Stefano Arienti Portrait for Surface Magazine

Nel Chiostro delle Geometrie, incontro con l’artista Stefano Arienti. Tema della serata “Immagine non testo”

Firenze, Focus

Terzo appuntamento del progetto Nel Chiostro delle Geometrie V edizione di Teatro Studio Krypton al Complesso di Santa Verdiana a Firenze (appuntamenti fino al 28 settembre 2018).

Martedì 26 giugno 2018 alle ore 21.00 ospite della Corte della chiesa di Santa Verdiana sarà Stefano Arienti. L’artista sarà in conversazione con il curatore e critico indipendente Lorenzo Bruni in una serata intitolata “Immagine non testo”, in cui Arienti , attraverso qualche esempio delle sue opere e tematiche di suo interesse, analizzerà la questione dell’autorialità dell’artista visivo contemporaneo, con qualche distinguo rispetto a colleghi e curatori (sopra il titolo: ritratto di Arienti – ph. Giorgio Magini – per Surface Magazine).

Figura di spicco dell’arte italiana contemporanea,fin dall’inizio della sua ricerca ha rivolto l’attenzione ai processi di analisi e manipolazione delle immagini e dei materiali ripresi dal mondo reale e quotidiano che, attraverso un processo del tutto personale e sempre nuovo, si trasformano completamente, rendendo spesso irriconoscibile l’originale.

Nella lunga lista delle sue mostre nazionali ed internazionali figurano vari appuntamenti che hanno coinvolto gallerie, collezioni ed istituzioni in Toscana per cui l’artista ha realizzato anche opere create ad hoc, tra cui la collezione Gori a Villa Celle, la galleria Base. E come ad esempio è stato per la recente mostra di novembre passato “ Da Brooklyn al Bargello”, in cui ha creato Scena fissa 2017, installazione di circa venti teli bianchi antipolvere con figure dipinte ad inchiostro metallico, in dialogo con la Lunetta Antinori di Giovanni Della Robbia per Il museo del Bargello, oltre ad Altorilievo 2017 , site specific per la cantina Antinori in Chianti.

Complesso di Santa Verdiana
DIDA /dipartimento di Architettura – Piazza Ghiberti 27

Ingresso libero

Lascia un commento