MITO SettembreMusica: conclusa fra Torino e Milano la 13^ edizione con 74mila presenze . Il 28 settembre su Rai5 un documentario sull’edizione 2019 (con un arrivederci al 2020)

Fuori Toscana

74.000 spettatori nelle città di Milano e Torino, 50 concerti esauriti e molti altri appuntamenti vicini al sold out. Sono questi i numeri della tredicesima edizione del Festival MITO SettembreMusica, che dal 3 al 19 settembre 2019, con i suoi 128 concerti nel segno del tema “Geografie”, ha trasportato il pubblico in un viaggio ai quattro angoli del mondo, servendosi della musica come di un ideale navigatore. Nell’arco di diciassette giorni si sono scoperti luoghi, tradizioni e linguaggi che hanno segnato diverse culture del pianeta, generando un interesse e una partecipazione eterogenei e trasversali. 

Fra gli appuntamenti di maggior successo di quest’anno si possono ricordare i concerti che hanno visto protagonisti Martha Argerich e Zubin Mehta alla guida della Israel Philharmonic Orchestra; l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Ion Marin; Alexander Romanovsky e Myung-Whun Chung con la Filarmonica della Scala; Marin Alsop sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino; John Axelrod e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai con Tine Thing Helseth e Rachel Harnisch come soliste; il Third Coast Percussion, che ha eseguito in prima europea Perpetulum di Philip Glass, co-commissionato da MITO. Senza dimenticare l’invasione del Giorno dei cori, cui si è unito il pubblico, sempre più numeroso, in MITO Open Singing.

I momenti più significativi di questa tredicesima edizione saranno inclusi nel documentario di Barbara Pozzoni, prodotto da Rai Cultura, dal titolo MITO 2019: Le geografie della musica, che andrà in onda in prima TV su Rai5 sabato 28 settembre 2019 alle 23.15. L’appuntamento è per la quattordicesima edizione del Festival, che si svolgerà dal 3 al 21 settembre 2020.

Info: www.mitosettembremusica.it

Lascia un commento