ITINERARI. A Firenze fra palazzi, chiese e cappelle. A Pisa le antiche navi e apertura straordinaria delle Mura

Arte, Firenze, Pisa, Pistoia

Una mattinata al Museo degli Innocenti, riaperto al pubblico dopo lunghi restauri, un pomeriggio al Museo Marino Marini per ammirare la Cappella Rucellai, un itinerario per riscoprire una delle chiese più antiche della città e tre iniziative fuori porta: sono queste alcune tra le proposte per iniziare il 2017 di Enjoy Firenze, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana, a cura di Cooperativa Archeologia. 16 gli appuntamenti previsti per il mese, che saranno inaugurati giovedì 5 gennaio 2017 alle ore 16 da una visita a Palazzo Medici Riccardi con la sua Cappella dei Magi, dipinta da Benozzo Gozzoli con i ritratti dei membri della famiglia Medici. Un’occasione imperdibile alla vigila della rievocazione storica della Cavalcata dei Magi, organizzata tutti gli anni il 6 gennaio per celebrare il giorno dell’Epifania (www.enjoyfirenze.it).

Tra le proposte speciali del mese, una mattinata tra le sale del primo brefotrofio (istituto dove si allevano i neonati illegittimi o abbandonati) specializzato d’Europa, oltre che una delle prime architetture rinascimentali su progetto iniziale di Brunelleschi: il Museo degli Innocenti. Tutto il percorso si sviluppa attorno al tema dell’accoglienza e racconta l’essenza dell’Istituto nei suoi sei secoli di attività, cercando di integrare il patrimonio documentario e di archivio con quello storico artistico, in un nuovo racconto che crea un filo conduttore continuo con la storia di questa istituzione che tanta importanza ha sempre avuto per la città (15 gennaio). In programma anche un pomeriggio al Museo Marino Marini, che racchiude una meraviglia quasi segreta fra le tante che abitano Firenze: la Cappella Rucellai con il Sacello del Santo Sepolcro, gioiello dell’architettura di Leon Battista Alberti, “opera delle migliori che facesse questo architetto” secondo le parole di Giorgio Vasari (22 gennaio). Inoltre, per chi ama riscoprire i grandi classici è stata pensata una visita al complesso di San Lorenzo, con la sua Basilica risalente al IV sec. ricostruita da Brunelleschi agli inizi del ‘400 (21 gennaio)

Da segnalare, anche una passeggiata per svelare due meravigliose chiese dell’Oltrarno fiorentino: Santo Spirito, l’ultimo capolavoro di Filippo Brunelleschi, che con la sua semplice facciata domina l’omonima piazza, e il complesso di Santa Maria del Carmine con la Cappella Brancacci, che rappresenta uno degli esempi più elevati di pittura del Rinascimento (28 gennaio), oltre che una visita a Palazzo Davanzati, magnifico e singolare esempio di casa medievale a Firenze, per un percorso straordinariamente suggestivo attraverso la Firenze di seicento anni fa (29 gennaio).

Ad arricchire il cartellone anche tre iniziative fuori porta: si parte col cantiere di allestimento del Museo delle Antiche Navi di Pisa, ancora in corso di completamento ma in parte già visitabile, che custodisce le imbarcazioni di epoca romana emerse nel 1998 durante lavori per l’ampliamento della Stazione di Pisa S. Rossore (7, 8, 14,15, 21, 28 e 29 gennaio); a seguire un itinerario a Pistoia, “Capitale della Cultura italiana 2017”, tra la Cattedrale di San Zeno, il Battistero e la Chiesa della Madonna dell’Umiltà (7 gennaio); e per finire un percorso “in quota” lungo il nuovo camminamento, recentemente inaugurato, sulle mura medievali di Pisa che circondano gran parte del centro storico, per godere di panorami e scorci inediti e conoscere la città da un nuovo punto di vista (7 gennaio).

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it — Per ulteriori informazioni: www.enjoyfirenze.it

Giovedì 5 gennaio 2017 ore 16 —

Riscopriamo un grande classico: la Cappella dei Magi in Palazzo Medici Riccardi alla vigilia della rievocazione storica della Cavalcata dei Magi — Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour 3, Firenze — Durata della visita circa 2 ore — Biglietto di ingresso: euro 7 intero, euro 4 ridotto per gruppi di almeno 15 persone, gratis under 6 —  Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini euro 8 — Auricolari (facoltativi) euro 1,50.

