danielRivera

Musica Sacra Sanctae Juliae: il maestro Daniel Rivera apre il festival (la sera del 4 maggio) con il concerto “In interiore homine” . Secondo appuntamento (il 5) con i giovani talenti che interpretano “Verso Dio”, tre secoli di storia della musica

Concerti e Lirica, Livorno

La quinta edizione del Festival Internazionale di Musica Sacra Sanctae Juliae, diretto dal mezzosoprano e pianista livornese Marta Lotti, si apre sabato 4 maggio 2019 alle ore 21 con il concerto, ad ingresso gratuito, “In interiore homine” del grande pianista argentino, Daniel Rivera. Farà da cornice la chiesa di Santa Giulia, attigua al Duomo di Livorno, già teatro di molte esecuzioni musicali nelle passate stagioni del Festival.

Il Maestro Rivera eseguirà un programma interamente dedicato a Franz Liszt: Bénédiction de Dieu dans la solitude e Funérailles da Les Harmonies poétiques et religieuses (1845-52) e la Sonata in si minore(1852-53).    

Tutta l’esistenza di Franz Liszt, pianista, compositore, direttore d’orchestra ungherese dell’800, è stata guidata da una profonda spiritualità che pervade tutte le sue composizioni. Ha scritto innumerevoli brani  espressamente religiosi e legati al Cristianesimo: dalla Ave Maria del 1842 fino alle ultimissime composizioni, attraverso Salmi, Leggende e Vite di Santi, Pater Noster, Christus, Requiem, Te Deum, Antifone, Preghiere, Inni, Messe e molte altre opere sacre. Egli stesso ha ricevuto nel 1865 la Tonsura e gli ordini minori in Vaticano e da allora soggiornava costantemente a Villa D’Este, splendida dimora edificata per volere del Cardinale Ippolito d’Este nel ‘500, dove trovava la pace e il raccoglimento necessari a comporre.

CONCERTO DEL 5 MAGGIO 2019, CHIESA DI SANTA GIULIA / Sarà ancora la chiesa di Santa Giulia a ospitare, domenica 5 maggio alle ore 17, con la sezione giovani talenti dell’Accademia di Perfezionamento Musica Ritrovata sotto la guida del M° Daniel Rivera: Lucrezia Liberati, Simone Librale, Jacopo Mai, Edoardo Mancini. Il concerto “Verso Dio”, attraverso un viaggio di tre secoli nella storia della musica, presenta importanti brani sacri di vari compositori: J.S. Bach, compositore, insegnante, musicista, Maestro di Cappella tedesco nato nel 1685, è autore di  una incredibile quantità di composizioni sacre, spesso scritte per le celebrazioni liturgiche; F. Liszt, straordinario pianista, compositore e direttore d’orchestra ungherese, nato nel 1811, è costantemente ispirato da una profonda spiritualità e dal Cristianesimo;  C. Franck, pianista, organista, docente, Maestro di Cappella e compositore belga nato nel 1822, molto stimato dallo stesso Liszt, autore di numerose composizioni sacre; infine O. Messiaen, organista e compositore francese nato nel 1908, ha posto alla base della sua poetica la contemplazione del creato e l’estasi religiosa. Il concerto promuove la raccolta fondi a favore della fondazione Telethon che, come è noto, si occupa della ricerca sulle malattie rare. 

