copertina libro-2

Cibo, spreco e rifiuti: ecco l’ultimo libro (divertente e utile) di Fabrizio Diolaiuti. Con dieci ricette di chef stellati

Arezzo, In cantina e in cucina, Versilia

_MMF0424Fabrizio Diolaiuti, dopo aver intervistato il Cervello, questa volta intervista il Cibo, lo Spreco e i Rifiuti. Ne è uscito un libro divertente e utile. Non deve trarre in inganno il tono volutamente colloquiale e la personificazione dei soggetti trattati. Il dialogo, l’intervista, è l’escamotage di un brillante comunicatore che sa raccontare, ad adulti  e bambini, temi complessi in modo comprensibile senza abbandonare il rigore scientifico e la completezza dei dati. Nessuna risposta è banalmente superficiale, ma sempre frutto di quel processo di semplificazione possibile soltanto dopo che tutto è stato indagato, approfondito, analizzato. Dal cibo allo spreco e ai rifiuti, e di nuovo al cibo: è tracciato un percorso circolare a cui ricorrere come una bussola, una guida a cui attingere per orientare scelte e comportamenti consapevoli e responsabili.

Il testo di Fabrizio Diolaiuti (sopra il titolo particolare della copertina del libro) è quindi un testo raro, che affronta i temi della sostenibilità, della salute e dalla sopravvivenza dell’uomo e dell’ambiente, come capitoli di un’unica riflessione, tra loro inscindibilmente connessi. Ed è vero quello che dice l’autore. “Cibo, spreco e rifiuti. Leggi questo libro e nulla sarà più come prima”. La prefazione è stata affidata a Giacomo Cherici, presidente di AISA impianti, la centrale di recupero a Zero Spreco, di Arezzo, dove con i rifiuti urbani, si produce energia elettrica, calore per riscaldare le serre, compost bio e frazione organica stabilizzata. Nel libro ci sono 10 ricette Zero Spreco, proposte da tre grandi chef stellati Michelin. Luca Landi, ristorante Lunasia di Viareggio. William Zonfa, Magione Papale Relais di Campagna & Risorante, L’Aquila. Franca Checchi ristorante Romano di Viareggio.

CIBO, SPRECO E RIFIUTI
Edizioni FuoriOnda
Pagine 330
Prezzo € 13

Lascia un commento