nove

“Talk a Villa Bardini”, primo appuntamento dopo la pausa estiva. “All’inizio era il profumo” con lo scrittore Aldo Nove

Firenze, Libri & Fumetti

E’ con lo scrittore ed esperto di profumi Aldo Nove il nuovo appuntamento dei ‘Talk a Villa Bardini’ che riprendono dopo la pausa estiva. Il ciclo d’incontri sui grandi temi della contemporaneità è promosso dalla Fondazione CR Firenze in collaborazione con l’Associazione Culturale Wimbledon e con la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, ed è inserito nella programmazione dell’Estate Fiorentina 2018 del Comune di Firenze. L’artista interverrà venerdì 14 settembre 2018 alle ore 19.00 (ingresso Costa san Giorgio, 2 – Ingresso libero) sul tema ‘All’inizio era il profumo’ e la serata si inserisce nella manifestazione Pitti Fragranze 16 che si apre quel giorno alla Stazione Leopolda. Seguirà un cocktail e la visita alla mostra “Icons” di Steve McCurry.

Nove percorrerà la storia e la letteratura dei profumi, in una esperienza sensoriale e culturale unica e la sua conferenza sarà preceduta da un laboratorio per i bambini dai 6 ai 10 anni a cura di Gabriele Pino e Oriana Picceni sempre sul tema della fragranza. I posti sono limitati e si consiglia di prenotare: rsvp@pittiimmagine.com

‘’Riprendiamo dopo la pausa estiva – dichiara Jacopo Speranza, presidente della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron – questi incontri che hanno riscosso un grande favore da parte del pubblico. Costituiscono infatti una occasione di riflessione su temi di attualità in un luogo straordinario’’.

Aldo Nove è nato 51 anni fa in provincia di Varese. Ha pubblicato il suo primo libro di poesie nel 1988 e nel 1995 divenne un caso editoriale con Woobinda (Castelvecchi editore), poi uscito in versione arricchita nel 1997 per Einaudi. Da allora ha pubblicato romanzi, poesie, saggi e ha collaborato con i principali musicisti e artisti italiani. Ultimi suoi lavori sono un’edizione dei Tarocchi per l’Istituto Italiano Treccani in collaborazione con Mimmo Paladino e il romanzo “Il Professore di Viggiù. Ha cominciato a interessarsi di profumi da piccolo, e da due anni collabora con l’Osmothèque di Versailles. Ha raccontato la storia del profumo in Occidente e la sua esperienza con i profumi, con cui “gioca” da quando aveva tre anni, in “All’inizio era il profumo” (Skira 2017)

 

Lascia un commento