Nella città globale, cercando di vendere ricordi: “Glimpses of Cities” al Manzoni di Calenzano. Michele Crestacci è “Felice” per Scenari di Quartiere a Livorno

Firenze, Livorno, Teatro e Danza
AVAMPOSTI TEATRO FESTIVAL: AL MANZONI DI CALENZANO APPUNTAMENTO CON “GLIMPSES OF CITIES”
Che genere di metropoli stiamo creando?  In programma giovedì 19 settembre 2019 al Teatro Manzoni di Calenzano nell’ambito di Avamposti Teatro Festival, lo spettacolo “Glimpses Of Cities”, di Nicola Pianzola (autore e attore) e Anna Dora Dorno (regista), rappresenta la nostra visione critica della società globale, ma anche il tentativo di coglierne aspetti positivi legati al continuo movimento, al viaggio e allo spostamento. Un uomo, un emarginato venditore delle metropolitane, fa il suo ingresso nella città globale, cercando di vendere “ricordi”, di stimolare il pubblico ad entrare in una dimensione parallela, a riflettere su cosa hanno perduto nel caos generato dai ritmi frenetici delle città.  La scena non è altro che una scatola bianca, vuota e visivamente ricomposta di volta in volta, attraverso la rievocazione di un ricordo espresso in forma di racconto e di video che appare mappato in formati e misure differenti, evocando l’oblò di una nave, la visione frastagliata di un vetro rotto, lo schermo di un cinema, di un televisore e di altri dispositivi digitali ed analogici.
Instabili Vaganti_0050 2In questo viaggio planetario il testo, interamente scritto da Nicola Pianzola, affronta tematiche di forte attualità, attraverso l’esperienza vissuta dalla compagnia stessa, in luoghi problematici e di forte tensione politica. Appaiono così nel racconto frammentario, espresso sotto forma di ricordi numerati, la crisi coreana, raccontata dagli anziani di un villaggio nelle risaie vicine a Seul, le sparizioni forzate in Messico e il problema dell’attraversamento delle frontiere, i contrasti di classe nel sub-continente indiano, ma anche aspetti caratterizzanti delle differenti culture del mondo. Stereotipi e aneddoti tracciano la figura di questo super uomo, una sorta di Marco Polo contemporaneo, abitante modello della città globale. Produzione Instabili Vaganti con il sostegno di Mibac e Siae nell’ambito del programma “Per Chi Crea”.

Biglietti da 5 a 13 euro. Prevendite nei punti Box Office Toscana e online su Ticketone. Info e prenotazioni tel. 335.1002886 / 055.8877213 – www.teatrodelledonne.com.

Avamposti Teatro Festival 2019 è organizzato dal Teatro delle Donne con il sostegno di Comune di Firenze_Estate Fiorentina, Comune di Calenzano, Città Metropolitana di Firenze, Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione CR Firenze, Unicoop Firenze, Rat.
 
Programma Avamposti Teatro Festival
ww.teatrodelledonne.com
facebook/ilteatrodelledonne
twitter/teatro_donne
instagram/teatrodelledonne

Info e prenotazioni
Teatro Manzoni – via Mascagni 18 – Calenzano (Fi)
teatro.donne@libero.itwww.teatrodelledonne.com
Tel. 335.1002886  / 055 8877213 / teatro.donne@libero.it

IL TEATRO DELLE DONNE – Centro Nazionale di Drammaturgia
Sede operativa: TEATRO MANZONI
via Mascagni, 18 – 50041 Calenzano
055.8877213 – 055.8876581
teatro.donne@libero.itwww.teatrodelledonne.com
 ________________________________________________

SCENARI DI QUARTIERE A LIVORNO: IN PIAZZA CAVALLOTTI C’È “FELICE” CON MICHELE CRESTACCI
Sarà Michele Crestacci il protagonista del nuovo appuntamento della rassegna “Scenari di Quartiere”, organizzata dal Comune di Livorno e Fondazione Teatro Goldoni con la direzione artistica di Fabrizio Brandi: venerdì 20 settembre 2019, alle ore 19 in piazza Cavallotti (Quartiere Benci-Centro), l’attore livornese presenterà “Felice” di cui è autore insieme a Alessandro Brucioni. Uno spettacolo prodotto da mo-wan teatro in coproduzione con Scenari di Quartiere – Fondazione Teatro Goldoni, che era stato già apprezzato lo scorso marzo nell’anteprima proposta per l’edizione invernale della rassegna nelle case private dei negli appartamenti di Pontino, Collinaia ed Antignano.
Michele Crestacci_foto di repertorio
Michele Crestacci

Lascia un commento