Cinema, il Premio Suso Cecchi D’Amico a Susanna Nicchiarelli per il film “Nico, 1988”. Premiazione il 21 luglio a Castiglioncello

Cinema & TV, Livorno

Susanna Nicchiarelli sceneggiatrice e regista del film “Nico, 1988” è la vincitrice del Premio Suso Cecchi D’Amico 2018 VII edizione. In questo film, Susanna Nicchiarelli (foto sopra il titolo) affronta la vita di Nico, una delle donne più affascinanti degli Anni Ottanta. “Nico 1988” ha ottenuto 6 candidature ai Nastri d’Argento, 8 candidature e vinto 4 David di Donatello ed è stato premiato al Festival di Venezia dove ha vinto il premio Orizzonti per il miglior film. “Nico 1988” racconta gli ultimi anni di Christa Päffgen, in arte Nico, cantante dei Velvet Underground e musa di Andy Warhol.

Il Comune di Rosignano Marittimo che organizza il Premio, in collaborazione con il Centro Studi Commedia all’Italiana, Fondazione Sistema Toscana, Cinema Arena La Pineta Castiglioncello, Associazione Armunia, con il Premio Suso Cecchi d’Amico – per la sceneggiatura vuole rendere omaggio alla figura e al lavoro di Suso, Signora del cinema italiano, che ha avuto un legame speciale con Castiglioncello, da lei eletto a luogo di vacanza e di lavoro. Il Premio è assegnato all’autrice o all’autore della sceneggiatura originale di un film italiano prodotto dal 1° maggio 2017 al 30 aprile 2018 in cui rivesta un particolare rilievo una figura femminile. Il premio Suso Cecchi d’Amico è realizzato dallo scultore orafo Mimmo di Cesare.

Susanna Nicchiarelli riceverà, sabato 21 luglio ore 21.30, il premio dalla giuria composta da Oreste De Fornari, Massimo Ghirlanda, Stefania Ippoliti, Alessandra Levantesi, Cristina Comencini presidente, Francesca Archibugi e Paolo Virzì (vincitori della 6a edizione). Come ogni anno in occasione del compleanno di Suso Cecchi D’Amico, Castiglioncello ricorderà la signora del Cinema italiano al Cinema Arena La Pineta, Pineta Marradi di Castiglioncello, attraverso la consegna del premio a lei intitolato e la proiezione del film risultato vincitore.

comencini

Quest’anno però il Premio avrà un’anteprima alle 18 con Cristina Comencini (nella foto), presidente della Giuria del Premio Suso Cecchi D’Amico, che alla Limonaia nel parco del castello Pasquini, a Castiglioncello, presenterà il suo romanzo “Da soli” edito da Einaudi dove la scrittrice e regista immagina la vicenda di due coppie che si lasciano «nella seconda metà della vita». Nelle loro storie si rispecchiano e si rincorrono tutti i modi che abbiamo di affrontare i nostri sentimenti. La furia di chi scappa, la calma di chi resta, il silenzio irreale delle stanze vuote, la strana complicità dei figli grandi, la riscoperta del corpo, il tempo lungo dei pensieri. Cristina Comencini racconta tutto quello che avviene quando un matrimonio entra in crisi: la collezione dei perché (o la febbre di cancellarli), lo slancio verso il futuro (o il culto del passato), la disillusione che spunta da tutte le parti, la certezza che niente cancellerà quella storia d’amore. Attraverso le parole dei suoi personaggi, costruisce una storia valorosamente sentimentale: la vita di chi, pur avendone già vissuta una, ha l’audacia di cambiare. In caso di brutto tempo la cerimonia e la prioezione si svolgeranno presso il Teatro Solvay. L’ngresso alla presentazione, alla premiazione e alla proiezione del film è gratuito fino ad esaurmento posti. 

Lascia un commento