fabrizio-de-andre

Vent’anni senza Fabrizio De André: a Siena un concerto solidale, a Bientina un tributo a Faber e alla Pfm con l’Accademia della Chitarra, a Firenze il ricordo dell’Università e un concerto alla Flog

Firenze, Focus, Pisa, Siena

****SIENA, TEATRO DEI RINNOVATI

A vent’anni esatti dalla scomparsa di Fabrizio De André un concerto tributo con scopo solidale. E’ Amico Fragile “con un cuore di leone” lo spettacolo che andrà in scena venerdì 11 gennaio 2019 alle ore 21 al Teatro dei Rinnovati di Siena organizzato dal Lions Club di Siena Torre di Mezzo con il patrocinio del Comune di Siena. Sul palco salirà il cantautore Raffaele Spidalieri; ad accompagnarlo alla chitarra Diego Perugini, al pianoforte Mauro Grossi, fiati e tastiere Luca Ravagni, al basso Franco Fabbrini e alla batteria Gianni Cerone. Il ricavato della serata sarà equamente distribuito tra reparto di pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Scotte di Siena; polisportive e associazioni sportive affiliate Fitarco per l’impegno nella promozione della specialità del tiro con l’arco rivolto a soggetti disabili; COSTONE Baskin, progetto che coinvolge bambini svantaggiati e che di recente ha ottenuto successi e riconoscimenti sportivi; Cus Siena Rugby per la promozione dello sport agli alti livelli e nella promozione del settore femminile e del mini rugby.

***BIENTINA, TEATRO DELLE SFIDE

Con il tributo a De Andrè e Pfm, ecco una pagina che unisce grande musica e racconti, per la quinta stagione del “Teatro Liquido” di Guascone Teatro. Sabato 12 gennaio 2019 alle 21,30 al Teatro delle Sfide di Bientina (Pisa), in Via XX settembre 30, l’Ensamble cameristico dell’Accademia della Chitarra di Pontedera presenta ‘De Andrè & Pfm in concerto’. Direttore, il Maestro Giovanni Sbolci, nei panni anche di voce recitante. Il pubblico sarà condotto in una sorta di concerto-narrazione impreziosito da aneddoti, storie e informazioni legate alla pubblicazione di quello che fu il primo album live pubblicato da Fabrizio De André.

Accademia della chitarra2

Voci: Salvatore Gaias e Natascia Naldini. Musicisti: Luigi Nannetti (flauto), Giuseppe Cataldi (clarinetto), Marco Vanni (sax), Raffaele Della Croce (tromba), Andrea Barsali (chitarre), Glenda Poggianti (pianoforte), Roberto Cecchetti (violino), Eleonora Bandecchi (violino), Martina Benifei (violoncello), Fabrizio Balest (contrabbasso), Giacomo Macelloni (batteria e percussioni).

De Andrè è un cantautore dalle mille anime che tocca tutte le corde dell’esperienza umana. Ha scritto bellissime e strazianti canzoni d’amore, ballate dal sapore surreale e graffianti canti di protesta, sempre si è mosso in bilico tra un’ironia snella in punta di fioretto e una compassione partecipata ai suoi personaggi cantati. Questa volta accadrà l’impossibile: a quasi 40 anni dalla pubblicazione dello storico doppio LP live, l’Ensemble Cameristico dell’Accademia, formato da 20 musicisti, docenti dell’Accademia della Chitarra Musica & c. di Pontedera, renderà  omaggio a questo caposaldo della storia della musica italiana con un’accurata selezione di brani di Fabrizio De André, mantenendo intatti gli arrangiamenti Pfm  nelle tonalità, armonie, strutture e linee melodiche, appositamente orchestrate per la variegata compagine timbriche dell’ensemble. 

Informazioni 328 0625881 e 3203667354, info@guasconeteatro.it, www.guasconeteatro.it. Biglietto unico a 10 euro. 

La rappresentazione è all’interno della quinta stagione (edizione 2018/2019) del “Teatro Liquido” di Guascone Teatro, ovvero “Utopia del Buongusto” (il festival estivo) in tempi freddi. Occasione allegra per star bene, essere attraversati da bei pensieri e migliorarsi la vita. Direzione artistica di Andrea Kaemmerle. Progetto sostenuto e promosso dal Comune di Bientina e Casciana Terme Lari. 

***FIRENZE, FLOG E UNIVERSITÀ

A Firenze ci sarà, a vent’anni dalla morte di De André, un doppio appuntamento (11 gennaio 2019).

Alla Flog (via Mercati, ingresso 10 euro, ore 21.15) serata con la tribute band Via del Campo con un live che ripercorre la storia artistica del grande autore genovese. “11 gennaio 1999 – 11 gennaio 2019: saranno 20 anni esatti dalla scomparsa di Fabrizio De André. Lo ricordiamosi legge nella scheda sul sito della Flogcon una serata a lui dedicata, con una lunga scaletta dal vivo con il meglio delle sue canzoni, interpretate da una band di ottimi musicisti. Una notte dedicata a Faber e alla sua arte unica. Il gruppo Via del Campo nasce nel 2006 dall’idea di alcuni amici, spinti dalla voglia di far musica insieme. Il progetto prende forma con l’intento di riproporre le musiche raffinate ed i testi poetici di Fabrizio De Andrè, dall’irriverente “Bocca di Rosa” al trascinante “Il Pescatore”, dalla fiaba dei nostri giorni “Sally” all’ardente “Il Testamento di Tito”, attraverso gli arrangiamenti che furono della Premiata Forneria Marconi ed alcune licenze nate durante le prove del gruppo. Provenienti da esperienze diverse e con un diverso background musicale, i componenti di VIA DEL CAMPO riassumono l’eterogeneità necessaria per interpretare le differenti atmosfere contenute nelle canzoni di Faber, ognuno mettendo la propria personalità nell’eseguire i brani, sempre attenti però a mantenere intatto lo stile e il sapore originali. Il repertorio così vasto lasciatoci in eredità da De Andrè è un patrimonio che appartiene un po’ a tutti noi, un tesoro unico che arriva dritto al cuore degli ascoltatori”. Segue Dance by Hugolini dj.

Un altro tributo arriva dall’Università con “Non  chiamatelo poeta. Vent’anni senza Faber”, un racconto musicale con la cantautrice fiorentina Letizia Fuochi (piazza Brunelleschi, ore 21, ingresso libero).

Lascia un commento