Il “coffee lover” Francesco Sanapo pronto per il 2° Italian Coffee Tour in cicicletta. Partenza il 28 luglio da Firenze, poi tappe a Montalcino, Bolsena, Vieterbo, Roma, Gaeta e Napoli.

 L’evoluzione della filiera del caffè, tra nuovi produttori e consumatori; la ricerca della sostenibilità ambientale nei processi di produzione; la degustazione dei caffè più rari e esclusivi, pensata per tutti, ma anche lincontro con il mondo enogastronomico, osando pizze salate al caffè e ravioli in brodo di caffè filtro. 

Ravioli in caffè filtro (ph. Romedia Studio)

 Partirà da Firenze, per raggiungere Napoli, attraverso Montalcino, Bolsena, Viterbo, Roma, Gaeta, “Italian Coffee Tour, la seconda edizione della manifestazione che coniuga passione per lo sport e approfondimento, ideata da Francesco Sanapocoffee lover, patron del marchio fiorentino Ditta Artigianale e pluripremiato campione baristi e assaggiatori di caffè.

L’obiettivo è sensibilizzare lopinione pubblica verso le tematiche ambientali, anche per salvare il caffèIn ogni tappa, lincontro con un personaggio di rilievo, a cui preparerà un caffè specialty (di particolare pregio gustativo), uno diverso per tappa, provenienti da piccole piantagioni, con la sua personale french press”, e due eventi speciali aperti al pubblico in due caffetterie di qualità, a Roma, lunedì 1° agosto alle ore 16.30 da Barnum (via del Pellegrino 87), e a Napoli, mercoledì 3 agosto alle ore 16.30 da Ventimetriquadri (via Gian Lorenzo Bernini, 64a) per fare il punto con la community internazionale. Un viaggio per valorizzare la materia prima e la qualità del caffè, raccontando la storia di piccoli produttori attraverso i caffè che Sanapo farà degustare nelle diverse piazze italiane.

Francesco Sanapo (ph. Romedia Studio)

L’impresa sarà raccontata sui social personali di Francesco Sanapo. “Il mio profilo dichiara – è seguito da tante persone dallestero. Così mi è venuta lidea di valorizzare sia la bellezza del mio paese che i personaggi di eccellenza che operano in Italia, raccontandolo il mio viaggio in bicicletta e i nostri incontri sui canali social. In questa nuova edizione, porterò i caffè più rari ed esclusivi in degustazione in alcune delle caffetterie migliori, per poter dare loccasione a tutti di assaggiare e capire quale sia la vera eccellenza nel mondo del caffè”.

 A sostenere Italian Coffee TourConfcommercio Firenze, Fipe (la federazione italiana dei pubblici esercizi aderente a Confcommercio), Best Water Technology (BWT) Italia, leader europeo nel settore del trattamento dellacqua, DM Italia, leader nella distribuzione di macinacaffè e attrezzature professionali per caffetteria, Urnex, leader per i prodotti di pulizia del caffè, Ditta Artigianale, torrefazione e prima linea italiana di caffetterie specialty e Pissei, azienda specializzata in abbigliamento tecnico per ciclismo dal design accattivante.

La partenza in sella ad una bici è fissata per giovedi 28 2022 luglio dalle ore 18 dalla sua città di adozione, Firenze, da piazza SantAmbrogio, di fronte a Ditta Artigianale Carducci & Hario Cafè, ex monastero. La prima tappa sarà Montalcino, il 29 luglio, con sosta a Podere Le Ripi, per incontrare lenologo Sebastian Nasello, che qui sta portando avanti un lavoro legato alla biodinamica, che mira a rivitalizzare tutto ciò che è nellambiente in cui si produce, partendo dallavere cura della natura stessa per ottenere un prodotto di alta qualità, salubre e con una forte identità di provenienza cercando di non esaurire le risorse – in questo il parallelo tra il mondo del vino e quello del caffè, in continua evoluzione e alla ricerca di sostenibilità.

Poi, di nuovo in sella per raggiungere Bolsena, Viterbo (30 luglio), dove incontrerà la giornalista Raffaella Galamini, parlando di turismo in chiave enogastronomica.

 Due giorni a Roma, domenica 31 luglio e lunedì 1° agosto, dove Sanapo effettuerà diverse tappe di eccellenza nel capoluogo, secondo un percorso condiviso con Federico Pezzetta, che si occupa di comunicazione e progetti vari nel mondo del food, con Romedia Studio. Con Sanapo, un lungo percorso di collaborazione, sin dal documentario Coffees. Italians do it Better”, “Coffee and Lucas, e in percorsi in cui il caffè diventa protagonista di ricette quali una pizza salata al caffè, cruffin al caffè fino alla recente collaborazione con Irene Volpe, finalista Masterchef della scorsa edizione, con cui è iniziato un percorso sul caffè, per proposte qualiravioli con un brodo di caffè filtro”, che è piaciuto talmente che, quando ha ricevuto un nuovo invito dalla trasmissione Masterchef, lo ha presentato alledizione di questanno. 

 Nel tour a Roma, in luoghi di incontro tra caffetterie specialty e cucina di alta qualità in cui convivono tradizione e innovazione, si andrà Casa Manfredi, a due passi da Circo Massimo e che ha vinto con Bargiornale il premio per miglior pasticceria dItalia nel 2020; La Dispensa dei Mellini, con cucina con vetrata su strada, a base di piatti tipici romani e alcuni più elaborati, capitanata dalla chef Susanna Sipione e da Andrea Annibaldi (Susanna è stata protagonista della prima stagione di 4 Ristoranti”); Otaleg, gelateria che ha vinto Tre Coni Gambero Rosso, con Marco Radicioni – artista che si è affermato con con gusti a base di olio evo, ketchup piccante, pollo e peperoni, salmone, fino al Barnum Caffè, che è una caffetteria specialty senza torrefazione nel centro di Roma. Qui, il 1 agosto alle 16.30, si terrà il primo dei due Meet&Greet, con assaggio di caffè esclusivi e a cui parteciperà, tra gli altri, anche lesperto Andrea Matarangolo

Il tour proseguirà poi a Gaeta, il 2 agosto, per concludersi il 3 agosto a Napoli, presso la caffetteria specialty Ventimetriquadri, dove si terrà il secondo Meet&Greet, con altri caffè esclusivi e momento di incontro aperto a tutti. 

A corredo degli incontri, scorreranno le immagini del documentario The Coffee Hunter, progetto di Sanapo per la regia di Stefano Conca Bonizzoni e prodotto da SCBLab e Ditta Artigianale, andato in onda su Sky – Gambero Rosso durante le vacanze natalizie, che racconta lavventura in Uganda sulle tracce del chicco più pregiato, al motto di Un caffè buono deve essere anche etico. Le immagini della mini serie può aiutare a far capire ancora meglio la filiera e la bellezza che si cela in ogni angolo del mondo del caffè”. 

“È una sfida con me stesso, voglio raccontare lo specialty in piazze e luoghi in cui non è così presente, unendo le mie due più grandi passioni, la bici e il caffè”, conclude Sanapo.  

Lascia un commento