Teatro Goldoni e la stagione lirica in streaming: Stefano La Colla su Granducato TV (il 9 dicembre alle ore 21.40, replica il 10 alle 13) con la registrazione del concerto del cartellone “7 Voci. Chi fermerà la lirica?”

“Tramontate stelle, all’alba vincerò!”: la celeberrima esclamazione del mai vinto Calaf nel “Nessun dorma”dalla “Turandot” di Puccini è ormai un brano tanto popolare e amato quanto di estrema difficoltà esecutiva e sono sempre più i tenori che lo pongono come gran finale dei propri concerti. Così è stato anche per il tenore Stefano La Colla protagonista del secondo appuntamento della stagione in streaming del Teatro Goldoni “Web Opera”: lo si potrà apprezzare nuovamente mercoledì 9 dicembre 20209 alle ore 21.40 (ed in replica giovedì 10, alle ore 13) su “Granducato TV”, l’emittente di Livorno media partner per “7 Voci – Chi fermerà la lirica?”, sul canale TV 14, sul 611 in HD ed in streaming live sul sito www.telegranducato.it

Un concerto intenso e ricco di emozioni, con Anna Cognetta al pianoforte, che vede La Colla (foto sopra il titolo: Stefano La Colla durante il concerto in streaming dal teatro Goldoni, con Anna Cognetta al pianoforte) prodursi in alcuni dei suoi cavalli di battaglia, che spaziano dai grandi ruoli verdiani agli eroi pucciniani; del “Cigno di Busseto”si ascolteranno le arie “Forse la soglia attinse” (da Un ballo in maschera), “Ah, la paterna mano”(da Macbeth), “Oh tu che in seno agli angeli”(da La forza del destino), mentre del compositore lucchese anche “Donna non vidi mai”(Manon Lescaut) e “Recondita armonia”(Tosca). Immancabile l’omaggio al livornese Pietro Mascagni, a cui saranno dedicate l’apertura con “Serenata” la “Danza delle guechas” (da Iris, per piano solo). A completare il programma le celeberrime e struggenti pagine quali Intermezzo da Pagliacci di Leoncavallo e Manon Lescaut di Puccini ed un’appassionata incursione nella canzone classica napoletana con “Core ‘ngrato” di Salvatore Cardillo.

Lascia un commento