A Villa Trossi un’eccezionale serata dedicata a Maria Callas, con il soprano livornese Valentina Boi. Al pianoforte Silvia Gasperini che eseguirà anche il preludio della Traviata e l’intermezzo di Butterfly. Il musicologo Fulvio Venturi rievocherà la figura della grande cantante greco-americana e presenterà i brani in programma

Eccezionale serata alla Villa Trossi di Ardenza (Livorno) domenica 27 agosto alle ore 21.30 nel nome di Maria Callas. Protagonista è il giovane soprano livornese Valentina Boi (foto sopra il titolo) che canterà numerose arie dal repertorio della grande cantante greco-americana. Sono infatti in programma brani da Macbeth, con la lettura della lettera, la cavatina “Vieni, t’affretta” e la cabaletta “Or tutti sorgete, ministri infernali”, da Cavalleria rusticana, che fu l’opera del debutto teatrale di Maria Callas, con “Voi Lo sapete, o mamma”, la bellissima aria “Suicidio!” dalla Gioconda di Ponchielli opera che segnò il debutto italiano di Maria Callas (1947, Arena di Verona), ed il “Vissi d’Arte” dalla Tosca di Puccini.

La pianista Silvia Gasperini, oltre ad accompagnare Valentina Boi, farà ascoltare il preludio al terzo atto della Traviata e l’intermezzo di Madama Butterfly. E’ poi prevista una serie di bis a sorpresa.

E’ uno straordinario rientro a Livorno per Valentina Boi che l’ultima volta nella nostra città è stata applaudita al Teatro Goldoni nel Piccolo Marat di Mascagni. In questo periodo Valentina ha compiuto passi molto importanti per la sua carriera, debuttando opere di grande impegno come Aida e Nabucco, oppure presentandosi su palcoscenici prestigiosi con la riscoperta di partiture interessanti e desuete come Gloria di Francesco Cilea portata in scena con successo a Cagliari. Adesso questo sentito omaggio a Maria Callas nel centenario della nascita. Nelle vesti di padrone di casa Fulvio Venturi rievocherà la figura di Maria Callas e presenterà i brani in programma.

Lascia un commento