Nuovi eventi musicali, da Barberino Val d’Elsa a Parma. Fra le voci anche quella di Ginevra Di Marco che interpreta Tenco

Dischi & Live, Firenze

Con il concerto del mitico trombonista losangelino Glenn Ferris, tra le maggiori figure della scena jazz contemporanea (collaboratore di Frank Zappa, Stevie Wonder, James Taylor e Duran Duran) si è aperta la sera di martedì 15 maggio  l’Estate 2018 dei Nuovi Eventi Musicali, con appuntamenti, spesso in prima esecuzione, che spaziano dal Girone Jazz presso il Circolo il Girone, a Terra InCantata a Barberino Val d’Elsa, fino al Festival della Parola a Parma (a breve saranno svelati nuovi luoghi e eventi, per rimanere aggiornati www.nuovieventimusicali.it).

Dopo Ferris, altri due appuntamenti in programma per il Girone, che esplorano tutte le sfumature del jazz: il 22 maggio 2018 Piero Borri & Friends, una serata speciale che unisce nello stesso concerto cinque musicisti, punti di riferimento del jazz italiano, ovvero il batterista Piero Borri, Stefano Cocco Cantini al sax, Nico Gori al clarinetto, Kalmàn Olàh al piano e Ares Tavolazzi al contrabbasso, e il 29 maggio i Dinamitri Jazz Folklore, che vede Emanuele Parrini al violino, Beppe Scardino al sax baritono, Gabrio Baldacci alla chitarra, Paolo Pee Wee Durante all’hammond, Andrea Melani alla batteria e Simone Padovani alle percussioni, sotto la guida del sassofonista Dimitri Grechi Espinoza. Sarà un evento che dal bebop alle polifonie di New Orleans, al blues all’Africa, cercherà un punto di contatto tra tradizioni di culture solo apparentemente distanti, in una ricerca continua di innovazione.

Nell’Estate firmata Nuovi Eventi Musicali, centrale la nuova produzione NEM in omaggio a Luigi Tenco, negli 80 anni dalla nascita, in prima assoluta. A interpretare i brani del celebre cantautore, negli arrangiamenti originali di Marco Bucci, sarà Ginevra Di Marco (foto sopra il titolo), già protagonista di alcuni degli eventi di punta dell’associazione (per i NEM in più di dieci anni ha interpretato Domenico Modugno, Pink Floyd, Bjork, XTC), che sarà accompagnata da Francesco Magnelli alle tastiere e samples, da Andrea Salvadori alle chitarre, e da un quartetto d’archi, composto da Gabriele Bellu e Francesco Bonacini al violino, Pietro Scalvini alla viola e Marco Ferri al violoncello, quello della Filarmonica dell’opera Italiana Bruno Bartoletti a Parma in occasione del Festival della Parola, sotto il pergolato della Corale Verdi (27 giugno) e da quello dell’Orchestra i Nostri Tempi di Firenze per Terra InCantata in piazza Barberini (29 giugno). A celebri brani di Tenco quali “Vedrai vedrai”, “Io si”, “Angela”, “Lontano lontano” si alterneranno brani di musica classica come il quartetto “La morte e la fanciulla” di Schubert in piena tradizione Nuovi Eventi Musicali, nei cui programmi musicali i più grandi autori di ogni tempo si affiancano.

Il legame della Di Marco con Tenco è lungo: nel 2017 Ginevra è stata la vincitrice della Targa Tenco 2017 come miglior interprete, mentre in “Donna Ginevra” del 2009, per cui già si era aggiudicata la Targa Tenco, ha inciso “Io sì”, capolavoro di Tenco, riletta a mo’ di sirtaki. Tenco, cantautore, attore, poeta, compositore e polistrumentista, è considerato da gran parte della critica uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi. La sua rivoluzione artistica è riscontrabile nella volontà di una profonda rottura con la musica tradizionale italiana e la necessità di trattare tematiche all’epoca all’avanguardia quali il sentimento umano nella sua crudezza, l’amore sotto le sue molteplici prospettive, le esperienze esistenziali, fino alla critica sociale come la politica, l’ideologia, i diritti della donna, la guerra e ai temi dell’emarginazione.

Completano il programma di Terra InCantata, il concerto del cantautore romano Pino Marino, vincitore di numerosi premi, autore di innumerevoli progetti musicali e collaboratore, tra gli altri, di Daniele Silvestri, Giorgia, Niccolò Fabi, che porta a Barberino il “Concertacolo di canzoni e altre storie”, in cui immagini musicali e brani di repertorio si fondono in un percorso originale (4 luglio) per chiudersi il 12 luglio con il live dei La Vague, progetto artistico in continua evoluzione che si modella sulle esperienze e gli interessi di Francesca Pirami, voce, melodica, kazoo, rumorofono, e Alessandro Corsi, basso, mbira, slide guitar, stomp-box, in un crossover tra musica, recitazione e arte performativa.

In collaborazione con Regione Toscana, Fondazione CR Firenze, Publiacqua, Unione Comuni Chianti fiorentino, Comune di Firenze, Circolo Girone, Eventi music Pool, Festival Parola Parma, Orchestra Bruno Bartoletti Parma.

Info e prevendite: www.nuovieventimusicali.it – info@nuovieventimusicali.it
Prevendite circuito Boxoffice – www.boxol.it

Lascia un commento