Da Valencia a Livorno per perfezionarsi al Conservatorio Mascagni. Sabato 10 febbraio (alle ore 16) il giovane e talentuoso pianista spagnolo Rafael Soler Vilaplana protagonista di un concerto all’Auditorium Chiti. Musiche di Beethoven, Chopin e Granados

Il quinto concerto de “Il sabato del Mascagni”, la stagione concertistica del conservatorio Mascagni di Livorno, ritrova il talento spagnolo di Rafael Soler Vilaplana, diplomatosi presso il Conservatorio di Valencia e che si sta perfezionando al Conservatorio Mascagni di Livorno sotto la guida di Giovanni Nesi.

Al centro del recital che il ventiseienne valenciano proporrà al pubblico livornese ci saranno i quattro scherzi di Fryderyk Chopin, tra i più celebri brani del repertorio pianistico, incorniciati dalla sonata op. 101 di Beethoven e dal virtuosistico “El Pelele” di Granados, ispirato all’omonimo dipinto di Goya.

Ingresso libero

 

Auditorium Cesare Chiti, via Galilei 40, Livorno

10 febbraio 2024, ore 16

Rafael Soler Vilaplana, pianoforte

programma:

Ludwig van Beethoven (1770-1827) – Sonata in la maggiore n. 28 op. 101

 

Chopin (1810-1849) – Scherzo n. 1 in si minore op. 20;

Scherzo n. 2 in si bemolle minore op. 31;

Scherzo n. 3 in do diesis minore op. 39;

Scherzo n. 4 in mi maggiore op. 54

 

Enrique Granados (1867-1916) – El Pelele (Escena goyesca)

 

Rafael Soler Vilaplana, nato ad Albaida (Valencia), ha iniziato i suoi studi musicali presso l’Istituto Musicale “Salvador Giner” di Valencia, ottenendo nel 2010 una borsa di studio con il primo premio. Ha concluso i suoi studi presso questa istituzione nel 2016, sotto la guida della professoressa Sonia García, con il massimo dei voti e ha ricevuto il “Premio Profesional”.

Ha partecipato a masterclass di pianoforte tenute da Maestri come Andrea Lucchesini, Roberto Capello, Roberto Prosseda, Jin Ju, Istvan Gulyás, Josep Colom, Begoña Uriarte, David Kuyken, Javier Esplugues, Antonio Galera, Alexander Kandelaki, fra gli altri.

E’ stato premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali, come il premio per la migliore interpretazione di un brano romantico al concorso internazionale di Ibiza, il premio “Fundación Victoria y Joaquín Rodrigo” al Corso Universitario Internazionale di Musica Spagnola “Musica en Compostela”, e il secondo premio con menzione d’onore al V Concorso “Fidela Campiña” ad Almería. Ha ricevuto anche diverse borse di studio, tra cui la borsa di studio “Erik Torricelli” del Conservatorio di Siena e le borse di studio “Andrea Lanini” e “Ugo Ferrario” del Conservatorio di Musica di Livorno.

Rafael ha partecipato a numerosi concerti sia come solista che in diversi gruppi di musica da camera, esibendosi in sale prestigiose come il Teatro Goldoni, la Sala Martin y Soler del “Palau de les Arts” di Valencia, La sala “Casella” dell’Accademia Filarmonica Romana, l’Auditorio de Vinarós (Castellón), il Teatro “Federico Garcia Lorca” di Almería, l’Auditorio dell’Università di Alicante, l’Auditorio del Conservatorio de Albaida (Valencia), la Sala “Clemente”, il “Teatre Micalet”, la Sala “Cafè Mercedes”, la Sala di Concerti dell’Ateneu Mercantil de València, la Sala “Charles Darwin” dell’Università di València.

Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Superiore di Musica di València con i Maestri Bartomeu Jaume Bauzà e Belen Martín Piles, ottenendo il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Attualmente è iscritto al biennio di pianoforte con il Mº Giovanni Nesi nel Conservatorio di Musica “Pietro Mascagni” di Livorno.

 

Lascia un commento