“C’era una volta un re… No! C’era una volta una principessa” a Vorno. A Casciana Terme “Se Pinocchio fosse Cappuccetto rosso”

Lucca, Pisa, Teatro e Danza

Domenica 2 aprile 2017 in doppia replica alle ore 15.30 e alle ore 17 nella Tenuta Dello Scompiglio di Vorno (Capannori, Lucca) va in scena C’era una volta un re… No! C’era una volta una principessa, spettacolo del Teatro dell’Orsa interpretato da Monica Morini, con la musica dal vivo di Fabio Bonvicini. L’appuntamento è proposto nell’ambito di “Assemblaggi Provvisori”: una programmazione tematica, ospitata fino a giugno negli spazi della Tenuta, incentrata sull’individualità in relazione e/o in conflitto con il genere e più specificamente con l’assenza di causalità e coincidenza tra il sesso biologico, il genere (mascolinità–femminilità) e l’orientamento sessuale.

Spiega l’autrice e interprete: «Sono storie di principesse cacciate per avere parlato al momento sbagliato, di fanciulle da conquistare con un dono, ma anche di regine del proprio destino che non hanno bisogno di castelli per sentirsi preziose. L’eco dei cantastorie accende le narrazioni ispirate al repertorio popolare italiano, rivisitato con lo sguardo di oggi. Uva, zucca e sale sono contorno gustoso ai racconti, la cucina è luogo di trasformazione e di astuzia. Un tempo per incantarci con le storie, per sorridere e tessere parole che ci ricordano il catalogo dei nostri destini, con e senza cavalieri, fuori e dentro il castello». C’era una volta un re… No! C’era una volta una principessa nel 2014, al 33° Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi si è meritato il Premio Padova, per il quale la Giuria tra l’altro ha motivato: «Se le fiabe fossero sempre raccontate così… se le fiabe fossero sempre animate così… se i gesti e le voci dei personaggi che le accompagnano fossero sempre così intensi, espressivi e coinvolgenti… allora anche gli adulti pretenderebbero, prima di andare a dormire, la loro Fiaba della Buonanotte».  Conclude Monica Morini: «Le storie ci allenano alla vita. Il repertorio popolare è qui rivisitato, svelando la forza e l’indipendenza delle protagoniste. Un filo di parole e musica che cattura, diverte e commuove».

Lo spettacolo del Teatro dell’Orsa sarà riproposto, in replica per scuole, lunedì 3 aprile alle ore 10.
www.delloscompiglio.org

INFO: tel. 0583 971125

“SE PINOCCHIO FOSSE CAPPUCCETTO ROSSO” A CASCIANA TERME

Come sempre i più piccoli stanno davanti, seduti in prima fila e dietro i genitori. Tutti impegnati a godersi il nuovo appuntamento per ragazzi della stagione Teatro Liquido di Guascone, in programma domenica 2 aprile 2017 alle 17 al Teatro Verdi Giuseppe di Casciana Terme. In scena, lo spettacolo ”Se Pinocchio fosse Cappuccetto Rosso”. Un’insalata di fiabe di Livio Valenti per la produzione di Nata Teatro.Con Andrea Vitali, Livio Valenti, Lorenzo Bachini. Scenografie di Andrea Vitali e Roberta Socci che cura anche i pupazzi. Burattini di Pinuccia Bocchi. Canzoni e musiche originali di Lorenzo  Bachini. Luci di Camillo Gazzaniga.

Nella casa delle fiabe, dove le storie si incrociano e si mescolano, Pinocchio e Cappuccetto Rosso decidono di fare un gioco nuovo: il burattino più famoso del mondo si travestirà con un mantello ed un cappuccio rosso ed entrerà nella favola della sua amica, diventandone il protagonista. Un susseguirsi di gag e di momenti sognanti condurranno lo spettatore verso l’epilogo di una storia semplice e delicata, pensata per un pubblico di tutte le età, raccontata come un sogno e divertente come un gioco. Nata Teatro con questo spettacolo vuole rendere omaggio a due grandi classici della narrativa per ’infanzia ma anche a Gianni Rodari, per condividere con i bambini il gusto di una ricetta unica e inconfondibile, quella dell’insalata di fiabe.

Per informazioni: 328 0625881 – 320 3667354 – info@guasconeteatro.it – www.guasconeteatro.it. Biglietto: 6 euro adulti, 4 euro ragazzi.

 

Lascia un commento