Graphic novel, la svolta di Alessandro Baronciani che presenta “Stella” da Feltrinelli a Firenze

di GUIDO SILIOTTO

Il nuovo libro di Alessandro Baronciani è qualcosa che forse non ci saremmo aspettati da lui. Dopo una serie di opere intimiste e raccontate in prima persona, ecco la svolta: addirittura un horror. “Negativa” (Bao Publishing, pp. 224 b/n, euro 21) rappresenta quindi una grossa novità e l’attesa era tanta per poter cogliere gli esiti di questo nuovo percorso. Anzi tutto, la trama: Stella è una modella di grande successo, tutti la vogliono fotografare. Anzi, ‘È stata così tanto tempo sotto i riflettori che è come se non avesse un’ombra’, recita la didascalia della voce fuori campo. A un certo punto però si trova coinvolta in una serie di delitti e fin da subito l’atmosfera si fa tesa e si piomba nell’incubo, un giallo che è anche un thriller psicologico, come un incontro tra Antonioni e certo noir italiano anni sessanta. Tutto ruota attorno ad una meditazione sul potere delle immagini in bianco e nero e alla mancanza, ora che domina il digitale, del negativo delle fotografie.

La storia è un nel po’ ingarbugliata, e le didascalie non aiutano. Quel che conta è che il libro si lascia divorare, salvo poi dover tornare in dietro più e più volte, per cogliere aspetti che a una precedente lettura si erano persi. Baronciani è bravissimo a costringerci a correre a perdifiato, ma anche a disseminare dettagli che sembrano tornare utili, ma si rimane poi con ben poco in mano, e bisogna tornare indietro. E alla fine si capisce che non conta tanto la vicenda, quanto la sensazione di malessere che le pagine generano l’una dopo l’altra. Ma al di là della trama, davvero straordinario il lavoro fatto sulle immagini: le vignette non esistono più se non in funzione della pagina, ma come frammenti di uno specchio rotto. E a volte neppure la pagina in sè rimane indenne: alcune sono tagliate, altre piegate su se stesse per generare immagini più grandi. Insomma, un lavoro complesso e affascinante, dal quale d’ora in poi non si potrà prescindere per apprezzare il percorso di questa che è, a tutti gli effetti, una delle firme più autorevoli del fumetto italiano.

  • Alessandro Baronciani parlerà di “Negativa” a Firenze giovedì 22 novembre 2018, ore 18,30, presso la libreria Feltrinelli in Via de’ Cerretani 40.

Lascia un commento