Prototipo dell’architettura civile rinascimentale, Palazzo Medici fu fatto costruire da Cosimo il Vecchio alla metà del XV secolo da Michelozzo, suo architetto di fiducia. La visita sarà l’occasione per riscoprire questo splendido palazzo e la sua architettura, al cui interno è possibile ammirare la Cappella dei Magi dipinta da Benozzo Bozzoli (nella foto a destra) con i ritratti dei membri della famiglia Medici: un’imperdibile occasione di visita alla vigila della rievocazione storica della Cavalcata dei Magi, organizzata tutti gli anni il 6 gennaio per celebrare il giorno dell’Epifania.

Sabato 7 e domenica 8 gennaio 2017 alle ore 10; sabato 14 gennaio ore 14; domenica 15 ore 10; sabato 21 e sabato 28 ore 14; domenica 29 ore 10 —  Il cantiere di allestimento del Museo delle Antiche Navi di Pisa — Aree tematiche IV e V — Arsenali Medicei, Lungarno Ranieri Simonelli-Pisa — Durata della visita: 90 minuti — Prezzo della visita guidata: intero 12 euro, residenti nel Comune di Pisa e soci Coop 10 euro, 6/14 anni 5 euro, under 6 gratuito.

Trenta navi romane con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo, sono state scavate e restaurate in 16 anni di lavori, dal 1998 al 2016. E’ stato ricomposto il mosaico di una lunga storia, fatta di commerci e marinai, navigazioni e rotte, vita quotidiana a bordo e naufragi. Gli Arsenali Medicei sono sembrati da subito il luogo più adatto per la realizzazione di un Museo, che è ancora in corso di completamento. Al pubblico saranno visibili due aree tematiche, cominciando da quello che si è potuto allestire sin qui, sia per quanto riguarda la realizzazione delle parti strutturali e architettoniche sia per quanto riguarda le prime navi restaurate: si parte dunque dalla sala V, dove si possono vedere la Nave F, la Nave I e la ricostruzione a grandezza naturale della Nave C, e si conclude con una sezione introduttiva a questa, la sala IV, con l’esposizione della prima imbarcazione rinvenuta, la Nave A. In collaborazione con Soprintendenza Archeologica per la Toscana.

Sabato 7 gennaio ore 15

I tesori di Pistoia — Piazza del Duomo, davanti al Palazzo Comunale, Pistoia — Durata 2 ore e mezzo — Ingressi gratuiti — Prezzo della visita guidata euro 16, scontato per soci Coop euro 14, bambini euro 8.

Pistoia, eletta “Capitale della Cultura italiana 2017”, è una città tutta da conoscere; in questo tour ne scopriremo il cuore antico, visitando i monumenti della sua piazza principale: la Cattedrale di San Zeno, dove nel periodo natalizio è allestito un bel presepe in pietra dell’Innocenti, e il Battistero, tra le massime espressioni del gotico toscano, in quanto riunisce in sé elementi fiorentini, pisani e senesi. Visiteremo inoltre la Chiesa della Madonna dell’Umiltà con l‘originale presepe di piume di Franco Melani.

Sabato 7 gennaio 2017 ore 14.30

Pisa da un altro punto di vista: il percorso delle Antiche Mura (nella foto in alto sopra il titolo) — Davanti all’ingresso del Camposanto Monumentale, Piazza dei Miracoli, Pisa — Durata 1 ora e 30 minuti — Ingresso gratuito — Costo della visita guidata euro 12, soci Coop euro 10, bambini euro

Un percorso “in quota” lungo il nuovo camminamento, recentemente inaugurato, delle mura medievali di Pisa, che circondano gran parte del centro storico, soprattutto nella parte della città a nord dell’Arno, quella che a Pisa è nota come “Tramontana”. Per godere di panorami inusuali e scorci inediti della città, per conoscere Pisa da un altro punto di vista.

