La-Villa-di-Poggio-a-Caiano

Poggio a Caiano, per San Valentino appuntamento alla Villa Medicea. Ma ci sono anche le atmosfere magiche della Val d’Orcia

Focus, Prato, Siena

SEGUENDO LE TRACCE DI BIANCA CAPPELLO

Sarà la storica Villa Medicea di Poggio a Caiano, teatro della tragica fine dell’amore tra Francesco I de’ Medici e Bianca Cappello, la protagonista della speciale visita pensata per festeggiare San Valentino che si terrà domenica 11 febbraio 2018, alle 10.00 per “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi, a cura di Cooperativa Archeologia.

Inserita fra i beni del patrimonio Unesco dal 2014, la Villa Medicea di Poggio a Caiano fu fatta edificare da Lorenzo de’ Medici su disegno di Giuliano da San Gallo e rappresenta un’imponente esempio di architettura cinquecentesca. Oltre ad ospitare numerose personalità e ad essere utilizzata come residenza estiva dei Medici, la Villa fu teatro di importanti avvenimenti legati alle relazioni sentimentali della famiglia Medici: in particolare alla villa venivano accolte prima di giungere a Firenze le spose straniere dei membri della famiglia, che prima di recarsi in città ricevevano qui l’omaggio della nobiltà fiorentina. È il caso di Giovanna d’Austria, prima moglie di Francesco I e di Cristina di Lorena, moglie di Ferdinando I. Si celebrarono qui, tra gli altri, i matrimoni tra Alessandro de’ Medici e Margherita d’Austria (1536), tra Cosimo I ed Eleonora da Toledo (1539) e Francesco I e Bianca Cappello già sua amante (1579).

Ritratto di Bianca Cappello_Alessandro_Allori
Alessandro Allori, Ritratto di Bianca Cappello

Bianca Cappello fu una nobildonna veneziana, prima amante e poi moglie del Granduca di Toscana Francesco I de’ Medici, famosa per la sua bellezza e raffinatezza. A soli 15 anni sposò il nobile fiorentino Pietro Bonaventuri. Francesco I, figlio primogenito di Cosimo, fu immediatamente attratto da Bianca e nonostante fosse già sposato con Giovanna d’Austria, sedusse Bianca senza troppi scrupoli, regalandole abiti, gioielli e persino un palazzo, il più vicino possibile alla reggia di Palazzo Pitti, quello che oggi è conosciuto come Palazzo di Bianca Cappello. Nel Granducato di Toscana Bianca non fu ben vista dalla nobiltà, ancor meno dalla famiglia dei Medici, ma nonostante ciò Francesco decise di sposarla dopo la morte della prima moglie Giovanna d’Austria. Proprio Bianca e Francesco in questa villa trovarono anche la morte, per cause non pienamente chiarite. Entrambi si spensero l’uno a un giorno di distanza dall’altro, per febbre terzana, anche se la tradizione orale tramandò la diceria che fossero morti per avvelenamento.
Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it
Programma completo su www.enjoyfirenze.it

IMMERSI NELLE ATMOSFERE DELLA VAL D’ORCIA

Una serata speciale,quella di San Valentino. Da condividere, immersi nella magica atmosfera delle colline della Val d’Orcia.image001-8

 Il San Valentino dello storico Albergo Posta Marcucci a Bagno Vignoni è da vivere sotto le stelle con la cena nel ristorante panoramico dalle spettacolari vetrate  che regalano la vista sulle sfumature del crepuscolo che accarezzano i campi e i filari.
Sulla tavola, sfilano piatti della tradizione toscana, abbinati a capolavori enogastronomici locali. Dalle 21.00, le benefiche acque termali delle vasche esterne avvolgono la coppia in un caldo abbraccio,con vista sulla Rocca di Tentennano, illuminata in lontananza.
Cena e ingresso alle vasche € 80 a coppia, prenotazione obbligatoria

Lascia un commento