marzano oblate

INTEMPORANEA FESTIVAL. Il significato di amore: giovedì 19 settembre alle Oblate c’è Michela Marzano con la lectio magistralis “Sei terra che dolora e che tace…”. E in ottobre Edoardo Nesi e Sandro Veronesi presentano i loro nuovi libri

Da non perdere, Firenze

Amore come frutto del riconoscimento, amore come luogo simbolico, come valore di unione e solidarietà. Riportare al centro del discorso l’amore: questa sarà la linea guida per la lectio magistralis di Michela Marzano, dal titolo “Sei terra che dolora e che tace…”, che avverrà alla Biblioteca delle Oblate (nella Sala Sibilla Aleramo) giovedì 19 settembre 2019 alle ore 21. L’ispirazione arriva dai versi di un componimento di Cesare Pavese, in occasione dell’anniversario dei cinquant’anni dalla sua scomparsa. Sarà proprio la celebre scrittrice ad aprire “Intemporanea Festival”, la prima edizione della rassegna ideata e diretta da Pinangelo Marino. L’incontro fa parte dell’ampio cartellone di eventi dell’Estate Fiorentina 2019, progetto del Comune di Firenze.

  • Come poter parlare di amore oggi? Come uscire dalle banalità, dal sentimento di paura che talvolta nasce dall’incontro con l’altro diverso da sé? Domande aperte che troveranno molteplici risposte nella lezione, ad ingresso gratuito, di Michela Marzano. Non sarà un’opera semplice: “anche semplicemente perché non c’è possibilità di amore quando non si è accettati e riconosciuti per quello che siamo, indipendentemente dalle aspettative e dalle pretese altrui”, dice la scrittrice.
  • Intemporanea Festival si articolerà in due sezioni. Quello che inizia giovedì 19 settembre prende il nome di Intemporanea – Incontri e ospiterà, oltre appunto alla scrittrice e filosofa (il cui ultimo romanzo “Idda” è del 2019), due scrittori di fama internazionale e originari della Toscana come Edoardo Nesi (Premio Strega 2011), nel giorno mercoledì 2 ottobre alle ore 21 alla Biblioteca delle Oblate (nella sala Sibilla Aleramo), e Sandro Veronesi (Premio Strega 2006), mercoledì 30 ottobre ore 21 al Cenacolo di Santa Croce, con le anteprime nazionali dei nuovi attesi romanzi. 
  • Per la sezione Intemporanea – Atelier invece, sarà creata la lettura scenica dal titolo “Lammerica”, ispirata ai diari privati di Chiara Calda e Teresa Luongo, due donne comuni del Novecento che hanno vissuto il periodo della migrazione italiana. Prodotto in esclusiva dal festival, lo spettacolo sarà eseguito in prima assoluta lunedì 23 settembre alle ore 21 presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. In collaborazione con la compagnia teatrale Catalyst e con il centro di ricerca produzione e didattica musicale Tempo Reale, l’opera avrà la regia di Riccardo Rombi, con le attrici Giorgia Calandrini e Dafne Tinti e le musiche originali di Giovanni Magaglio. I diari scelti per la mise en espace provengono dalla selezione di testi eseguita per il progetto “Italiani all’estero” dell’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, realizzato con il contributo della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.idiariraccontano.org). 

 

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero con prenotazione.
Per info e prenotazioni: intemporanea.produzione@gmail.com

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

INTEMPORANEA INCONTRI
Per info e prenotazioni: intemporanea.produzione@gmail.com

Giovedì 19 settembre ore 21, Biblioteca delle Oblate – Sala Sibilla Aleramo 

Michela Marzano Lectio magistralis: “Sei terra che dolora e che tace…”

 

Lunedì 23 settembre, ore 21, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea

Lettura scenica “Lammerica” (mise en espace)

 

Mercoledì 2 ottobre ore 21, Biblioteca delle Oblate – Sala Sibilla Aleramo / Edoardo Nesi presenta il nuovo romanzo 

 

Mercoledì 30 ottobre, ore 21, Cenacolo di Santa Croce / Sandro Veronesi presenta il nuovo romanzo.

Lascia un commento