Domenica 15 gennaio 2017 ore 10

Il nuovo Museo degli Innocenti —  All’ingresso del Museo, Piazza Santissima Annunziata, Firenze –Durata 2 ore —  Biglietto di ingresso al Museo euro 7, ridotto euro 5 over 65, ragazzi 12-18 anni, gruppi di minimo 15 persone — Prezzo della visita euro 14, prezzo speciale riservato ai soci Coop euro 12, bambini euro 8.

Riaperto al pubblico dopo un lungo restauro durato alcuni anni, il Museo degli Innocenti, il primo brefotrofio specializzato d’Europa e una delle prime architetture rinascimentali su progetto iniziale di Brunelleschi, offre nuovi spazi espositivi ampliati e rinnovati: tutto il percorso si sviluppa attorno al tema dell’accoglienza e racconta l’essenza dell’Istituto nei suoi sei secoli di attività, cercando di integrare il patrimonio documentario e di archivio con quello storico artistico, in un nuovo racconto che crea un filo conduttore continuo con la storia stessa dell’Istituzione, che tanta importanza ha sempre avuto per la città di Firenze.

Sabato 21 gennaio 2017 ore 11

Riscopriamo un grande classico: la Basilica di San Lorenzo — Davanti alla Basilica, Piazza San Lorenzo, Firenze — Durata della visita 2 ore — Biglietto di ingresso alla Basilica euro 5,00, gratuito per i residenti in provincia di Firenze e bambini fino a 11 anni — Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini euro 8 — Auricolari (facoltativi) euro 1,50.

La più che millenaria vicenda del complesso di San Lorenzo è legata alla storia stessa della comunità cristiana di Firenze e poi alla crescita della potenza civile e politica della famiglia Medici, che in questo quartiere stabilì la propria residenza e il fulcro del proprio potere. La Basilica, una delle chiese più antiche della città, secondo la tradizione fu costruita nel IV sec.e per trecento anni fu la cattedrale di Firenze, prima di cedere lo status a Santa Reparata. Agli inizi del ‘400, Giovanni di Bicci, capostipite della famiglia Medici, ne affidò la ricostruzione a Filippo Brunelleschi che diresse il grande cantiere fino alla sua morte, avvenuta nel 1446. Il progetto fu portato a compimento da Antonio Manetti nel 1461 e, nonostante alcuni interventi nei secoli successivi, la Basilica conserva ancora oggi la vastità ed il senso di perfetta armonia che Brunelleschi aveva voluto infonderle in virtù dei precisi rapporti proporzionali che regolano le sue strutture. Secondo la volontà di Papa Leone X, figlio di Lorenzo il Magnifico, la basilica avrebbe dovuto essere degnamente completata da un paramento marmoreo in facciata: nel 1518 il Papa ne affidò l’incarico a Michelangelo, ma il grandioso progetto non venne mai realizzato.

Domenica 22 gennaio 2017 ore 14.30

Il Museo Marino Marini con la Cappella Rucellai e altri capolavori di L.B. Alberti — Museo Marino Marini, Piazza San Pancrazio – Firenze —- Durata della visita 2 ore — Biglietto di ingresso alla Museo Marino Marini euro 4 per gruppi oltre le 10 persone — Prezzo della visita guidata euro 16, speciale soci Coop euro 14, bambini euro 8 — Auricolari (facoltativi) euro 1,50.

Grazie al Museo Marino Marini è visitabile al pubblico una meraviglia quasi segreta fra le tante che abitano Firenze: la Cappella Rucellai con il Sacello del Santo Sepolcro, gioiello dell’architettura di Leon Battista Alberti, “opera delle migliori che facesse questo architetto” secondo le parole di Giorgio Vasari. Un’occasione di visita imperdibile che comprenderà anche il Museo Marini e un piccolo itinerario alla scoperta di altre opere dell’Alberti, dal vicino Palazzo Rucellai alla Loggetta Rucellai, per finire ad ammirare la facciata di Santa Maria Novella.

Sabato 28 gennaio 2017 ore 10

Gioielli dimenticati d’Oltrarno: Santo Spirito e il Carmine con la Cappella Bravacci — Ingresso della chiesa di Santo Spirito, Piazza Santo Spirito, Firenze — Durata 3 ore circa —  Ingresso a Santo Spirito e al Carmine gratuito — Cappella Brancacci intero euro 7, ridotto 18-25 anni euro 5,00, gratuito under 18 — Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini 8 euro — Auricolari euro 1,50.

