MARIOTTINI QUARTET1

Mirco Mariottini New Quartet per una serata in musica al Regina Margherita di Marcialla. Nell’ambito di Jazz & Wine, con degustazione di vini

Dischi & Live, Firenze

Jazz a trecentosessanta gradi, sabato 16 febbraio 2019 alle 21,30 al Teatro Comunale Regina Margherita di Marcialla (Barberino val D’Elsa, Firenze, Via Amelindo Mori, 20). Sul palcoscenico troviamo il ‘Mirco Mariottini New Quartet’. Con Mirco Mariottini al clarinetto e clarinetto basso, Alessandro Giachero al pianoforte, Lello Pareti al contrabbasso e Paolo Corsi alla batteria. Secondo appuntamento della rassegna “Jazz & Wine”. Ovvero, musica jazz unita alla degustazione di vini. A cura di Gianfranco Martinelli all’interno della stagione 2018/2019. In collaborazione con Music Pool/Network Sonoro. Biglietti: euro 12 intero, 10 ridotto.

  • Informazioni: Music Pool 055 240397, Teatro Regina Margherita 055 8074348. Prevendite: 055 240397 – 055 210804. 

Questo quartetto composto da alcuni tra i migliori musicisti presenti sulla scena jazzistica italiana è frutto di un percorso che ha dato vita nel tempo a varie composizioni, nate in momenti diversi, e che ora vengono riproposte in una sequenza unica con l’intenzione di lasciarsi trascinare dalla musica in piena libertà.

Mirco Mariottini verticale
Mirco Mariottini

E la voglia di andare alla riscoperta, ogni sera in modo diverso, dell’emozione che ha dato origine a ciascuna di essere per coglierne l’essenza più profonda. La poetica seducente di questo ensemble capitanato dal travolgente clarinettista Mirco Mariottini spesso consiste in una spinta accelerata di urgenze espressive che all’improvviso si polverizzano e si dilatano in atmosfere più sognanti e visionarie. Una sintesi, in note, dell’universo emotivo contemporaneo. Lo stile del clarinettista Mirco Mariottini è dichiaratamente jazz con influenze colte europee, popolari ed etniche. Si è dedicato al jazz e alla composizione e collabora come freelance in diversi gruppi facendo parte dell’Agromistico Trio e il Dinamitri Jazz Folklore. Ha inoltre suonato e registrato con musicisti come Paolo Fresu, Ares Tavolazzi, Paul McCandels. Ospite del Salone della Musica di Torino è stato presentato come nuovo talent o del jazz di ricerca in Italia. Al suo fianco in questo progetto: Alessandro Giachero, pianista, compositore, improvvisatore e docente presso Fondazione Siena Jazz, ha collaborato con nomi come Anthony Braxton, William Parker, Hamid Drake ed è riconosciuto fra i massimi esponenti dell’avanguardia italiana; Lello Pareti è protagonista dal 1986 di un’intensa attività concertistica e discografica che lo ha visto collaborare con alcuni dei più importanti musicisti jazz internazionali e italiani come Enrico Rava, Paolo Fresu, Lee Konitz, Chet Baker; Paolo Corsi, batterista poliedrico che ha maturato esperienze nell’ambito della musica contemporanea, teatrale e classica. Ha girato il mondo collaborando con artisti internazionali e ha all’attivo più di cinquanta dischi a fianco di musicisti come Bob Mintzer, Mike Stern, Danilo Rea e altri. 

Lascia un commento