livorno

25 luglio 1943, la caduta del fascismo. 19 luglio 1944, la liberazione di Livorno. Le cerimonie in programma

Livorno

Giovedì 19 e mercoledì 25 luglio 2018, a Livorno si celebreranno due importanti anniversari, legati alla fine dell’oppressione nazifascista su Livorno e sull’Italia.

Il 19 luglio 1944, 74 anni fa, i partigiani del Comitato di Liberazione Nazionale, seguiti dai reparti della V Armata degli Stati Uniti, entravano in quel che rimaneva della città di Livorno – dopo anni di occupazione, distruzioni e bombardamenti – liberandola dai nazifascisti.

L’altra ricorrenza, mercoledì 25 luglio, riguarda la Caduta del fascismo, di cui quest’anno si celebra il 75° anniversario: Livorno si unirà alle celebrazioni nazionali per ricordare il 25 luglio del 1943, quando, con l’estromissione e l’arresto di Benito Mussolini, finiva il ventennale regime dittatoriale.

Il Comune di Livorno celebra queste due giornate con una serie di cerimonie e di iniziative collaterali che coinvolgeranno le istituzioni locali e la cittadinanza. Questo il programma:

Giovedì 19 luglio
• alle ore 9.30 al Sacrario del Castellaccio, Onori militari e civili alla Lapide ai Caduti Partigiani (ritrovo alle ore 8.30 in piazza del Municipio per trasferimento in pullman);
• alle ore 10 in via Ernesto Rossi, deposizione corona al Bassorilievo al Partigiano, a cura di Anpi, Anppia, Anei e Aned;
• alle ore 10.30 a Palazzo Comunale, in Sala delle Cerimonie, saluto del sindaco Filippo Nogarin ai rappresentanti delle istituzioni civili e militari cittadine; è prevista una prolusione tenuta da Marco Manfredi, di Istoreco Livorno (Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea).

Mercoledì 25 luglio
alle ore 10 deposizione corona al Monumento ai Perseguitati politici, che si trova nel “Parco Antifascisti e Perseguitati dal fascismo”, nella pinetina di viale della Libertà; alle ore 10.30, la consegna, da parte di Anppia, di una targa al contrammiraglio Pierpaolo Ribuffo, quale riconoscimento dell’impegno profuso dall’Accademia Navale di Livorno e da tutta la Marina Militare Italiana nel trasmettere il rispetto dei principi costituzionali alle nuove generazioni, e per l’operato a favore della pace e della solidarietà internazionale;
alle ore 20.45 all’Arena Fabbricotti (viale Libertà) proiezione ad ingresso gratuito del bellissimo film “1945” di Ferenc Török, con breve presentazione di Vittorio Mosseri e Roberto Rugiadi (figlio di Frida Misul, ebrea livornese tornata viva dal campo di concentramento di Auschwitz).

 

Lascia un commento