Un viaggio indietro nel tempo per sfociare nella contemporaneità: live a Fiesole del Gianluca Petrella Trio 70’s

Dischi & Live, Firenze

Ritmo e raffinatezza, genio e sregolatezza, tecnica e passione tra, jazz, funk ed elettronica. Questo è il Gianluca Petrella Trio 70’s, il nuovo progetto del trombonista pugliese che martedì 23 maggio 2017 alle 21.30 sarà sul palco del 13/mo Girone Jazz, la rassegna che porta al Circolo Arci Il Girone (via Aretina 24, Fiesole) i nomi più interessanti del panorama musicale italiano e internazionale, a cura di Il Girone, Music Pool e Nuovi Eventi Musicali, con la direzione artistica di Augusto Bevenuti. In formazione anche due artisti d’eccezione: il pianista Michele Papadia all’organo hammond e a Stefano Tamborrino alla batteria, per un’avventura con radici nella black music che unisce sonorità nord europee al sound di Detroit, per arrivare fino alle nuove frontiere dell’elettronica e all’hip hop. Prima del concerto, sarà possibile partecipare a un apericena proposto dal ristorante I’Gir’One (concerto 12/10€/apericena 12€).

Amici da una vita, Petrella e Papadia rinnovano un sodalizio ventennale in questo trio nato in occasione di una registrazione live per il settimanale L’Espresso. Poche ore di prove sono sufficienti per capire che la strada è quella giusta e che il feeling naturale rimasto intatto fra i due sarebbe stato la base necessaria per dar vita a un suono omogeneo e potente. Un viaggio indietro nel tempo tra tinte acide e sonorità funk, in una discesa nelle profondità viscerali della black music della metà del secolo scorso che sfocia nella contemporaneità. Il trombone di Petrella, giunto a un’indubbia fase di maturità, sfuma afro-beat, nu-jazz e hip hop, con incursioni nell’elettro e nel free, in un dialogo continuo, liquido, cerebrale e viscerale al tempo stesso, con il potente supporto ritmico del Moog, i caldi intrecci armonici e ritmici dell’Hammond, e un solido groove creativo delle percussioni. Un “Hammond Trio” ad alto tasso di libertà espressiva, divertente, creativo e carico di stimoli in crescita costante, con un repertorio completamente inedito, interamente arrangiato da Petrella.

Tra i più talentuosi trombonisti al mondo (ha vinto per due anni consecutivi il il celebre “Critics Poll” della rivista Down Beat, nella categoria “artisti emergenti”), Gianluca Petrella (classe 1975) ha iniziato la sua carriera oltre 20 anni fa. Ha collaborato con artisti del calibro di Steve Swallow, Greg Osby, Carla Bley, Steve Coleman, Tom Varner, Michel Godard, Lester Bowie, Sean Bergin, Hamid Drake, Marc Ducret, Roswell Rudd, Lonnie Plaxico, Ray Anderson, Pat Metheny, Oregon, John Abercrombie, Aldo Romano, Steven Bernstein e la Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen – e con importanti musicisti italiani come Enrico Rava, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Giovanni Guidi, solo per citarne alcuni.

Gli appuntamenti del 13mo Girone Jazz si concluderanno il 6 giugno con “Oxfam Stand as One”, una serata dedicata ai migranti e alle persone in fuga. In programma “From Chopin to Radiohead from Martin Luther King to Mandela”: concerto che fonderà insieme due linguaggi, quello della musica, con il pianista Emanuele Fontana alle tastiere e Lorenzo Forti al contrabbasso, e quello dei visual, con immagini d’archivio dei discorsi di grandi della storia come John Fitzgerald Kennedy, King e Mandela elaborati da Claudia Ceville.

Info: info@eventimusicpool.it — www.eventimusicpool.it — www.nuovieventimusicali.it — tel. 055 240397

Lascia un commento