CORONAVIRUS. Chiusura alle 23.59 del 9 aprile per la richiesta online dei buoni alimentari al Comune di Livorno

Livorno

Si chiude giovedì 9 aprile 2020 alle 23.59 la possibilità di richiedere al Comune di Livorno i buoni di solidarietà alimentare tramite procedura online.

Domani, venerdì 10 aprile, chi non è riuscito a inserire la domanda tramite il sito del Comune, potrà chiamare i seguenti numeri telefonici per avere assistenza e presentare la richiesta:

  •                                                  0586- 824135  
  •                                                  0586  -824045  
  •                                                  0586  -824182 
  •                                                  0586 – 824 147         
  •                                                  0586 – 824126        
  •                                                  0586-  824127
  •                                                  0586 – 824186
  •                                                  0586 – 824130
  •                                                  0586 – 820452
  •                                                  0586 – 824050  

Si ricorda a chi è rivolto il secondo bando con il quale il Comune assegnerà i fondi di solidarietà alimentare messi a disposizione dal Governo per l’emergenza coronavirus.

Chi può far domanda

Possono fare domanda i cittadini residenti nel Comune di Livorno che non abbiano già ottenuto i buoni spesa sul primo bando. Attenzione: se una persona non risulta residente o ha già ottenuto i precedenti buoni, la procedura darà un messaggio di errore.

Nello specifico:  possono far domanda i soggetti che hanno perso il lavoro e non ricevono alcun tipo di supporto per la disoccupazione ;  soggetti che hanno sospeso o chiuso attività e che comunque non hanno un altro reddito superiore a 400 euro ;  soggetti con lavori intermittenti e che comunque hanno un reddito mensile inferiore a 400 euro; soggetti che usufruiscono di prestazioni assistenziali inferiori a 400 euro (RdC, Rei, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensioni, etc..) 

Criteri di priorità nell’assegnazione dei buoni spesa

Sarà redatta una graduatoria sulla base del rapporto tra reddito o sussidio mensile percepito e numero di componenti del nucleo familiare.

Ammontare del buono spesa

Il buono spesa è modulato in base al numero dei componenti del nucleo familiare, secondo i seguenti importi: 

  • € 100 nuclei familiari unipersonali 
  • € 150 nuclei familiari di 2 persone 
  • € 200 nuclei familiari con più di due persone

Si ricorda che i buoni spesa possono essere utilizzati solo per l’acquisto di generi alimentari. E’ esclusa in ogni caso la possibilità di acquistare alcolici e superalcolici.

 

Lascia un commento