Viareggio, fiori a km zero (margherite, begonie, gerani, Hibiscus e una mimosa) per far rinascere lo spazio esterno alla Casa delle Donne. Il dono di Donne Impresa Coldiretti al Centro Antiviolenza

Fiori a km zero, coltivati e raccolti in Versilia, per far rinascere i giardini della Casa delle Donne di Viareggio. Le donne vittime di violenza saranno accolte al loro ingresso al Centro Antiviolenza di via Marco Polo da margherite, begonie, gerani, ibiscus e da una nuova pianta di mimosa. Ad accogliere le donne in fuga in cerca di un rifugio sicuro e di una prospettiva lontana dall’inferno, ci saranno i profumi e la vivacità multicolore dei fiori della Versilia scelti da Donne Impresa Coldiretti Lucca per trasformare gli spazi esterni destinati a verde che circondano la sede del Centro antiviolenza in luoghi di accettazione capaci di trasmettere pace, sicurezza, protezione e speranza.

L’iniziativa nasce dalla volontà della Responsabile provincia di Donne Impresa Coldiretti Lucca, Francesca Buonagurelli, di dare continuità alla storica collaborazione con il Centro antiviolenza che si occupa di garantire sostegno e tutela alle donne e ai loro figli minori, valorizzando al massimo le risorse umane, economiche, logistiche e di rete a disposizione. “Abbiamo subito raccolto l’invito della Casa delle Donne e la Presidente Raffaelli a dare il nostro contributo di donne ed imprenditrici per la riqualificazione delle aree esterne del centro che è un punto di riferimento riconosciuto ed apprezzato per tutta la costa. – spiega Eleonora Bacci, vice responsabile Donne Impresa Coldiretti Lucca – Per far rinascere questo spazio sono state selezionate delle fioriture stagionali coltivate dalle aziende del territorio per dare un ulteriore segnale di vicinanza, collaborazione e partecipazione nei confronti dell’attività importante che l’associazione porta avanti grazie al lavoro straordinario di tante volontarie”.

A trasformare lo spazio sono stati insieme agli agricoltori, l’azienda Manolo Floricoltura, La Vita Maritata, azienda agricola Carmazzi Marzo e L’ortoflora versiliese, che hanno messo a disposizione oltre ai fiori, la manodopera necessaria, le volontarie del Centro Antiviolenza in un lavoro corale. “Ringraziamo tantissimo la Coldiretti che ha risposto al nostro invito per riqualificare uno spazio della nostra città importante che ogni anno accoglie tante donne che hanno bisogno di aiuto. – spiega la Presidente Raffaeli – Con la bella stagione il nostro giardino potrà tornare ad organizzare iniziative e tanti momenti di incontro e poterlo fare immersi nel verde, tra i fiori, sarà sicuramente più bello”. All’iniziativa ha partecipato, in qualità di consigliere delegato del Comune di Viareggio, Diego Sodini.

Per informazioni www.lucca.coldiretti.it, pagina ufficiale Facebook @coldirettilucca, Instagram @Coldiretti_Toscana e  pagina ufficiale YouTube “Coldiretti Toscana”

Lascia un commento