I concerti della liuteria toscana: Jean-Marie Quint suona il violoncello piccolo copia di uno strumento del ‘600. Al clavicembalo Alessandra Artifoni

Musica

In voga soprattutto tra ‘600 e ‘700, il violoncello piccolo ha caratterizzato pagine importanti della musica, tra cui quelle a firma di Johann Sebastian Bach. Il liutaio fiorentino Dario Vettori ne ha realizzato uno basato su uno strumento Fratelli Amati del 1600 – oggi esposto al pubblico alla Royal Academy of Music di Londra – montato con cinque corde in budello. Lo stesso violoncello che domenica 28 ottobre 2018 sarà affidato alle sapienti mani del violoncellista Jean-Marie Quint, in duo con la clavicembalista Alessandra Artifoni all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte di Firenze (ore 21) nell’ambito dei Concerti della Liuteria Toscana.

La caratteristica di questo violoncello sono le ridotte dimensioni che permettono di far risuonare la corda più alta (il mi) al meglio. Johann Sebastian Bach scrisse la “Sesta Suite” proprio per un violoncello così. Oggi, con trascrizioni dalle Sonate per viola da gamba o dalle Sonate per violino del compositore di Eisenach, il violoncello piccolo a cinque corde ha un repertorio molto vasto.

Tutto nel segno di Bach, il programma propone la Prima e la Sesta Sonata (BWV 1027 e BWV 1019), il preludio e l’Allemanda dalla Sesta Suite, le Sonate in mi minore BWV 1023 e in sol minore BWV 1029.

Alessandra Artifoni pic
Alessandra Artifoni

Alessandra Artifoni si è diplomata in organo con Mariella Mochi, poi in clavicembalo nella classe di Annaberta Conti a Bologna. Si è trasferita in Svizzera per perfezionare gli studi di basso continuo e direzione barocca alla Schola Cantorum di Basilea con J. B. Christensen. A lungo organista titolare della Chiesa riformata di Münchenstein a Basilea, ha all’attivo numerose uscite discografiche. Dopo il successo di critica del doppio cd dedicato alle Suites Francesi di J.S. Bach, nel 2017 è uscito il doppio CD delle Suites Inglesi per l’etichetta Dynamic.

Jean-Marie Quint (foto sopra il titolo) si è diplomato in musica da camera e in violoncello nella classe di Jacques Ripoche al Conservatorio di Caen, sua città natale. Si è perfezionato nella classe di Philippe Bary dove ha conseguito il “premier prix de la ville de Paris “. Svolge un’intesa attività concertistica sia come solista sia al basso continuo. Ha inciso per Sony Classic, Dynamic, Deutsche Grammophon, Virgin Classic. Si dedica in particolare modo alle Suites per violoncello solo di J. S. Bach e a trascrizioni su violoncello piccolo a cinque corde.

Biglietto 10 euro. Info e prenotazioni tel. 055.783374 – info@orchestrafiorentina.it.

I Concerti della Liuteria Toscana sono un progetto della Fondazione CR Firenze e dell’Orchestra da Camera Fiorentina in collaborazione con l’Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte. Con il patrocinio di Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze.

Inizio concerto ore 21

Info
Fondazione CR Firenze tel. 055.538.4001 – www.fondazionecrfirenze.it
Orchestra da Camera Fiorentina tel. 055.783374 – info@orchestrafiorentina.it

Programma completo del concerto di domenica 28 ottobre 2018
Johann Sebastian Bach
Sonata n.1 in sol maggiore BWV 1027
Sonata n. 6 in sol maggiore BWV 1019
Allemanda dalla Suite VI per violoncello solo in
re maggiore BWV 101
Sonata in mi minore BWV 1023
Preludio in re minore dalla Suite VI per cembalo BWV 811
Sonata in sol minore BWV 1029

 

Lascia un commento