SETTIMANA VELICA A LIVORNO / 2. Seicento barche in gara e mille regatanti. I primi dettagli del programma e tanti eventi collaterali. Dal primo compleanno del Museo della Città al FiPiLi Horror Festival fino al concerto di Loredana Bertè. Puntando sulla salvaguardia del mare

Da non perdere, Livorno

Oltre 600 imbarcazioni e 1000 regatanti, 27 marine estere e 12 classi di regate: questa in numeri l’edizione 2019 della Settimana Velica Internazionale “Accademia Navale e Città di Livorno”. Ma tanto altro, legato al sociale e alla tutela e salvaguardia dell’ambiente nel “contenitore” della manifestazione che va anche oltre la vela (sopra il titolo: il monumento al marinaio dello scultore Tarrini e alcune barche in regata nel mare davanti all’Accademia navale).

Conferenza stampa SVIANCL 2019-3417
L’ammiraglio Ribuffo (al centro) con Bendinelli (Comune) e a sinistra Mazzoni (Circoli velici)

L’ACCADEMIA NAVALE, I CIRCOLI VELICI, IL COMUNE

Organizzata dall’Istituto di formazione degli ufficiali della Marina Militare, con il sostegno del Comune della città labronica e dei circoli nautici del litorale (ben dieci), la SVI (sintetizzata in un acronimo) in programma dal 23 aprile all’ 1 maggio 2019, è stata presentata dal Comandante dell’Accademia, ammiraglio Pierpaolo Ribuffo, dal direttore del Settore sport, turismo, partecipazione e grandi eventi dell’amministrazione cittadina Massimiliano Bendinelli, dal presidente del Comitato dei Circoli velici di Livorno, Andrea Mazzoni.

 

TUTTO COMINCIÒ CON LA REGATA DEL CENTENARIO

La “Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno”, che trae origine dalla “Regata del Centenario” che si svolse nel 1981, quando l’Accademia Navale compì il suo primo secolo di vita, oggi è tra gli eventi di spessore internazionale nel calendario della Federazione Italiana Velica. “La Settimana Velica Internazionale è una manifestazione oramai consolidata in questi tre anni che reinterpreta il rapporto storico fra la città di Livorno, l’Accademia e il mare, puntando sulla qualità al netto delle attività commerciali, con specifico riferimento al sociale e ai giovani e all’ambiente – le parole del Comandante dell’Accademia -. Possiamo dire che la SVI catalizza le energie del territorio.  Riteniamo che attraverso la vela gli studenti apprendano quei valori che noi trasmettiamo ed insegniamo i valori del mare, quali il rispetto dell’ambiente, del mare, il senso dell’equipaggio, il fare squadra, la solidarietà verso gli altri, valori che deve avere anche un cittadino. Non è detto che un buon cittadino sia marinaio ma un buon marinaio è sicuramente un buon cittadino”.

Conferenza stampa SVIANCL 2019-3428

LE CLASSI DI REGATA

Dodici le classi di regata: ORC/IRC, Tridente 16, Optimist, Laser (prova valida quale terza tappa dell’Italia Cup), Hansa 303, Vele Latine, 2.4 Mr, Martin 16, J24, Asso Bug, Windsurf e Vele d’Epoca con la regata valida quale prima prova del Trofeo Artiglio dell’AIVE. Tra queste da menzionare la Naval Academies Regatta, organizzata in collaborazione con la Lega Italiana Vela (LIV) e che vedrà sfidarsi davanti alla bellissima Terrazza Mascagni equipaggi provenienti da 27 Paesi del mondo in rappresentanza delle rispettive marinerie, Italia compresa. “E’ una grande opportunità – ha annotato Andrea Mazzoni -, e il lavoro in sinergia non può che portarci a grandi risultati. La SVI è cresciuta e i numeri lo confermano”.

LA REGATA DELL’ACCADEMIA NAVALE

Illustrata, inoltre, la “Regata dell’Accademia Navale”, una regata d’altura di oltre 600 miglia nautiche organizzata dallo Yacht Club Livorno in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda, che parte da Livorno, doppia una prima boa di fronte Porto Cervo ed una seconda di fronte Napoli. Nessun altro vincolo. La rotta abbraccia gran parte del Mar Tirreno ed è tra le più interessanti regate mediterranee.

