Tre libri in un pomeriggio: a Livorno le storie di Paola Pasqui e di Donatella Ferrini. Poi i “Popoli in movimento”

Libri & Fumetti

Venerdì 31 marzo 2017, alle ore 18.30, nell’ambito delle iniziative di
 CULTURA A PESO
 incontri, letture, visite a cura di Itinera, saranno presentati al Banco n. 217, salone delle Gabbrigiane del Mercato Centrale di Livorno, i libri di Paola Pasqui “Anomalo romanzo rosa fra Calafuria e Cape Cod …con pesanti ingerenze ultraterrene” (Edizioni Erasmo – 2016) e di Donatella Ferrini “Solo bagagli a mano” (Edizioni Erasmo – 2016).

CULTURA A PESO

Libro /1

“Anomalo romanzo rosa fra Calafuria e Cape Cod …con pesanti ingerenze ultraterrene” (foto sopra il titolo, particolare della copertina) – Sabrina, quasi cinquantenne con una laurea umanistica ed un lavoro molto insoddisfacente presso un commendatore volgare dall’alitosi insostenibile, vive a Livorno con il marito Gaetano, vanesio e poco presente, i figli adolescenti Jacopo e Camilla, lui orrendamente somaro a scuola e lei morbosamente intellettuale e, non ultimo, un cane multietnico affetto da iperfagia. Un’attività collaterale come traduttrice di stucchevoli romanzi rosa americani, l’aiuta ad evadere dalla routine lavorativa e familiare.
Paola Pasqui è nata e vive a Livorno. Attrice e autrice comica, ha pubblicato per Erasmo due raccolte umoristiche, “Ritratto di donna livornese con persiana” e “La cittadinanza grata pose”. “Anomalo romanzo rosa fra Calafuria e Cape Cod…” è il suo primo romanzo.

Libro / 2

“Solo bagagli a mano” è una raccolta di racconti composta da 10 storie. Sono storie che prendono vita dal vissuto quotidiano e che hanno come filo conduttore il “viaggio”: nelle profondità dell’anima, negli spostamenti quotidiani ma anche semplicemente nel vivere la routine con un nuovo sguardo. L’amore, l’amicizia, la passione politica e altre emozioni fanno da sfondo a queste pagine in cui il viaggio diventa una vera avventura esistenziale.
Donatella Ferrini, livornese, appassionata di musica e di teatro, ama scrivere sin da quando era bambina. Nel 2003 una sua poesia “Noi due”, è inserita in “Babele poetica”, portale informatico dell’Unesco. Nel 2011 il racconto “Un pouf color arancione” figura tra i vincitori del premio letterario “Domenico Rea”.

IN LIBRERIA

Venerdì 31 marzo 2017, alle ore 17.30, alla Libreria Erasmo di via degli Avvalorati, 62, a Livorno, presentazione del libro “Mediterraneo: popoli in movimento” (Collana Quaderni dell’OSIM) a cura di
Ahmed Habouss e Arianna Obinu.

 Questo volume parla di un Mediterraneo “terra di mezzo”, topos in cui donne e uomini del XXI secolo scoprono drammaticamente l’alterità, ripensano il patrimonio materiale-immateriale e progettano nuove rotte. I contributi presenti nel testo rappresentano una nota di realismo, ma al contempo di grande speranza. Capire i drammi, i contrasti e le contraddizioni che caratterizzano oggi il Mediterraneo significa offrire uno strumento di studio obiettivo e di politica sociale aperta e critica nello stesso tempo. Una speculazione interdisciplinare che mantiene viva la speranza di trasformare le esperienze concrete, spesso dolorose, di uomini e donne che attraversano il Mediterraneo, in qualcosa di armonioso fatto di sensibilità, spiritualità e umanità.
La parola che emerge con forza nel testo è “sensibilità”, intesa come ragione pratica e come linfa che nutre le nostre umanità. Un logos capace di arricchirci, di approfondire le parole e di avvicinarci alle cose che contano nella vita. Hanno contribuito: Hassan Abouyoub, Arianna Obinu, Serena Gianfaldoni, Ahmed Habouss, Barbara Bonciani, Benedetta Panchetti, Valeria Meneghelli, Habib Nemri,
Paolo Edoardo Fornaciari.

Lascia un commento