Riflessione sul ’68, quando fu occupato il Quartiere Latino di Parigi. Al “Niccolini” di Firenze i neodiplomati della scuola per attori recitano “Non è di maggio. Il nostro Pasolini”

Teatro e Danza

Giovedì 10 maggio 2018, alle ore 21, al Teatro Niccolini di Firenze / Fondazione Teatro della Toscana, nell’ambito della 81ma edizione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino, va in scena con “i Nuovi” “Non è di maggio. Il nostro Pasolini” con le fotografie di Massimo Agus.

1 LOW – i Nuovi_ ph. Filippo Manzini

Il Pasolini poeta, giornalista, politico, visionario e quasi profetico, ma soprattutto il Pasolini dei Nuovi. Lo spettacolo è quello che la compagnia dei neodiplomati della Scuola per Attori ‘Orazio Costa’ (nella foto sopra, ph. Filippo Manzini), che ha in gestione la sala di via Ricasoli, riconosce e sente come proprio nell’opera di un uomo che ha segnato il suo tempo e ancora oggi è un punto di riferimento culturale ineludibile.
Attraverso Pasolini e le fotografie di Massimo Agus si riflette sul Sessantotto, su quel fatidico maggio in un giorno particolare, l’anniversario dell’occupazione del quartiere latino a Parigi.
Una produzione della Fondazione Teatro della Toscana all’interno della LXXXI Edizione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino.
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento