Il raggio di sole dell’estate. Il 21 giugno tanti eventi in giro per la Toscana, dalla Versilia a Firenze

Firenze, Focus, Lucca

Il giorno più lungo della notte. Eccolo, il 21 giugno, il solstizio d’estate, tra effetti astronomici (dal Duomo di Firenze al Monte Forato sulle Apuane)  e musica. Riassumiamo alcuni eventi in giro per la Toscana.

LA FESTA DELLA MUSICA A VIAREGGIO

Viareggio celebra il 21 giugno 2017, il giorno del solstizio d’estate,  la Festa della Musica, aderendo così alla proposta del ministero dei Beni e delle attività culturali che vede coinvolti enti, città ed istituzioni in tutta Europa nel dare il via all’estate nel segno della musica. Oltre 130 Paesi impegnati in un grande concerto collettivo con milioni di musicisti e appassionati coinvolti nel condividere nel segno della musica un messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Viareggio, forte della sua vocazione musicale e artistica – dichiara l’assessore alla cultura Sandra Mei – non poteva non condividere il pensiero e il progetto di questa bellissima festa che ancora una volta ci consente di esaltare la musica e il suo linguaggio universale.ottoni

Un appuntamento che si colloca alla vigilia della partenza della Stagione del Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago che anche quest’anno porterà appassionati da tutto il mondo per condividere le emozioni che la musica riesce a dare. Abbiamo voluto celebrare la musica nel luogo simbolo di Viareggio, la Passeggiata, in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano con cui stiamo lavorando ad un progetto di musica diffusa sul lungomare per tutta l’estate. L’appuntamento è al Cafè Fappani con inizio alle ore 18,30 dove protagonista sarà il Quintetto di Ottoni dell’Orchestra del Festival Puccini che regalerà al pubblico della Passeggiata di Viareggio un  concerto tra musiche di Puccini, Verdi, Mouret, Bach”. Il tutto accompagnato da raffinati cocktail e aperitivi prepararti dai barman del Cafè Fappani. 

IL RAGGIO DEL SOLE NEL DUOMO DI FIRENZE

Il 21, 27 e 28 giugno sarà possibile osservare il passaggio del sole nel Duomo di Firenze grazie a uno degli strumenti astronomici più antichi al mondo. La più celebre “trappola per il sole” a Firenze è quella ideata per il Duomo dal matematico Paolo Dal Pozzo Toscanelli, nel 1475, detto il “novello Tolomeo”. Si tratta dello gnomone della Cattedrale, progettato per misurare la posizione del sole nel cielo e con i suoi 90 metri di altezza è il più grande al mondo. Grazie all’Opera di Santa Maria del Fiore e al Comitato per la Divulgazione dell’Astronomia, anche quest’anno sarà possibile assistere all’emozionante passaggio del sole nello gnomone del Duomo di Firenze. Uno spettacolo unico al mondo, con i raggi del sole che scenderanno attraverso la Cupola del Brunelleschi per formare un’immagine del disco solare che andrà a sovrapporsi perfettamente a quella posta sul pavimento del Duomo.

Il fenomeno sarà visibile il 21, 27 e 28 giugno, dalle ore 12.30 alle 13.30, nella cappella della Croce, a sinistra dell’Altare Maggiore. Nella data del 27 giugno, la spiegazione sarà fatta in lingua inglese. L’iniziativa, che si svolgerà anche in caso di cielo coperto, è a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. E’ consigliata la prenotazione scrivendo a: eventi@operaduomo.firenze.it oppure telefonando al numero 055 – 2302885.gnomone2

