Le antiche carceri, la congiura dei Pazzi… due itinerari in giro per Firenze durante il weekend del 13 e 14 ottobre

Firenze

Un itinerario dedicato alle antiche carceri, alla scoperta dei luoghi di detenzione fiorentini, che ripercorre la loro storia dal medioevo ai giorni nostri e un percorso cittadino sulla congiura dei Pazzi: sono questi i due appuntamenti in programma per il weekend del 13 e 14 ottobre 2018, firmati “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi curato da Cooperativa Archeologia (programma completo su www.enjoyfirenze.it, ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it). Entrambi gli appuntamenti, accomunati dal titolo “Storie di fatica e rabbia” sono inseriti nel calendario di Estate Fiorentina 2018.

Si parte sabato 13 ottobre alle 17.00 con una passeggiata nel centro storico alla scoperta degli antichi luoghi di detenzione fiorentini, che ripercorre la loro storia dal medioevo ai giorni nostri. L’itinerario partirà dal Bargello dove all’angolo con via Ghibellina si trova, inglobata, nel fianco del palazzo, la torre “Volognana”, nei cui sotterranei ebbe per secoli angusto spazio la prigione, così chiamata dal nome di Geri da Volognano, uno dei primi carcerati che vi furono rinchiusi e attraverserà il centro storico della città toccando i luoghi dove un tempo si trovavano altri edifici di detenzione, concludendosi alle Murate (sopra il titolo: le porte delle celle), principale carcere della città fino al 1983.

La congiura dei Pazzi

Si prosegue domenica 14 alle 16.00 dove immergersi in un’altra epoca sarà possibile grazie a un percorso cittadino sulla storia e sui luoghi della congiura dei Pazzi, la cospirazione ordita dalla famiglia dei banchieri fiorentini per stroncare, con l’appoggio del papato, della Repubblica di Siena e del Regno di Napoli, l’egemonia dei Medici sulla città di Firenze. Il percorso inizierà da Palazzo Medici, residenza di Lorenzo e Giuliano dei Medici, per proseguire in Piazza Duomo, luogo dell’agguato, fino a Palazzo Pazzi, dell’architetto Giuliano da Maiano, in Via del Proconsolo, per terminare al Bargello dove vennero impiccati alcuni congiurati, di cui resta un famoso il disegno di Leonardo da Vinci, che assistette all’impiccagione in questo luogo di Bernardo Bandini Baroncelli.

Banchieri

Il prossimo appuntamento con Enjoy Firenze sarà domenica 21 con un itinerario che ripercorre la storia della nascita del primo sistema bancario, così come lo conosciamo oggi, che racconta, attraversando le strade e le piazze di Firenze, il crack delle banche Bardi e Peruzzi negli anni trenta del 1300 e la successiva ascesa della potenza economica della famiglia Medici e di come Firenze, nella New York finanziaria di inizio ‘900 sia stata l’icona del massimo splendore da emulare: quando si costruì il Palazzo della Federal Reserve gli architetti si ispirarono a Palazzo Vecchio, a Palazzo Pitti e soprattutto a Palazzo Strozzi, a cui l’ingresso della prestigiosa costruzione newyorkese sembra simile, per dare all’edificio, attraverso il richiamo al Rinascimento fiorentino, un’idea di stabilità, forza e sicurezza.

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

Lascia un commento