Luci spente nei palazzi e simboli cittadini per fare entire la voce dei sindaci contro il caro bollette. A Livorno resterà spenta la facciata di Palazzo Civico

Il Comune di Livorno aderisce all’iniziativa lanciata da Anci di spegnere, in segno di protesta simbolica, palazzi e simboli cittadini per far sentire la voce dei sindaci contro il caro bollette.
La sera di giovedì 10 febbraio 2022, giorno nel quale la protesta prenderà forma, le luci della facciata del Palazzo Comunale resteranno spente.
“Le risposte dal governo alle nostre richieste non sono sufficienti. Evidentemente non si percepisce il rischio che questa crisi si ripercuota negativamente sui bilanci degli enti locali e di conseguenza, soprattutto, sulla possibilità di erogare con continuità i servizi pubblici ai cittadini. Per questo motivo giovedì 10 febbraio, alle ore 20, molti Comuni del Paese spegneranno simbolicamente l’illuminazione di un edificio rappresentativo o di un luogo significativo per la comunità”: così il presidente Anci, Antonio Decaro intervenendo sul tema dei rincari delle bollette dell’energia elettrica.
Oltre a quello di Livorno, sono numerosi i Comuni che hanno abbracciato l’iniziativa, un numero destinato a crescere nelle prossime ore. 

Lascia un commento