Lo gnomone della Cattedrale di Firenze ha funzionato regolarmente fino agli inizi del 1500, quando per la preoccupazione di eventuali cedimenti della Cupola del Brunelleschi, inizierà a essere utilizzato impropriamente per monitorare la stabilità della chiesa. Sarà solo tre secoli dopo, nel 1754, che un grande personaggio del tempo, matematico alla corte granducale, il gesuita Leonardo Ximenes, riporterà lo gnomone della Cattedrale di Firenze alla sua funzione originale. Circa la paternità dello gnomone questa è stata accertata da un documento scoperto recentemente negli archivi dell’Opera di Santa Maria, risalente al 16 agosto 1475. Fu Paolo del Pozzo Toscanelli, medico, matematico, astrologo e astronomo a progettare lo gnomone della Cattedrale. Considerato dai contemporanei la massima autorità in fatto di matematica, fu definito “novello Tolomeo”. Le sue opere matematiche e astronomiche sono andate quasi tutte perdute, di lui ci rimane solo un manoscritto conservato nella Biblioteca Nazionale di Firenze. Sembra fra l’altro, ma non è stato dimostrato, che sia in parte suo il merito dell’impresa di Colombo. Nella Cattedrale di Firenze il foro gnomonico è stato realizzato con una tavoletta di bronzo (la bronzina) recante un’apertura centrale di 4 centimetri di diametro e posta orizzontalmente all’interno della finestra meridionale del tamburo della Cupola, a 90 metri di altezza dal pavimento. L’altezza dello gnomone è tale che i raggi del Sole, passanti per il foro, colpiscono il pavimento della chiesa solo dalla fine di maggio alla fine di luglio e per pochi minuti prima e dopo mezzogiorno.

https://operaduomo.firenze.it/blog/posts/lo-gnomone-del-duomo-quando-il-sole-si-sposta-sul-pavimento-della-cattedrale-di-firenze

BACH IN BLACK / SOLSTIZIO D’ESTATE 2017 A PALAZZO VECCHIO

Otto ore no stop di musiche di Bach nel Salone dei Cinquecento: è la speciale Maratona Bach dal titolo ‘Bach in Black. Solstizio d’estate 2017’, che si terrà domani notte. Un evento che arriva dopo il grande successo internazionale del ‘World Bach-Fest 2012’, della ‘Notte Bianca 2015’ e del ‘Bach in Black’ a Sollicciano (2016).

bachblack L’appuntamento è a ingresso libero fino ad esaurimento posti. A dirigere il maestro Mario Ruffini. La maratona musicale, alla quale parteciperanno i solisti Monica Leone, Sabrina Lanzi, Roberto Carnevale, Andrea Bacchetti, Alice Michahelles, Katja Todorow, Chiara Morandi, partirà alle 19 del 21 giugno  e terminerà alle 3 del mattino seguente. A mezzanotte in punto la musica tacerà e, col suono di un violoncello come unico sottofondo (Emilio Pischedda con la Suite in Do maggiore BWV 1009 per violoncello solo), lo scrittore Marco Vichi – anzi il suo Commissario Bordelli – interrogherà Johann Sebastian Bach in un dialogo a due voci liberamente tratto dai suoi romanzi. Per la prima volta in Italia saranno proposti tutti insieme gli otto concerti per pianoforte e orchestra BWV 1052-1059/integrale; i tre concerti per due pianoforti e orchestra BWV 1060-1062/integrale e le sonate e partite per violino solo BWV 1001-1006/integrale. L’evento si chiuderà con uno ‘Speciale giovani’, dove sarà dato spazio ai giovani musicisti, con un momento musicale che prevederà l’esecuzione di un’ampia scelta di Preludi e Fughe del clavicembalo ben temperato, con Tommaso Filippi e Alessandra Esposito. Il progetto è curato dall’associazione onlus ‘La Pasqua di Bach’, è realizzato in collaborazione con CR Firenze e fa parte dell’Estate Fiorentina.

SUL PONTILE DI TONFANO DALL’ALBA A NOTTE FONDA

Pietrasanta saluta l’arrivo dell’estate con l’Open Summer Music Festival. Appuntamento mercoledì 21 giugno 2017 a Tonfano, a Marina di Pietrasanta, per la prima edizione della festa dedicata al Solstizio d’Estate, l’avvio dell’estate astronomica: una iniziativa di buon auspicio nel segno della musica, per tutte le orecchie e per tutti i gusti, per dare il benvenuto ai turisti ed animare la serata dei residenti in questo primo scorcio di stagione e lanciare due mesi di eventi. Organizzata da Marina Eventi in collaborazione con il Comune di Pietrasanta sono due i momenti in agenda: alle 6 di mattina con il concerto lirico all’alba sul rondò del Pontile e alle 19 con sei ore di musica non stop con 7 postazioni musicali dislocate per tutta la frazione marinella, 25 artisti tra band, dj e cantanti per un repertorio musicale pronto a spaziare dal jazz al rock acustico fino alla drone noise. I negozi saranno aperti in via Versilia e nella Marina con la possibilità di fare shopping in notturna. Per informazioni www.comune.pietrasanta.lu.it e pagina ufficiale www.facebook.com/comunedi.pietrasanta?fref=ts

Lascia un commento