mostra lorenzetti

Grandi mostre: prorogate fino al 4 novembre “Da Vinci Experience” a Firenze e “Ambrogio Lorenzetti in Maremma. Capolavori dai territori di Grosseto e Siena”

Firenze, Focus, Grosseto

Grandi mostre in Toscana, due proroghe – fino al 4 novembre 2018 –  nelle aperture grazie alla notevole affluenza di pubblico registrata sinora.

DA VINCI EXPERIENCE A FIRENZE. Nel complesso monumentale di Santo Stefano al Ponte a Firenze, a due passi da Ponte Vecchio, dallo scorso mese di maggio è tornata a grande richiesta Da Vinci Experience, lo spettacolo multimediale prodotto da Crossmedia Group. Doveva rimanere in cartellone fino al 7 ottobre 2018 ma, considerato il successo che sta riscuotendo, è stato deciso di prorogare il percorso fino al  4 novembre.

unnamed-50

Dedicato al genio di Leonardo, alla sua scienza ed eclettismo nelle varie discipline, il format presenta quest’anno alcune novità, tra tutte: il numero maggiore di modelli di macchine esposti, i nuovi totem digitali con la rappresentazione 3D di alcune macchine idrauliche e da guerra, le postazioni touch per gli approfondimenti sulle opere oggetto della rappresentazione nella sala immersiva. L’evento fiorentino può essere a pieno titolo considerato un’anteprima di quelle che saranno, in Italia e nel mondo, le celebrazioni nel 2019 del 500° anniversario dalla morte di Leonardo.

INFO / Da Vinci Experience | Firenze / Prorogata fino al 4 novembre 2018. Orario: Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 19.30 – ultimo ingresso 18.30 / Complesso di Santo Stefano al Ponte, Piazza di Santo Stefano, 5. Tel. 39.055.217418 | www.davinciexperience.it | #davinciexperience

info@davinciexperience.it

AMBROGIO LORENZETTI A MASSA MARITTIMA. Grazie al grande successo di pubblico e critica il Comune di Massa Marittima ha deciso di prorogare la mostra “Ambrogio Lorenzetti in Maremma. Capolavori dai territori di Grosseto e Siena” (foto sopra il titolo), esposta nelle sale del Complesso Museale di San Pietro all’Orto, Corso Diaz 36, curata da Alessandro Bagnoli, fino al 4 novembre anziché chiudere il 16 settembre.

alessandro Bagnoli curatore
Alessandro Bagnoli, curatore della mostra

Quindi c’è ancora tempo per ammirare le undici straordinarie opere del grande pittore senese a partire da “La Maestà”, l’opera realizzata proprio a Massa Marittima intorno al 1335 per gli eremiti agostiniani della chiesa San Pietro all’Orto che raffigura le tre virtù teologali sedute sui gradini che conducono al trono della Madonna con gli angeli, santi e profeti. A partire da questo capolavoro, il pezzo più pregiato e ammirato del museo massetano, si inseriscono altri 10 dipinti realizzati da Lorenzetti tra Siena e la Maremma che offrono una visione d’insieme delle varie stagioni conosciute dall’artista nel corso della propria carriera, anche al fine di contestualizzare meglio la stessa Maestà. “Una proroga resa possibile dalla disponibilità dei prestatori ma anche dal fatto che alla fine di agosto sono stati oltre 5000 i visitatori del museo e della mostra – ha spiegato l’assessore alla cultura Marco Paperini – un numero ben superiore all’affluenza registrata lo scorso anno. In questo modo prolungheremo le ricadute positive sulla città offrendo ai turisti un evento culturale di qualità anche per tutto il periodo autunnale, ma anche la possibilità di far visitare la mostra alle scuole del territorio”.

Fino al 4 novembre gli orari sono i seguenti: dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 13 dalle 16 alle 19, giorno di chiusura il lunedì. Ingresso intero 7 euro, ridotto 5 euro. La mostra è promossa dal Comune di Massa Marittima, Comune di Siena, Complesso Museale Santa Maria della Scala, Università di Siena, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Siena e il patrocinio di Musei di Maremma e Parco Nazionale Colline Metallifere grossetane. Informazioni: Ufficio turistico Comune di Massa Marittima/ Musei di Massa Marittima, Musei di Maremma, tel. 0566901954, www.turismomassamarittima.it/news o www.museidimaremma.it

 

Lascia un commento