OPEN GOLD 2021. A Lucca si conclude il 30 settembre il Festival Boccherini con un concerto dell’Orchestra dell’ISSM Luigi Boccherini affiancata dal virtuoso del violoncello Enrico Bronzi e dal soprano Edith Adetu. All’Auditorium di piazza del Suffragio (ore 21)

Con il concerto dell’orchestra dell’ISSM “Luigi Boccherini” affiancata da due grandi interpreti, il virtuoso del violoncello, direttore d’orchestra e docente al Mozarteum di Salisburgo Enrico Bronzi (sopra il titolo, ph. Marco Borrelli) e il soprano Edith Adetu, si conclude l’edizione 2021 di Open Gold-Festival Boccherini, che nel mese di settembre ha richiamato all’ISSM “Boccherini” interpreti da tutta Europa, giovani talenti, insegnanti e studiosi.
L’Orchestra dell’ISSM Luigi Boccherini di Lucca
Giovedì 30 settembre 2021, alle 21 all’Auditorium del Suffragio, l’orchestra del conservatorio di Lucca e i due solisti esploreranno la storia della musica dal Settecento di Mozart ai giorni nostri. Per l’occasione, saranno diretti da Giovanni Pompeo, direttore dell’Orchestra di Matera e della Basilicata. Ad aprire la serata sarà la Sinfonia n. 29 in la maggiore, K 201 di Wolfgang Amadeus Mozart, scritta nel felice e creativo periodo salisburghese del compositore. A seguire, tra Settecento e Ottocento, l’Aria accademica G 552 “Caro padre, a me non dei” per soprano e orchestra di Luigi Boccherini e un pezzo assai noto ai violoncellisti, Une larme, variazione per violoncello e orchestra di Gioachino Rossini, un mondo complesso racchiuso in dieci minuti di musica in cui al violoncellista è richiesto un grande virtuosismo tecnico. In chiusura, l’arrivo nel Novecento con una rara esecuzione di Musica concertante per violoncello e archi di Giorgio Federico Ghedini.
Il soprano Edith Adetu collabora abitualmente con l’Opera Nazionale di Iaşi (Romania). Nel 2018 ha debuttato come Lauretta nel “Gianni Schicchi” di Puccini, una produzione dello Studio Sperimentale dell’Opera di Braşov. Si è esibita in numerose città della Romania, in Repubblica Ceca e in Italia. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti; recentemente è stata invitata a partecipare al Concerto Maratona Belliniana che si è tenuto a Catania e ha tenuto due concerti lirici nel Duomo di Taormina. Violoncellista e direttore d’orchestra, Enrico Bronzi è il fondatore del Trio di Parma e si esibisce regolarmente nelle più importanti sale da concerto del mondo. Suona e ha suonato come solista sotto la guida di Claudio Abbado, Christoph Eschenbach, Paavo Berglund, Frans Brüggen, Krzysztof Penderecki, Tan Dun, Reinhard Goebel. Ha seguito le lezioni di direzione d’orchestra di Jorma Panula ed è solista e direttore ospite di numerosi complessi, tra cui l’Orchestra Mozart, Kremerata Baltica, Camerata Salzburg, l’Orchestra della Toscana, la Filarmonica del Teatro La Fenice, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra di Padova e del Veneto, i Virtuosi Italiani, la Filarmonica Marchigiana, la Sinfonica Abruzzese. Dal 2007 è titolare di una delle tre cattedre di violoncello dell’Universität Mozarteum di Salisburgo. Giovanni Pompeo, musicista lucano attivo in tutto il mondo, è direttore d’orchestra, organizzatore culturale, docente e componente del Consiglio Accademico del Conservatorio di Potenza, direttore artistico dell’Associazione Matera 2019.
Per questo ultimo evento, l’ISSM “Luigi Boccherini” ha previsto un’esperienza eccezionale per i vincitori di A.L.I.C.E., progetto multimediale di promozione della lettura che per un giorno (il 25 settembre) ha trasformato Lucca in un’estensione virtuale della Biblioteca Civica Agorà: un game a tema “Alice nel pase delle meraviglie” giocato passeggiando per il centro storico, utilizzando una app dedicata, alla ricerca di letture ed enigmi da risolvere. I tre avranno infatti la possibilità di vivere la musica da “dentro” l’orchestra grazie ai posti a sedere a loro riservati tra gli orchestrali.
Il concerto è a ingresso libero.

Lascia un commento