CORONAVIRUS. Parte anche a Livorno la “spesa sospesa”, dal 4 fino al 18 aprile nella Bottega di Campagna Amica e al mercato settimanale di via Padre Sagliocco. L’intervento di Coldiretti, coop sociale Il Simbolo e Caritas. La riflessione dell’assessore Raspanti

Livorno

Parte a Livorno la “spesa sospesa”. L’iniziativa di solidarietà che in molte parti d’Italia sta diventando una forma concreta di sostegno, da sabato 4 fino al 18 aprile 2020 sarà attiva anche nei locali della Bottega di Campagna Amica Livorno e al mercato settimanale di via Padre G. Sagliocco. 

Alla Bottega, grazie all’impegno e allo slancio della titolare Paola Chiellini, sarà possibile devolvere una parte dei propri acquisti al box dedicato alle donazioni. Con la collaborazione della cooperativa sociale Il Simbolo, il cibo raccolto – sia fresco che a media/lunga conservazione – verrà dato alle persone che attualmente vivono nelle strutture per l’emergenza abitativa gestite dalla cooperativa. Si tratta di due alloggi, dove vivono rispettivamente 12 donne e 16 uomini, a cui si aggiunge l’asilo notturno, che in questo periodo è aperto h24, per un totale di circa 50 persone che riceveranno la spesa. 

Le donazioni raccolte al mercato settimanale invece, verranno gestite dal gruppo Caritas della Parrocchia del Sacro Cuore dei Salesiani di Don Bosco di Livorno, che si occuperò di distribuire i viveri fra circa 80 gruppi familiari in difficoltà, con cui la parrocchia ha già un legame da tempo. 

Questa iniziativa di solidarietà – dichiara l’assessore al Sociale del Comune di Livorno Andrea Raspanti – offre un prezioso supporto a servizi dedicati a persone tra le più povere e sole del nostro territorio, che nella necessaria rarefazione dei rapporti sociali conseguente ai provvedimenti che il Governo ha messo in campo per contenere l’epidemia rischiano di trovarsi esposti a maggiori disagi e sofferenze. E’ particolarmente importante, per loro e per gli operatori che prestano loro assistenza, ricevere queste testimonianze di prossimità. Ma non solo: in queste ore tocchiamo con mano il valore generativo della solidarietà; ogni gesto di generosità ne richiama e ne risveglia altri in una catena che rinsalda i legami comunitari e rammenda le troppe lacerazioni del nostro tessuto sociale. In questo frangente così drammatico, sono tante le realtà che stanno operando per sostenere coloro che si trovano in difficoltà. A loro – conclude l’assessore Raspanti – va la riconoscenza più sincera dell’Amministrazione, a nome dell’intera comunità cittadina”. 

“Tutti i clienti, ma anche i produttori, di Campagna Amica, potranno mostrare la propria vicinanza a chi già soffre una condizione svantaggiata, ora resa ancora più gravosa dall’emergenza sanitaria”,  commenta il presidente di Coldiretti Livorno e membro di giunta nazionale di Terranostra Simone Ferri Graziani. “Ci saranno anche molti prodotti freschi – aggiunge – messi a disposizione dalla Bottega stessa, ma speriamo anche dai cittadini. Un elemento importante quest’ultimo, dato che spesso nelle donazioni di questo tipo si preferiscono prodotti a lunga conservazione, mentre per le famiglie è fondamentale avere frutta e verdura fresca sulle tavole. Questa “spesa sospesa” diventa così particolarmente preziosa per le persone che ne beneficeranno”.

Concorda Roberto Lenzi del gruppo Caritas della Parrocchia, da anni presente sul quartiere della Stazione, dove offrono aiuto concreto a circa 250 persone, tra cui 35 minori e moltissime persone anziane. “Da anni – dice Lenzi -svolgiamo servizi di sostegno e ascolto al quartiere, anche con le donazioni della nostra comunità e del banco alimentare. Ma la frutta e la verdura fresche sono una novità che abbiamo accolto con grande gioia. È proprio ciò di cui le famiglie hanno più bisogno”. 

L’iniziativa è frutto della collaborazione fra Coldiretti Livorno, Campagna Amica e Terranostra, che hanno unito le forze per realizzare l’idea in brevissimo tempo. “Siamo felici di collaborare”, dice Daniele Bavone della cooperativa Il Simbolo, “è un gesto di solidarietà che siamo certi verrà accolto dai cittadini e replicato”. 

Lascia un commento