudions, Patricia Padròn, Venczel, Wali Mohammed Barresh, Yousef Akbar.

_ MORE DASH: EYE ON THE EAST 
terza puntata per il progetto di scouting sui marchi di ricerca dall’Est Europa
SUPER presenta un nuovo focus sulle collezioni di una selezione di brand di ricerca dall’Est Europa, oggi scenario di riferimento per la new wave creativa della moda. More Dash: Eye On The East è un progetto di Pitti Immagine in collaborazione con More Dash, showroom & PR agency lanciata da Daria Shapovalova, fondatrice e direttore creativo dei Mercedes-Benz Kiev Fashion Days.mProvengono da Armenia, Russia, Ucraina e Repubblica Ceca. I brand: Biayni by Vahan Khachatryan, Chakshyn, Factive Face, Gasanova, Gibsh, Janashia, Jiri Kalfar, Loom Weaving, Nastasia Klimt e Roly.Poly.

_ Paula Cademartori # KARTELL
Tra gli highlight anche la nuova collezione della capsule di accessori firmata da Kartell à la mode assieme alla designer di origine italo-brasiliana Paula Cademartori. Fondatrice dell’omonimo marchio di borse e scarpe luxury, nato nel 2010, Cademartori è considerata tra i nomi più promettenti della creatività italiana, per la sua visione design e per la sua signature nella cura dei dettagli e nell’uso del colore.

PITTI IMMAGINE LOVES MINI. MINI MOVES PITTI IMMAGINE
Passione, innovazione, ricerca creativa. Espressione di un sodalizio creativo, quello tra Pitti Immagine e MINI, due mondi che in comune hanno valori e obiettivi, sempre legati a un approccio lifestyle contemporaneo- Pitti Immagine ringrazia Superga per il contributo nel vestire i Pitti Boys & Girls a questa edizione di Super. SUPER è una manifestazione realizzata con il patrocinio del Comune di Milano

LA PIATTAFORMA DI TALENT SCOUTING

SUPER si conferma sempre più una piattaforma dinamica di talent scouting. Con l’area speciale SUPER TALENTS new countries to watch, accende i riflettori sui creativi più interessanti del panorama fashion globale e sui brand più promettenti, selezionati in collaborazione con Sara Maino di Vogue Italia e Vogue Talents. I protagonisti di questa edizione sono designer che provengono da scenari fashion emergenti come Filippine, Spagna, Australia, Arabia Saudita, Pakistan e Argentina.

I nomi dei Talents di questa edizione sono: Carl Jan Cruz, Ched Studio, Ex Infinitas, Francesco Rasola, Juan Hernandez Daels, Nous Etudions, Patricia Padron, Venczel, Wali Mohammed Barrech, Yousef Akbar.

I BRAND:

Carl Jan Cruz (Regno Unito/Filippine) – “Pambahay” (homewear) e “Pang-Alis” (outerwear), due collezioni per la P/E 2018 che rappresentano una riflessione intima sul rapporto tra le persone e i propri abiti nella quotidianità. Lo stilista, di base in Inghilterra ma di origine filippina, parte dalla terra natia per la prima stagione del suo brand. Una visione autobiografica, tra accenti nostalgici e silhouette e tessuti innovativi.

CHED Studio (Filippine) – Una collezione che è una lettera d’amore dedicata alla città di Hong Kong. Una celebrazione della sua identità multiculturale, insieme ipermoderna, ricca di tradizioni e fortemente sfaccettata.
 
Ex Infinitas (Australia) –  Fusione tra tradizione manifatturiera australiana e una romantica sensibilità parigina, Lukas Vincent combina il classico glossario moda della surf culture anni ’70 a geometrie innovative e materiali sperimentali, per creazioni dall’appeal fluido e minimal che vedono nei forti contrasti la propria fonte d’ispirazione.

Francesco Rasola (Italia) – L’autodidatta Francesco Rasola assimila dalla quotidianità ogni possibile spunto creativo. Musica, design, arte… tutto diventa una cosa sola con le sue creazioni. La sua collezione SS18 sfida le ovvietà nella moda, e non solo, partendo proprio dal titolo “2+2=5”: lo streetwear si unisce all’Italian style, in un gioco di materia e forma dal sapore surrealista, sovvertendo ogni schema precostituito.

Juan Hernandez Daels (Belgio/Argentina) – Designer belga –argentino, Juan Hernandez Daels studia alla Antwerp’s Royal Academy of Fine Arts e alla Central St Martins. Le sue collezioni sono notate alla Paris Fashion Week per l’estetica classica e sartoriale bilanciata da un modernismo radicale. Un mix tra forme fluide e strutture architettoniche che riflette la sua anima latinoamericana unita alla formazione avant-garde.

Nous etudions (Argentina) – Dall’Argentina, Romina Cardillo descrive se stessa come un comunicatore: la moda è per lei veicolo di un importante messaggio sociale, attento alla salute dell’ecosistema alla salvaguardia della sua fauna. I capi delle sue collezioni sono interamente privi di derivati animali e guardano all’heritage aborigeno dell’Argentina.  
 
Patricia Padròn (Spagna/Venezuela) – Il luxury womenswear clothing brand della venezuelana Patricia Padròn punta ad un perfetto bilanciamento tra colore, leggerezza e volume. Materiali luxury e artigianalità si incontrano alla luce di una produzione responsabile.

Venczel (Svezia) – Brand nato dalla creatività della designer svedese Matilda Venczel, con alle spalle studi alla Royal Academy Anversa, Venczel punta su forma e funzionalità per la prima collezione di accessori e di borse, dai pellami pregiati e la realizzazione artigianale. Al centro di tutto, una visione estremamente geometrica, clean e lineare delle silhouette che infonde un tocco “tagliente” a ogni accessorio.

Wali Mohammed Barrech (Belgio/Pakistan) – Nato in Pakistan, Barrech si trasferisce in Germania a 14 anni. Dopo la laurea alla Royal Academy di Anversa, dà vita al suo eponimo brand nel 2013. Recentemente, si è focalizzato sugli accessori, con la prima collezione di borse. Unione eclettica di culture e ricordi da tutto il mondo, le sue borse trascendono l’effetto scultoreo per declinarsi alla vita di tutti i giorni.

Yousef Akbar (Australia / Arabia Saudita) – Nato in Arabia Saudita ma di stanza in Australia, Yousef Akbar costruisce le proprie collezioni partendo dall’interesse per le interazioni tra corpo e abito. La sua poetica sfida le convenzioni nel taglio e nella struttura per stabilire nuovi equilibri e inviare messaggi, sempre mantenendo fermi gli ideali di eleganza e femminilità.

 

 

 

Lascia un commento