Da Sinatra a Presley, dal jazz ai cartoni animati, dal cinema ai Queen: il vivace concerto degli auguri di Presidio (a Livorno) con la Fanfara dell’Accademia navale, la Fanfara della Scuola marescialli e brigadieri dei carabinieri e la Banda della Brigata Folgore

Firenze, Focus, Livorno, Pisa

L’albero di Natale lampeggia con le sue lucine in uno dei lunghi corridoi dell’Accademia navale di Livorno. Dove, per una sera, il jazz, il rock, e i classici delle canzoni natalizie hanno risuonato nel grande edificio della palestra nel quale si è svolta la serata degli auguri di Presidio di cui è comandante il contrammiraglio Giuseppe Tarzia, ai vertici della Capitaneria livornese e della Direzione marittima della Toscana, e con il comandante dell’Accademia, contrammiraglio Flavio Biaggi. Una serata in cui sono state protagoniste una banda, due fanfare e il pubblico (compresi gli allievi ufficiali) che con battimani, ma anche cantando, ha seguito con gioia e interesse il programma musicale proposto.

IMG_8960

Prima dell’inizio del concerto, il comandante dell’Accademia ha dato il benvenuto agli ospiti, seguito dal saluto augurale portato dal comandante del Presidio Tarzia.

IMG_8962

“In scena” (la serata è stata presentata da una guardiamarina, un’allieva e un aspirante, spigliati e simpatici) sono salite la Fanfara dell’Accademia navale diretta dal Maestro 1° luogotentente Franco Impalà, la Fanfara della Scuola Marescialli e Brigadieri dei carabinieri di Firenze diretta dal Maestro luogotenente Ennio Robbio, e la Banda musicale della Brigata paracadutisti Folgore diretta dal sergente maggiore Francesco Tarantino. Per cominciare è stato suonato l’Inno di Mameli, poi via libera alle scelte musicali dei tre complessi. I musicisti della Folgore si sono cimentati con brani tratti della colonna sonora dei film della serie “Pirati dei Caraibi”, poi hanno proposto “Anime Dreams” medley di sigle di cartoni animati, quindi il famosissimo brano “All I Want for Christmas is You”. 

La Fanfara della Scuola,a carabinieri fiorentina ha invece puntato su un medley di canzoni del grande Frank Sinatra, quindi il secondo medley “Tiger Rag”, infine “Bugler’s Holiday” e una carrellata di brani natalizi, compreso l’immancabile Jingle Bells.

IMG_8965

La Fanfara “di casa”, ovvero quella dell’Accademia navale, ha puntato sulla’”America” di Hengel Gualdi e un tributo ad Elvis Presley, per proseguire con il medley “At a Dixieland Jazz Funeral” e con brani dalla colonna sonora di “Grease”, per poi virare decisamente sui Queen e la loro “Bohemian Rhapsody” (per l’occasione si è unito all’ensemble della Fanfara anche un allievo ufficiale della prima classe), e concludere (con cappellini da Babbo Natale e occhiali a tema natalizio inforcati dal Maestro Impalà), con alcuni brani dal film cult con Tom Cruise, il famoso “Top Gun”.

Non è mancata, a conclusione della serata, la classica “Marcia di Radetzky”, che i tre ensemble musicali hanno suonato insieme. Con il pubblico a scandire la musica con le mani.

Poi tutti in sala ricreazione per il brindisi finale e gli auguri di Buon Natale e Buon 2020. (e.a.)

 

Lascia un commento