La sceneggiatura di Virzì, Bruni e Scarpelli: nel Villaggio Ovosodo (a Livorno) si presenta il libro che racconta la genesi del film che compie vent’anni

Cinema & TV, Livorno

Nel ventennale di Ovosodo di Paolo Virzì, le Edizioni Erasmo di Livorno pubblicano nella Collana: “I Quaderni di Storia del Cinema” – Centro Studi Commedia all’italiana, il libro “Ovosodo. La sceneggiatura di Virzì, Bruni e Scarpelli ” uno studio condotto da Massimo Ghirlanda e Federico Govoni sulla genesi della sceneggiatura finale del film. Il libro sarà presentato sabato 22 luglio 2017, alle ore 20.50, in Fortezza Nuova (pratone), villaggio Ovosodo. Oltre ai due autori, saranno presenti Marco Sisi, VideoMaker & VideoEditor, Alessio Accardo, Sky Italia, giornalista, autore tv, scrittore, sceneggiatore, Fabio Canessa, giornalista e critico cinematografico.

Il libro – Attraverso l’analisi puntuale del testo, emerge la continuità con l’universo culturale artistico e politico, che appartenne a Furio Scarpelli, maestro di Virzì e Bruni.  Al tempo stesso, gli autori rintracciano l’eredità della commedia all’italiana, l’uso dell’ironia e il sotto testo politico, il confronto con i grandi modelli del romanzo di formazione, partendo da Dickens. Arricchiscono il libro, i contributi di Marco Sisi, sui luoghi visitati dalla pellicola, e di Giacomo Scarpelli, figlio di Furio, con una breve riflessione che muove dal Gran Premio della Giuria che il film vinse nel 1997 a Venezia. In appendice: biografia degli autori, scheda del film, riferimenti bibliografici. Il volume presenta anche alcuni disegni inediti di Paolo Virzì, foto di scena di Italo Tonni e, per gentile concessione, dipinti di Furio Scarpelli e di Federico Maria Sardelli.

Massimo Ghirlanda è stato uno dei fondatori del Centro Studi Commedia all’italiana di Castiglioncello di cui è presidente dal 2009. Ha tenuto corsi di storia del cinema nelle scuole e ha pubblicato articoli sugli autori del cinema italiano. Nel 2007, per Pacini editore, ha pubblicato il volume Castiglioncello e il cinema. I film, i luoghi e i personaggi. È il direttore della collana I Quaderni di Storia del cinema della casa Editrice Erasmo di cui ha curato le edizioni critiche delle sceneggiature del Sorpasso di Scola e Maccari e In nome del popolo italiano di Age e Scarpelli. Dal 2016 è ideatore e coordinatore delle Lezioni di Cinema, il ciclo di conferenze organizzato da 50&Più – Università di Livorno. Fa parte dal 2012 della giuria del Premio Suso Cecchi d’Amico per la miglior sceneggiatura.

Federico Govoni si è laureato in Lettere con una tesi su Paolo Virzì e la Commedia all’italiana. Dal 2004 collabora come critico cinematografico con la rivista “Cinemasessanta”. Dal 2009 al 2011 ha trascritto in formato digitale una grande parte del materiale d’archivio di Furio Scarpelli tra cui gli appunti de Il mestiere dello sceneggiatore, testo inedito. Nel 2012 ha scritto per Le Mani, insieme ad Alessio Accardo e Chiara Giacobelli, la biografia Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo. Nel 2014 ha contribuito con la scheda critica Giustizia del codice o della morale?, alla pubblicazione della sceneggiatura del film In nome del popolo italiano, Edizioni Erasmo, Collana Dedo.

Lascia un commento