Concerto di Natale nel Duomo di Pisa con la Cappella Musicale della Cattedrale, l’Orchestra da Camera di Mantova. il Coro Voci Bianche scuola Buonamici e quattro voci soliste. Dirige il maestro Riccardo Donati

Concerti e Lirica, Pisa
Sabato 14 dicembre 2019 alle ore 21, nella Cattedrale di Pisa, torna l’appuntamento con il Concerto di Natale voluto e organizzato dall’Opera della Primaziale Pisana, con il contributo di Fondazione Pisa. Interpreti di questa XV edizione la Cappella Musicale della Cattedrale di Pisa, l’Orchestra da Camera di Mantova, diretti dal Maestro Riccardo Donati. Come di consueto, impreziosirà la serata il Coro di voci bianche della scuola di musica Buonamici di Pisa, diretto da Angela Ditaranto. Voci soliste Serena Bozzo soprano, Margherita Maria Sala mezzosoprano, Salvatore De Benedetto tenore e Piermarco Viñas basso. In programma di Joseph Haydn la Missa in Si bemolle Maggiore (Theresienmesse), Hob:XXII:12 per soli coro e orchestra, seguita da Nenia Bascadi autore anonimo, Dormi non piangere di Licinio Refice (1883-1954), Ninna Nanna Johannes Brahms (1833-1897), La Vergine degli angeli di Giuseppe Verdi (1813-1901) e il brano tradizionale Noël Noël. 
orchestra mantova
 In occasione del concerto il pubblico avrà la possibilità di sostenere, con una libera offerta, il progetto di solidarietà promossa dall’Arcidiocesi di Pisa-Caritas Diocesana, “Docce per i poveri”. Sono 194 le persone che nel 2018 hanno usufruito di questo servizio, per un totale di 2338 docce fatte. L’igiene personale è un bisogno essenziale dell’essere umano e il servizio docce della Caritas diocesana è in città l’unica possibilità di prendersi cura di sé per molte delle persone “senza diritti”. 
 
Franz Joseph Haydn trascorse la maggior parte della sua lunga carriera in Austria, come maestro di cappella alla corte degli Esterházy. Composta per l’organico della cappella privata di questa famiglia, in mezzo alle due più famose e più frequentemente eseguite sorelle, la Missa in angustiis e la Missa solemnis in si bemolle maggiore, la Theresienmesse del 1799 ha sortito ingiustificatamente una minore fortuna. Anche il nomignolo è velato da equivoci: si crede infatti comunemente che la Teresa alla quale essa s’intitola sia la grande Maria Teresa sacra romana imperatrice, felicemente passata a miglior vita diciannove anni prima della composizione della messa. Si tratta invece della più modesta Maria Teresa, consorte dell’imperatore Francesco I; anche se in realtà, la vera dedicataria di questa, come di tutte le altre Messe composte da Haydn dal 1795 in poi, fu la bella principessa Marie Hermenegild Esterházy nata Liechtenstein, moglie di Nicolaus II. 
Riccardo Donati, nato a Pisa nel 1965, studia pianoforte e composizione e nel 1989 si diploma sotto la guida di Elisa Luzi in organo e composizione organistica con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. All’età di 13 anni è chiamato alla Cattedrale di Pisa come secondo organista; nel 1980 diviene primo organista. Segue corsi di musicologia liturgica e si perfeziona in direzione d’orchestra, organo e musica corale per divenire dal 1992 il Maestro di Cappella della Cattedrale di Pisa dove ogni domenica dirige i brani musicali durante le funzioni liturgiche. Esegue concerti in tutta Italia sia come organista solista sia come accompagnatore di gruppi da camera al cembalo e collabora con importanti enti musicali.
Fondata ufficialmente nel 1556, la Cappella Musicale della Cattedrale di Pisa vanta origini ben più antiche, in quanto già nel XII secolo si ha notizia di un gruppo di “Canonici cantores” che rendeva solenni con il Canto Gregoriano le sacre celebrazioni in Duomo. Ha mantenuto l’assetto tradizionale con sole voci virili fino al 1992 quando, nell’intento di rendere ancor più solenni le liturgie in Cattedrale con musiche a voci miste, le è stata affiancata una schola cantorum di voci femminili. Il repertorio, formato esclusivamente da musica sacra e liturgica, spazia dal gregoriano alla musica contemporanea, con particolare attenzione alla polifonia rinascimentale e moderna. L’Orchestra da Camera di Mantova nasce nel 1981 e s’impone da subito all’attenzione per brillantezza tecnica, assidua ricerca della qualità sonora, sensibilità ai problemi stilistici. Tanto che nel 1997 i critici musicali italiani le assegnano il premio Abbiati come miglior complesso da camera. Nel corso della sua trentennale vita artistica l’orchestra ha collaborato con alcuni tra i più apprezzati direttori e solisti del panorama internazionale.
coro voci bianche
Il Coro di Voci Bianche Bonamici di Pisa, costituito da circa 40 bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 16 anni, è stato fondato nel 2004 da Angelica Ditaranto, che tuttora lo dirige. L’attività è finalizzata a un’esperienza di pratica corale che favorisca lo sviluppo delle abilità musicali, dell’intonazione e della curiosità per il mondo dei suoni. Ponendo la massima attenzione alle necessità del singolo, delinea un progetto educativo basato sull’importanza del cantare insieme, senza che una voce primeggi sulle altre, favorendo così sia il potenziamento della capacità di ascolto e di rispetto reciproco sia la sperimentazione della collaborazione per un bene comune.  
 
INGRESSO GRATUITO CON BIGLIETTO
I biglietti sono gratuiti (max 2 a persona) e possono essere ritirati solo presso il Museo delle Sinopie il 13 dicembre dalle 10:00 alle 18:30 e il 14 dicembre dalle 10:00 alle 20:45, fino a esaurimento dei posti disponibili. Non è possibile effettuare prenotazioni telefoniche né per e-mail. Non c’è un settore riservato alle persone con disabilità e i biglietti sono gratuiti per tutti. Solo le persone a mobilità ridotta e in carrozzina che desiderano partecipare al concerto sono pregate di inviare un email a animamundi@opapisa.it affinché sia possibile garantire loro uno spazio adeguato, nell’osservanza delle norme di sicurezza.
 
Per informazioni

Lascia un commento