Si svelano due meravigliose chiese dell’Oltrarno fiorentino, due gioielli a volte dimenticati: Santo Spirito, l’ultimo capolavoro di Filippo Brunelleschi, che con la sua semplice facciata domina l’omonima piazza, e il complesso di Santa Maria del Carmine con la Cappella Brancacci, che rappresenta uno degli esempi più elevati di pittura del Rinascimento: essa è infatti frutto della collaborazione di due dei più grandi artisti dell’epoca, Masaccio e Masolino da Panicale, ai quali si aggiungerà la mano di Filippino Lippi, chiamato a completare l’opera circa cinquant’anni dopo.

Domenica 29 gennaio 2017 ore 11

Il “Museo dell’Antica Casa Fiorentina” di Palazzo Davanzati —  Via di Porta Rossa 9, Firenze — Durata della visita 2 ore — Biglietto di ingresso al Museo euro 6, ridotto euro 3 dai 18 ai 25 anni, gratuito under 18 — Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini euro 8 — Auricolari (facoltativi) euro 1,50.

Magnifico e singolare esempio di casa medievale a Firenze, l’edificio fu costruito per la famiglia Davizzi verso la metà del Trecento e nel 1578 divenne proprietà dei Davanzati, che lo abitarono fino al 1838 arricchendone la facciata con il proprio stemma. La visita agli ambienti che si susseguono ai vari piani offre un percorso straordinariamente suggestivo per scoprire come si viveva a Firenze seicento anni fa.

NUOVA APERTURA STRAORDINARIA DELLE MURA MEDIEVALI DI PISA

Sabato 7 e domenica 8 gennaio 2017 nuova apertura straordinaria delle Mura medievali di Pisa. L’evento organizzato dal Comune di Pisa, in collaborazione con Amici dei Musei e Monumenti pisani, Amur – Associazione per le Mura di Pisa, Asd Arcadia, Croce Rossa Italiana, Pubblica Assistenza e Teatro Verdi di Pisa, e con il sostegno di Toscana Energia.

Gli orari:
• Sabato  e domenica 8 gennaio 2017
• Ingresso dalle 9.30 alle ore 15.30
• La discesa andrà effettuata non oltre le ore 16.30
• Non sono previste prenotazioni: chi intende partecipare basta che si presenti nell’orario di accesso presso uno degli ingressi.

I punti di accesso sono quattro:
• Torre di Legno in piazza Federico del Rosso (angolo via del Borghetto – Lungarno Buozzi) – salita con scale e con elevatore per disabili
• Piazza delle Gondole – salita con scale e con elevatore per disabili
• Torre Piezometrica presso la ex Marzotto, con accesso da via San Francesco e da via Vittorio Veneto – salita con scale e con elevatore per disabili
• Torre di Santa Maria, con accesso da Piazza del Duomo e da via Contessa Matilde – salita solo con scale
• Da ogni punto di accesso si potrà sia salire che scendere, seguendo eventuali disposizioni del personale presente
• Si potrà accedere alla sommità della Torre Piezometrica, con salita dell’ultimo tratto solo a gradini, seguendo le indicazioni del personale presente

Il percorso:
• Il percorso completo è lungo 3.100 metri e sarà percorribile in entrambe le direzioni
• Le distanze tra i quattro punti di salita sono i seguenti:
o Torre di Legno – Piazza delle Gondole: 750 m
o Piazza delle Gondole – Torre Piezometrica: 500 m
o Torre Piezometrica – Torre Santa Maria: 1600 m
o Torre Santa Maria – Porta Nuova: 250 m (tratto a fondo chiuso)

Il personale e i volontari presenti:
• Circa 200 i volontari che si alterneranno nei due giorni
• Ad ogni punto di accesso saranno presenti personale comunale, la polizia municipale e volontari delle associazioni Amici dei Musei e Monumenti pisani, Amur – Associazione per le Mura di Pisa, Asd Arcadia
• Lungo il percorso in quota, ogni 100 metri circa, saranno presenti volontari della Croce Rossa Italiana e migranti ospitati dalla strutture Cri
• Un servizio di primo soccorso sarà garantito dai volontari della Pubblica Assistenza.

 

Lascia un commento