Grandi fioriere con alberelli, nuove sedute, la fontana con i giochi d’acqua… Piazza Guerrazzi a Livorno ha completato il nuovo look

Livorno

È stata completata in questi giorni l’installazione di elementi di arredo urbano sul lato sud di Piazza Guerrazzi, nel centro di Livorno. L’area interessata è quella sulla pavimentazione che fa da copertura al garage sotterraneo, all’inizio di Via Grande (lato piazza della Repubblica). Si tratta di 10 grandi fioriere con alberelli e di 6 sedute, che consentono di rendere più armonici e funzionali gli spazi.

GUERRAZZI 2

IL PROGETTO

Così viene spiegato l’intervento nella relazione dell’ufficio Progettazione e Qualificazione Spazi Urbani: il lato sud di Piazza Guerrazzi, delimitato da via Grande, via dei Cavalieri e da fabbricati residenziali multipiano, è frutto della ricostruzione postbellica degli anni ’50, quando fu dotato di un’aiuola centrale con una colonna su basamento, proveniente dalle rovine della via Grande bombardata, finché una ventina di anni fa ha subito una radicale trasformazione per la realizzazione dell’attuale garage ipogeo.

GUERRAZZI 1

Sopra la copertura del garage furono realizzati due corpi edilizi, che rappresentano per volume e semplicità stilistica, un’aliena presenza sull’area pavimentata. Lo spazio risulta esteticamente anonimo e non presenta alcun arredo (se non due lampioni sul lato sud) e non è assolutamente vissuto, ma solo attraversato pedonalmente dai cittadini.

Per compensare questo vuoto urbano, il progetto ha voluto introdurre elementi di arredo di qualità estetica e materica, con la posa di grandi ed eleganti vasi decorativi contenenti piccole alberature e sei panchine.

Non è stato possibile integrare l’arredo con impianti di illuminazione, irrigazione, ecc, data la presenza del garage sottostante (lo scarso spessore del solaio di copertura del garage e l’impossibilità di intervenire sulla proprietà privata hanno condizionato le scelte progettuali).

Nel dettaglio, gli elementi di arredo sono costituiti da fioriere in polietilene lineare a bassa densità, ottenuto mediante stampaggio rotazionale con protezione UV, 100% riciclabile, tinto in massa, ad alta resistenza meccanica. Il colore antracite con finitura opaca si lega alle grate decorative presenti nella pavimentazione. Le fioriere, che si caratterizzano per la semplice linea e la grande dimensione, contengono uno strato alleggerito (lapillo) e terra vegetale per la messa a dimora di un’essenza arborea, la Photinia Red Robin, che richiede una minima manutenzione periodica e che si caratterizza per un gradevole effetto estetico dato dall’alternarsi della colorazione verde e rossa nella varie fasi stagionali, con piccoli fiori bianchi.

Le fioriere sono disposte in due file di cinque elementi ciascuna, con orientamento ortogonale rispetto alla via Grande e parallele alle griglie di aerazione del garage.

Le sedute sono state inserite in linea estetica con le fioriere, e già dalle fasi finali della posa hanno offerto seduta a numerosi visitatori. La loro disposizione è divisa in due gruppi: un primo gruppo, formato da tre elementi e posto al centro della piazza, che costituirà luogo di aggregazione, e un secondo gruppo, costituito da tre sedute posizionate lungo il passeggio proveniente dai portici della via Grande.

LA FONTANA DI PIAZZA GUERRAZZI (LATO VIA DEL PANTALONE)

La  fontana ornamentale di piazza Guerrazzi, realizzata nel tratto di via del Pantalone compreso tra via delle Galere e via Grande, è entrata definitivamente un funzione venerdì 20 settembre 2019 con giochi d’acqua variabili ed effetti luminosi. La fontana era stata inaugurata il 7 giugno scorso in occasione della cerimonia di consegna alla città dell’intervento di riqualificazione che ha dato un nuovo volto a piazza Guerrazzi, nello specifico nello spazio di collegamento  tra il Cisternino di Città ed il Palazzo del Picchetto. Era stata accesa giusto per dare un’idea della  scenografica resa che l’impianto offre  al progetto complessivo di recupero dell’area, ma poi spenta in attesa del completamento dei lavori degli allacci elettrici.

fontana n1

Oggi i lavori si sono conclusi e la fontana può zampillare. Otto ugelli a filo pavimentazione  costituiscono una  sicura attrazione per i passanti che potranno apprezzare un nuovo ed  inaspettato modo di arredare la nostra città. Ogni giorno, ad inizio mattina, l’impianto si accende automaticamente iniziando da otto piccoli zampilli che progressivamente salgono fino ad un’altezza di due metri, alternando giochi d’acqua ad altezze variabili. Alla sera, prima di terminare il funzionamento quotidiano, la fontana offre l’ultimo spettacolo danzante ravvivato da luci led a variazione di colore che, dal basso, illumineranno i getti di acqua.
L’impianto resterà in funzione fino all’inizio della stagione invernale per riprendere con la primavera. Con il freddo l’acqua a terra potrebbe infatti ghiacciare e costituire un pericolo. La fontana ornamentale evidenzia l’elemento acqua, che sarebbe stato il fine dell’architettura del Cisternino se le vicissitudini storiche non lo avessero impedito.

 

Lascia un commento