didoneabbandonata

Maggio Musicale e Verdi di Pisa riportano in scena “Didone abbandonata”. Il debutto l’8 gennaio al Goldoni di Firenze

Concerti e Lirica, Firenze, Pisa

“Son regina e sono amante/ e l’impero io sola voglio/ del mio soglio e del mio cor”: sono le parole che il poeta Pietro Metastasio fa pronunciare a Didone, regina di Cartagine (nella foto: particolare della scultura “La morte di Didone”, di Claude-Augustin Cayol, 1711, Museo del Louvre – Parigi).

L’opera”Didone abbandonata” – come si legge nella scheda di presentazione pubblicata dal Maggio Musicale Fiorentino sul sito Internet – si ispira al mito per raccontare una donna dal carattere fiero, abbandonata da Enea, con un pretendente del quale a lei non importa, ingannata dalla sorella Selena (anch’essa amante di Enea) e tradita dalla sua più stretta confidente. L’opera “Didone abbandonata”  quando venne rappresentata a Carnevale del 1724 a Napoli ebbe un grandissimo successo. Che alla fine condusse ad una sessantina di composizioni musicali diverse, alcune firmate da grandi musicisti come Paisiello, Mercadante e Händel che vollero musicare il libretto di Metastasio.

La versione proposta dal Maggio Musicale Fiorentino è quella del 1726 di Leonardo Vinci, uno dei massimi esponenti della scuola operistica napoletana.

“Didone abbandonata” è un dramma per musica in tre atti, libretto di Pietro Metastasio, musica di Leonardo Vinci. Prima rappresentazione: Roma, teatro delle Dame, 16 gennaio 1726. Edizione a cura di Auser musici. Trascrizione di Gioele Gusberti e Alessio Bacci, revisione musicale Carlo Ipata. Quella che debutta domenica 8 gennaio 2017 alle 15.30 al Teatro Godoni di Firenze (via Santa Maria 15, Firenze) è la prima rappresentazione in tempi moderni ed è allestita in coproduzione con il Teatro Verdi di Pisa. Direttore Carlo Ipata. Regia di Deda Cristina Colonna, scene di Gabriele Vanzini, Costumi di Monica Iacuzzo, luci di Vincenzo Raponi, impianto d’ombre di Compagnia Altretracce. Orchestra Musicale del Maggio Musicale Fiorentino, clavicembalo Alessandra Artifoni. Con sopratitoli in italiano a cura di Prescott Studio Firenze con Inserra Chair e Icarus Usa.

Personaggi e interpreti: Tiorba/Giovanni Bellini, Didone/Roberta Mameli, Enea/Carlo Allemano, Iarba/Raffaele Pe, Selene/Gabriella Costa, Araspe/Marta Pluda, Ossida/Gilda Frasconi.

Le date al Teatro Goldoni: debutto domenica 8 dicembre 2017 alle ore 15.30. Prima replica martedì 10 gennaio alle 20, e seconda replica giovedì 12 gennaio alle 20. Durata: prima parte circa un’ora e 10 minuti, seconda parte un’ora e mezzo circa. Prezzi: posto unico 20 euro.

Oltre il sipario. Guide all’ascolto presso il Goldoni l’8 gennaio alle 14.45, il 10 e 11 gennaio alle ore 19.15.

Lascia un commento