Campiglia Marittima, un tour di buyer internazionali alla ricerca di nuove location per il turismo dei matrimoni che coinvolge tante attività e servizi sul territorio

Focus, Livorno

“Abbiamo iniziato l’anno partecipando al Thermalies a Parigi, con la promozione del Turismo Termale e oggi in collaborazione con la Destination Florence CVB portiamo sul nostro territorio un tour di buyer internazionali (nella foto a destra) alla ricerca di nuovi luoghi da offrire ai clienti, promuovendo il Turismo Wedding”. Così Alberta Ticciati e Stella Zannoni, sindaca e assessora al turismo e alle attività produttive parlano del lavoro svolto per promuovere il territorio e renderlo attrattivo sui mercati internazionali che ha visto in questi giorni una nuova esperienza. Oggi si cerca l’apertura di un mercato diverso che ricerca panorami, tramonti, spa, location, cucina tipica, per organizzare il giorno più bello, quello del matrimonio. (Sopra il titolo: foto di Luca Vangelisti).

La nuova sfida si chiama Wedding Tourism:  il nostro territorio e le nostre strutture in questi due giorni di tour hanno avuto la possibilità di farsi conoscere, di dimostrare le potenzialità che caratterizzano Campiglia e tutta la costa degli Etruschi.

Il turismo legato al wedding è un turismo che coinvolge tutte quelle attività che un matrimonio riesce a trainare: dalla struttura ricettiva al centro estetico, al parrucchiere, dal fioraio al fotografo, dal ristorante alla pasticceria e più in generale tutto l’indotto indispensabile per realizzare il giorno perfetto.

Il Comune di Campiglia Marittima crede in questa nuova leva economica e ha deciso di mettere a disposizione per lo svolgimento dei matrimoni, oltre alle sale comunali, anche le location pubbliche come il Teatro Concordi, il Palazzo Pretorio, il Centro civico Mannelli, La Rocca, Villa Lanzi e la Rocca di San Silvestro, a cui si possono aggiungere le location private.

“Vogliamo ringraziare le  strutture ricettive del comune che hanno aderito e ospitato il tour per la loro collaborazione che ci ha consentito di far conoscere da un’altro punto di vista il nostro territorio ai buyer provenienti dal Brasile-Francia-Germania e Sud Africa – affermano Ticciati e Zannoni – È doveroso inoltre un ringraziamento a Destination Florence CVB e all’ambito Costa degli Etruschi che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento”.

“Il lavoro di promozione del nostro territorio è cominciato per noi in un anno difficile – aggiungono – lavorando a spingere il turismo termale nella bassa stagione, il Wedding e il turismo outdoors  il così detto turismo lento che nel periodo estivo, nonostante il Covid19, ha visto movimentare circa 2000 persone. Il percorso è lungo – anticipano le due amministratrici campigliesi – ma in poco tempo stiamo ottenendo grandi soddisfazioni, ed entro la fine dell’anno avremo la conferma di due grandi riconoscimenti per il nostro comune di cui daremo notizia appena possibile”.

 

Lascia un commento