Museo Aperto, domenica 25 ottobre (ore 16) visita al Forte Belvedere di Firenze e alla mostra fotografica di Massimo Sestini. L’appuntamento con un interprete LIS (lingua dei segni) è dedicato a ipoudenti e non udenti

Arte, Firenze

Domenica 25 ottobre  2020 alle ore 16.00 i Musei Civici Fiorentini e MUS.E propongono, nell’ambito del progetto Museo Aperto, una visita con interprete LIS, dedicata a ipoudenti e non udenti, al Forte di Belvedere e alla mostra fotografica qui in corso fino al 31 ottobre 2020, “Bellezza oltre il limite” di Massimo Sestini. (Sopra il titolo, ph. Mattia Marasco).

La partecipazione è gratuita, oltre che per ipoudenti e non udenti, anche per non più di un accompagnatore a testa. È obbligatorio prenotarsi scrivendo a info@muse.comune.fi.it o telefonando al numero 055 2768224. Nel rispetto del protocollo di sicurezza Covid, infatti, sono ammessi un numero massimo di 14 partecipanti (accompagnatori compresi).

Firenze, veduta aerea della mostra fotografica “Toscana Rinascimento senza fine, la bellezza infinita” del fotoreporter Massimo Sestini 2020-09-11 © Massimo Sestini

La visita guiderà alla scoperta della storia del Forte, consentendo di godere della visuale offerta da uno dei punti panoramici più celebri della città. Fatto costruire da Ferdinando I de’ Medici, figlio di Cosimo I, a Bernardo Buontalenti, architetto di fiducia, aveva numerosi scopi: oltre a proteggere la sede del governo, Palazzo Pitti, la zona sud della città e tutto l’Oltrarno, doveva esibire la potenza medicea e assicurare al Granduca un rifugio da eventuali sommosse. Costituiva infatti l’ultima tappa del Corridoio Vasariano, che collegava Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti con un percorso sopraelevato passando per gli Uffizi e sopra Ponte Vecchio.

Al racconto delle architetture cinquecentesche della fortezza medicea si intreccerà quello delle opere fotografiche di Massimo Sestini, che gli spalti del Forte ospitano dal mese scorso e che presentano una Toscana ritratta da una prospettiva inedita. Le foto infatti sono state scattate a 2000 piedi di altezza con obiettivi che hanno consentito di avvicinarsi così tanto alla scena fotografata da inquadrarla in modo assolutamente originale e nuovo. Il risultato travalica la fotografia e si trasforma in opera d’arte.

Per informazioni e prenotazioni

MUS.E

Partecipazione gratuita per ipoudenti, non udenti e per non più di un accompagnatore a testa.
Numero massimo consentito di 14 partecipanti (accompagnatori compresi), nel rispetto del protocollo di sicurezza Covid.

Prenotazione obbligatoria scrivendo all’indirizzo mail info@muse.comune.fi.it o telefonando al numero 055 2768224 (da lunedì a sabato h 9.30-13.00 e h 14.00-17.00; domenica e festivi h 9.30-12.30)

 

Lascia un commento