maredigusto

San Vincenzo, al via “Un mare di gusto”. Tanti eventi, lo street food, le sardine sott’olio, il libro “Dall’atelier alla cucina” e gli assaggini dello chef Emanuele Vallini

In cantina e in cucina, Livorno

La palamita “in fiore” va finalmente in scena a San Vincenzo con il suo Mare di Gusto, organizzato dal Comune sanvincenzino con la direzione artistica della Chef Deborah Corsi della Perla del Mare. Sabato 19 maggio 2018 via al programma che prevede, per entrambi i giorni della manifestazione (sabato 19 e domenica 20 maggio) tutta una serie di eventi legati al gusto (a partire dai food truck dalle 19 alle 23), con protagonista la palamita e il pesce azzurro. Saranno presenti gli stand di Arcipesca, Avis, Blue Marlin, Agriturismo Costa etrusca, Giglio di mare, il Gustomobile, Il Sale, La Granita, La Lanterna, La Perla del mare, Le Metrò, Lupo Cantero, Maremma Maiala, Mum and Dad, Nettuno, Number One, Papaveri e mare, Pian delle More e Quartocielo. Inoltre, molti dei ristoranti che partecipano allo street food di sabato sera, fino a domenica proporranno in carta almeno un piatto dedicato alla palamita e al pesce azzurro in abbinamento ai fiori eduli.

Da non dimenticare poi il gusto dei cooking show, come quello dello chef Emanuele Vallini della Carabaccia di Bibbona che propone alcuni assaggi durante la presentazione del libro – alla Torre di San Vincenzo – “Dall’atelier alla cucina. Arte, moda e grandi menù” (ed. Ets Pisa) di cui è autrice Elisabetta Arrighi. Nel volume sono infatti contenute – ispirate alle storie di arte e moda – 26 ricette ideate dallo chef. L’appuntamento è alle ore 15.

A seguire un incontro sul progetto Avis sulla nutrizione di qualità “Successful Aging – Invecchiare con gusto” (ore 16), la presentazione in anteprima del progetto di recupero del gusto delle sardine dell’antica friggera di San Vincenzo (ore 17) con assaggi di sardine sott’olio nonché il convegno “La palamita che verrà – Il futuro della pesca nei nostri mari” (ore 18) che farà il punto sui sistemi di tutela e sviluppo della risorsa ittica del territorio. Infine per la prima volta assoluta il “Pranzo della Domenica”, una jam session culinaria lungo la passeggiata del Marinaio con quattro chef del territorio: Fabrizio Caponi (Osteria I’ Ciocio, Suvereto) con la palamita al fumo d’alloro, Ivano Lovisetto (Il Baccanale, Piombino) con la panzanella azzurra, Mirko Rossi (Il Doretto, Cecina) con i bottoni di canapa alla palamita e Deborah Corsi (La Perla del Mare, San Vincenzo) con la palamita “croc” e il dessert campigliese new style. Il tutto accompagnato dai vini del territorio. Sponsor dei fiori eduli del pranzo è l’azienda Carmazzi di Torre del Lago

Lascia un commento