GLI EVENTI COLLATERALI

L’edizione 2019 della Settimana Velica Internazionale sarà caratterizzata da numerose iniziative di promozione del mare tra le quali il concorso artistico “Il mare e le Vele”, organizzato in collaborazione con il quotidiano “Il Tirreno”, e da importanti iniziative benefiche in collaborazione con Fondazione Francesca Rava–NPH Italia Onlus e Unicef. Non mancherà il tradizionale convegno (29 aprile) sulla tutela dell’ecosistema marino che, quest’anno, affronta il tema di come “preservare il mare – in rotta verso l’acquisizione di una mentalità plastic free”. E nell’occasione verrà sottoscritta da Marina Militare, Comune di Livorno e Comitato Circoli velici livornesi la Charta Smeralda, un codice etico comportamentale per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente marino promulgato in occasione del Forum One Ocean organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda nel 2017 per il suo 50° anniversario. Un impegno che prevede un premio One Ocean che andrà alla prima imbarcazione che, durante la RAN, transiterà per prima in tempo reale davanti Porto Cervo.

In occasione dell’evento velico che richiamerà come ogni anno in città migliaia di visitatori e regatanti, Livorno offre un ventaglio di iniziative culturali ed opportunità turistiche per rendere più piacevole e vario il soggiorno di chi si trova a trascorrere alcune giornate primaverili nella città labronica. “Occasioni di svago – ha detto direttore del Settore sport, turismo, partecipazione e grandi eventi dell’amministrazione cittadina Massimiliano Bendinelli – ma anche di conoscenza di un territorio avviato in un percorso di candidatura a Livorno Capitale italiana della cultura 2021”.

******DA NON PERDERE

Il compleanno del Museo della Città. Grande vela, ma anche – come accennato – tanti eventi collaterali. Fra questi anche la celebrazione del primo compleanno del Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea (quartiere della Venezia). Una  giornata, quella del 20 aprile 2019, che sarà caratterizzata da una grande festa aperta a tutta la città con performance di danza, musica e arte.

Il concerto della Bertè. Sempre il 30 aprile al teatro Goldoni appuntamento con la musica e con la dirompente Loredana Bertè in concerto. Si tratta di una tappa deluso Liberty Tour che propone dal vivo i brani di “Liberty”, album pubblicato lo scorso 28 settembre. Accanto ai nuovi brani, la cantante proporrà anche alcuni ei suoi più grandi successi, da “Non sono una signora” a “Mare d’inverno”.

Il mese del jazz. Da non  dimenticare, poi, che aprile a Livorno significa jazz e in questo 2019 è in corso l’8^ edizione del Jam – Jazz Appreciation Month Livorno – International Jazz Day Unesco, con tanti appuntamenti musicali in giro per la città.

La Crew Parade. Proseguendo il breve excursus sugli eventi collaterali, dei quali daremo più dettagli all’avvicinarsi degli appuntamento, ecco la via Grande e piazza Grande  imbandierate per accogliere la Crew Parade, la parata degli equipaggi delle Marine estere. Il Museo Civico Fattori di Villa Mimbelli sarà aperto tutti i giorni (ad esclusione del lunedì, giorno di chiusura settimanale), ma resterà aperto il 25 aprile giorno della Liberazione. Aperto tutti i giorni anche il Museo della Città (salvo il lunedì).

La casa di Modigliani. Sarà inoltre aperta la casa natale di Amedeo Modigliani in via Roma 38. L’apertura sarà tutte le mattine dalle 10 alle 13, aperta anche il 25 aprile e il 1° maggio.

Il FiPiLi Horror Festiva, Dario Argento è la guest star. Dal 23 al 28 aprile, poi, si terrà l’ottava edizione del FiPiLi Horror Festival, unica manifestazione culturale in Italia che mette in scena lo spettacolo della paura nel cinema e nella letteratura, celebrando l’inesauribile legame che intercorre tra queste due discipline. Molti gli ospiti del ricco programma di eventi, che si articolerà su masterclass sui mestieri del cinema, laboratori di scrittura creativa, dibattiti, incontri e presentazioni di libri, proiezioni di film tra anteprime e cult di genere e proiezione dei cortometraggi in gara. Ospite d’eccezione dell’edizione 2019 il regista Dario Argento che sarà il 27 aprile alla Gran Guardai. Il festival si terrà in più sedi: al Nuovo Teatro delle Commedie, al cinema teatro La gRan Guardia e alla Libreria.

Lascia un commento