I concerti sono ad ingresso gratuito

  • Daniel Rivera esordisce nel nostro Paese negli anni ’70 grazie alle premiazioni in importanti concorsi pianistici internazionali tra i quali Busoni, Ciani, Pozzoli, Rina Sala Gallo, Cata Monti, il Beethoven di Vienna, ReineElisabeth di Bruxelles, il Liszt-Bartók di Budapest e il PalomaO’Shea di Santander, dove ottenne tre primi premi assoluti, due secondi premi e numerose menzioni speciali. Primo giovane pianista, in Italia, a presentarsi in recital con la serie completa degli Studi Trascendentali di Liszt, e il più giovane ad incidere, per la Ricordi, la Sonata Hammerklavier di Beethoven, iniziò in quel periodo quella che oggi si può considerare una prestigiosa carriera pianistica, presentandosi nei maggiori teatri del mondo, tra cui la Sala Philarmonia di Kiev, il Queen Elizabeth Hall di Londra, il Park Musik Hall di Dallas, il Musikverein di Vienna, il Teatro Colón de Buenos Aires. Daniel Rivera oggi èconosciuto e stimato nel panorama concertistico internazionale,considerato un pioniere delle sfide pianistiche e interprete di programmi ed opere di rare esecuzioni, interesse questo che culmina nel 2002, quando presenta in prima esecuzione mondiale una sua trascrizione pianistica della “Sagra della Primavera” di Stravinsky, confermando ancora una volta le sue straordinarie capacità tecniche e interpretative. Questa interessante, e unica trascrizione al mondo, suscita l’interesse di Martha Argerich, che lo invita personalmente al “Progetto Martha Argerich” di Lugano, dove Rivera si presenta nel giugno del 2009. Da quel momento, il legame con la leggendaria pianista argentina, si trasforma in un’intensa collaborazione artistica. Con Martha Argerich, Rivera si presenta in duo pianistico (due pianoforti e pianoforte a 4 mani) nel Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Politeama di Catanzaro, Teatro Nuovo Giovanni di Udine, Festival Pianistico di Pietrasanta e Ascoli Piceno, fino al memorabile concerto del 19 e 20 ottobre 2012, al Teatro ElCirculo di Rosario (Argentina) del quale, nel giugno 2014, sono usciti 4 cd, editi e distribuiti dalla Irco di Buenos Aires, e per l’inaugurazione del nuovo Teatro Petrarca di Arezzo, nel dicembre 2015. Sempre per la Irco Cosentino di Buenos Aires ha registrato 2 Cd’s con trascrizioni e parafrasi di Opera di Franz Liszt e i 12 Studi trascendentali. Membro di Giurie in importanti concorsi pianistici nazionali ed internazionali, Daniel Rivera Docente di Pianoforte Principale presso l’Accademia Internazionale di Musica e Arte “Aimart” diRoma, l’Accademia delle Arti di Sarzana e l’Accademia Musica Ritrovata di Livorno. Nato nel 1952, a Rosario (Argentina) . Giunge in Italia, dove tutt’oggi vive, nel 1973 grazie alla borsa di studio ottenuta vincendo il primo premio “Vincenzo Scaramuzza” organizzato dal “Fondo Nacional de lasArtes” e dal “Mozarteum Argentino”.
  • Lucrezia Liberati, nata a Viterbo nel 1997, ha conseguito il diploma accademico di primo livello in Pianoforte con la votazione di 110 e lode, sotto la guida del M° Daniel Rivera presso l’istituto “Mascagni” di Livorno dove sta attualmente frequentando anche il biennio di laurea con il M° Maurizio Baglini. Numerosi i concorsi pianistici cui ha partecipato qualificandosi sempre nelle prime posizioni e conseguendo diversi primi premi assoluti. Lucrezia eseguirà brani di F. Liszt, da Les Harmonies poétiques et religieuses: Invocation e Cantique d’Amour.
  • Jacopo Mai, giovane pianista grossetano del 1996, consegue la laurea con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso l’ISSM “Mascagni” a Livorno sotto la guida del M° Rivera nel febbraio del 2017. Frequenta il secondo anno del Biennio di Pianoforte presso l’ISSM a Livorno sotto la guida del M° Rivera e si perfeziona presso l’Accademia Internazionale di Musica a Roma con il M° Bogino. E’ vincitore di numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali. Jacopo eseguirà, di J.S. Bach, il Corale dalla Cantata “Herz und Mund und Tat und Leben“ BWV 147, trascrizione per pianoforte e di Bach (?)‐Kempff il Siciliano, BWV 1031.
  • Edoardo Mancini nasce il 6 giugno 2000 e comincia privatamente lo studio del pianoforte all’età di 4 anni con la Professoressa Scilla Lenzi. Nonostante la giovanissima età, a 9 anni viene ammesso all’Istituto Musicale Mascagni di Livorno nella classe del Maestro Daniel Rivera, dove si è laureato nel 2017 a soli 17 anni, ottenendo il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. E’ vincitore di numerosi primi premi assoluti in concorsi nazionali ed internazionali. Edoardo eseguirà di C. Franck: Preludio, Fuga e Variazione Op. 18 in si minore.
  • Simone Librale ha intrapreso lo studio del pianoforte presso l’Istituto musicale “P. Giannetti” con il M° Giuliano Adorno sotto la cui guida conclude il corso pre‐accademico. Attualmente frequenta i corsi accademici presso l’ISSM “Pietro Mascagni” di Livorno sotto la guida del M° Maurizio Baglini e del M° Daniel Rivera. Ha partecipato a vari concorsi nei quali è sempre stato premiato o vincitore. Simone eseguirà di O. Messiaen: Le baiser de l’Enfant‐Jésus da Vingt regards sur l’Enfant‐Jésus.

L’Associazione Musica Ritrovata di Livorno si occupa della formazione e della produzione in ambito musicale e culturale attraverso tre principali progetti: la scuola Musica Ritrovata Sanctae Juliae con sede a Livorno, il progetto di scambio culturale con le Università dell’Henan (Cina), sotto la supervisione del soprano Michela Sburlati e infine, il Festival Internazionale di Musica Sanctae Juliae.

  • Il Festival Internazionale di Musica Sanctae Juliae, nasce dall’idea della sua direttrice artistica Marta Lotti, coadiuvata dal maestro Emanuele Lippi, dal soprano Michela Sburlati e da Paolo Bernardi in collaborazione con il Comune di Livorno, la Venerabile Arciconfraternita di Santa Giulia e l’Autorità Portuale di Livorno.

Il Festival si connota come una rassegna internazionale che rappresenti un’importante occasione per la città di Livorno e per la regione Toscana, intendendo riscoprire il patrimonio architettonico della propria città, ispirandosi alla Patrona Santa Giulia cui è dedicato, e riproponendo un vastissimo repertorio di musica sacra, e non solo, a cui si sono dedicati anche compositori livornesi della tradizione minore. Fondamentale la riscoperta e la valorizzazione della città di Livorno con i suoi numerosi luoghi e personaggi della storia cittadina da raccontare e le molte le pagine in musica da ritrovare, riascoltare e perfino scoprire. Livorno, città dai mille volti e mille talenti.

Web: http://www.musicaritrovata.it – Mail: mailto:festivalsj@musicaritrovata.it

Social: Facebook.com/festivalsanctaejuliae – Instagram.com/musicaritrovata

 

Lascia un commento