costumi di scena costumerai capricci livorno

DIETRO LE QUINTE. “Costumi e vecchi merletti”, sfilata e mostra a Livorno

Livorno, Moda e Artigianato

Signore e signori, il sipario sta per alzarsi… E allora andiamo a cominciare. Meglio “Le smanie per la villeggiatura” o “La vedova scaltra”? O ancora “La donna di garbo” o qualcosa di ottocentesco, come “Cavalleria Rusticana”? Ma non dimentichiamo “La bisbetica domata” di shakespeariana memoria. Un titolo, un’opera teatrale, e un costume di scena. Colorato e scintillante sotto i giochi di luce, capace di trasportare come una macchina del tempo nell’epoca – passata o futura – che fa da sfondo al testo che l’attore/attrice recita in palcoscenico. Dietro al quale ci sono le quinte, e andando ancora a ritroso tante maestranze che lavorano, compresi costumisti e sarti. Un mondo da esplorare, dove ogni giorno la professionalità delle maestranze si estrinseca nella costruzione di un merletto, di una manica a sbuffo o di un corpetto stringato. Dove l’eccellenza è evidente quando questo o quel costume diventa oggetto di una ricerca rigorosamente filologica.bozzettobeatrice2

Tutto questo sabato 26 novembre 2016 alle ore 18 diventerà protagonista nel Salone delle Gabbrigiane all’interno del Mercato Coperto di Livorno, uno dei luoghi simbolo della storia della città. E dove, da un po’ di tempo, nell’ambito della valorizzazione della stessa struttura e degli itinerari livornesi si fa anche (ironicamente) “Cultura a peso”. E così, organizzato da Coop Itinera e dalla livornese Compagnia degli Onesti capitanata dall’attore (ma anche regista e autore) Emanuele Barresi, va in scena l’appuntamento con  “Costumi e vecchi merletti”, ovvero una sfilata di costumi di scena con mostra di bozzetti e fotografie a cura di Adelia Apostolico, costumista teatrale (nella foto a sinistra e in basso a destra due suoi bozzetti). Il tutto in collaborazione con la Costumeria Capricci (con la signora Gabriella), Scorpio e il Centro Artistico il Grattacielo.

bozzettoildottoreSarà un evento sui generis, nel corso del quale ci sarà – come accennato – l’esposizione di bozzetti di costumi (firmati da Adelia Apostolico) e fotografie tratte dagli spettacolo teatrali messi in scena negli ultimi anni, come ad esempio “La bisbetica domata”, “La donna di garbo”, “La vedova scaltra”, “Cavalleria Rusticana” (opera lirica di Pitro Mascagni), “La fortuna si diverte”, “Angelica Palli”, “Le stanze al Museo”, “Le smanie per la villeggiatura”.

Quindi ecco la sfilata dei costumi di scena realizzati prevalentemente per gli spettacoli della Compagnia degli Onesti (con la regia e spesso anche l’interpretazione di Emanuele Barresi) dalla Costumeria Capricci di Panciatici, una delle più antiche sartorie di Livorno, con sede nei pressi della centralissima piazza Magenta (nella foto in basso a sinistra la signora Gabriella mentre lavora un corpetto per un abito di scena).

sfilata4Subito dopo si passerà alla presentazione di due libri: “Ritratti di donna” di Cosimo Chiarelli, Federica Falchini, Adelia Apostolico (ed. Coop Itinera e Debatte Editore Livorno) e “Mani che lavorano. creatività, moda e artigianato nella Toscana che guarda al futuro” di Elisabetta Arrighi (ed. Erasmo, Livorno). I costumi – alcuni dei quali durante l’evento all’interno del Mercato Coperto saranno esposti anche su manichini – verranno indossati da Emanuele Barresi, Fabrizio Brandi, Alessandro Donati, Elisa Franchi, Claudio Monteleone e Stefano Santomauro. Le fotografie sono di Domenico Cascio e Patrizia Tonello.

Per info: Coop Itinera 0586 894563, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Lascia un commento