ciclostorica

Ciclostorica L’Omino di Ferro, due ruote e auto d’epoca in mostra nel centro di Cecina. Poi doppio percorso (domenica 3 marzo) fra campagna e collina in sella a biciclette vintage

Da non perdere, Livorno

Sport, storia e prodotti tipici: sono questi i tre elementi che caratterizzano la manifestazione in programma nel primo fine settimana di marzo 2019. E’ la Ciclostorica L’Omino di Ferro Cecina, organizzata dall’Asd Ciclistica Cecina in un comitato allargato che vede, oltre a Mario Bianchi e Rossano Lorenzini, la partecipazione anche di Massimo Biancani e Daniele Becuzzi. Questa sarà una sorta di prima edizione: tre percorsi e iniziative collaterali che hanno l’obiettivo di attirare a Cecina appassionati e sportivi da tutto il Paese. Il programma quest’anno prevede due giornate.

WhatsApp Image 2019-02-26 at 11.20.11

“Sabato 2 marzo – presenta Lorenzini – grazie a un importante sforzo del Garage del Tempo con cui collaboriamo saranno esposte nel centro pedonale dieci auto d’epoca, una per ogni decennio a partire dal 1900, bici d’epoca e banchetti a tema che venderanno accessori, abiti e pezzi di ricambio vintage”. La domenica invece è il giorno della corsa: partenza ore 9.30 per i due percorsi più impegnativi, Ciclostorica Collemezzano di km 52 (riservata ai tesserati F.C.I, e agli Enti di Promozione Sportiva che hanno sottoscritto la convenzione per l’anno 2019) e     Ciclostorica Omino di Ferro di km 102 (riservato ai ciclosportivi e cicloamatori tesserati F.C.I, e agli Enti di Promozione Sportiva che hanno sottoscritto la convenzione per l’anno 2019). I partecipanti dovranno utilizzare una bicicletta d’epoca o di ispirazione storica, bici da corsa su strada costruite fino al 1987 incluso; abbigliamento d’epoca o d’ispirazione, ovvero maglie e calzoncini di lana, evitando di mettere in vista indumenti con materiali tecnici di recente manifattura. “Ed è proprio questa la caratteristica principale della ciclostorica: ci sono appassionati già iscritti che arrivano da ogni parte d’Italia – spiega il presidente della Ciclistica Mario Bianchi -, uno anche da Londra. Si tratta di un evento unico che attirerà fotografi e curiosi e che può diventare negli anni un punto di riferimento del genere”.

Per gli “amatori” è previsto un percorso panoramico, “Il Cecinese”, aperto a tutti e con ogni tipo di bicicletta, una pedalata ecologica, storica e gastronomica: lungo il percorso sono previste soste in quattro siti d’interesse storico di Cecina, Fattoria Della Ladronaia, Villa Guerrazzi “La Cinquantina”, I Bunker Delle Gorette, San Vincenzino “Villa Romana”. Qui grazie alla collaborazione con l’Isis Polo Cattaneo i partecipanti troveranno studenti pronti ad intrattenerli con qualche pillola storica e degustazioni di prodotti tipici.

“E’ una soddisfazione personale e dell’Amministrazione comunale – ha concluso il consigliere comunale con delega alla Sport Mauro Niccolini – aver seguito da vicino la nascita di questa manifestazione, un evento particolare che riesce a coniugare turismo, cultura ed enogastronomia, in piena coincidenza con quello che è l’obiettivo che ci siamo posti in questi anni. In particolare tengo a sottolineare quanto sia

Il costo d’iscrizione è di 10 euro e comprende degustazioni in itinere e pasta party finale al Dopolavoro Ferroviario. Le iscrizioni si effettuano al Palazzetto dei Congressi in piazza Guerrazzi a Cecina, sabato dalle ore 10 alle ore 19 e domenica dalle 7:30 alle  9.  Anticipando l’8 marzo a tutte le donne saranno offerti omaggi alla partenza ed a quelle più in tema vintage saranno riservati riconoscimenti particolari. Sito internet manifestazione http://www.ciclisticacecina.com/ciclostorica/ .

 

Lascia un commento